Prustel: è l'amico Salac l'erede di Dupasquier

Il pilota ceco, grande amico dello sfortunato pilota svizzero, ha lasciato lo Snipers Team per tornare alla PrustelGP e prendere e colmareil vuoto lasciato da Jason a partire da dopo la pausa estiva. Al suo posto nel team della famiglia Cecchini arriva Alberto Surra.

Prustel: è l'amico Salac l'erede di Dupasquier

La Moto3 ha vissuto una girandola di mercato alla vigilia del Gran Premio d'Olanda. L'uomo al centro di tutto è Filip Salac, che subito dopo aver ottenuto la sua prima pole position sabato scorso al Sachsenring, cambia casacca.

Il pilota ceco ha infatti lasciato lo Snipers Team per fare ritorno alla Carxpert PrustelGP, squadra che lo aveva lanciato sul palcoscenico iridato nel 2019. Ma soprattutto c'è un aspetto emotivo importante legato a questa vicenda, perché Salac andrà a prendere il posto rimasto vuoto la scomparsa di Jason Dupasquier, del quale Filip era grande amico.

Pochi giorni dopo la scomparsa dello svizzero, infatti, Salac si è tatuato il numero 50 ed ha posto sulla sua tuta il logo Ja50n. Anche questo aspetto quindi potrebbe aver pesato nella sua scelta, con la nuova avventura che inizierà a partire da dopo la pausa estiva, quindi dal Gran Premio di Stiria.

"Vorrei ringraziare Florian e tutto il PrüstelGP per avermi dato questa possibilità dopo che io e il team Snipers abbiamo deciso di prendere strade diverse. Sono molto felice perché la squadra ha dimostrato di essere forte quest'anno e lavorerò con persone che già conosco dal 2019. Sono fiducioso di avere un rapido adattamento con KTM e non vedo l'ora di iniziare questa nuova avventura in Austria. Farò del mio meglio per Jason", ha detto Salac.

La squadra della famiglia Cecchini quindi si è trovata a dover correre ai ripari, ma non è si è fatta trovare impreparata. A partire da questo fine settimana, infatti, sarà al via con una line-up tutta italiana: accanto ad Andrea Migno arriva infatti Alberto Surra, membro della VR46 Riders Academy, che aveva fatto il suo debutto nel Mondiale come wild card in occasione della gara del Mugello e che quindi va ad aumentare il numero dei piloti italiani in pista.

"Sono molto contento di questa opportunità che mi ha dato il Team Snipers, sono molto emozionato perché non sono mai uscito fuori dal territorio italiano se non con i test della 600 fatti con VR46 Academy. Spero di vivere questo mio sogno al meglio possibile. Ringrazio tutti: Mirko, gli Snipers e l'Academy per questa possibilità", ha detto Surra.

condivisioni
commenti
KTM e Ajo rinnovano per altri cinque anni in Moto2 e Moto3
Articolo precedente

KTM e Ajo rinnovano per altri cinque anni in Moto2 e Moto3

Prossimo Articolo

Moto3: “It’s coming home” a Silverstone, il podio tricolore esalta

Moto3: “It’s coming home” a Silverstone, il podio tricolore esalta
Carica commenti