Moto3: “It’s coming home” a Silverstone, il podio tricolore esalta

Romano Fenati trionfa a Silverstone e guida la tripletta italiana, con Niccolò Antonelli in seconda posizione e Dennis Foggia a chiudere il podio. I tre piloti tricolore monopolizzano le prime tre posizioni in Gran Bretagna ed esaltano il pubblico italiano.

Moto3: “It’s coming home” a Silverstone, il podio tricolore esalta

“It’s coming home” è stata la frase dell’estate 2021 italiana, dalla vittoria dell’Europeo di calcio all’oro olimpico di Marcel Jacobs. Anche nel motociclismo però, l’Italia si è fatta valere in terra inglese. Già, perché a Silverstone la Moto3 ci ha regalato un podio interamente tricolore, con Romano Fenati dominatore assoluto, seguito da Niccolò Antonelli secondo e Dennis Foggia a completare il podio.

Tre bandiere italiane sul podio non si vedevano da un bel po’ nel mondiale e ieri i “veterani” della classe cadetta hanno portato in alto il tricolore, che sventolava fiero sul podio di Silverstone. A tagliare il traguardo davanti a tutti è stato Romano Fenati, grande dominatore di tutto il weekend e vincitore del Gran Premio di Gran Bretagna con un ampio margine sugli inseguitori. Capace di dettare il ritmo sin da subito, il pilota del Max Racing Team si è difeso sul filo dei decimi da un Niccolò Antonelli incredibilmente aggressivo, dando poi uno strappo finale e passando sotto la bandiera a scacchi con un vantaggio di 1.6 secondi sul portacolori Avintia VR46.

È un Antonelli stoico quello che sale sul secondo gradino del podio di Silverstone: ancora non pienamente recuperato dall’infortunio alla mano destra rimediato durante la Q2 in Stiria che lo ha costretto a saltare entrambe le gare austriache, in Gran Bretagna ha corso sopra il dolore, ottenendo il miglior risultato della stagione al termine di quella che può essere definita la gara più bella del suo 2021. Ci ha provato fino all’ultimo a insidiare la prima posizione di Fenati, ma a tre giri dalla fine il pilota Esponsorama ha dovuto desistere festeggiando comunque una seconda posizione di tutto rispetto.

Il brivido finale lo ha regalato Dennis Foggia, protagonista di un duello fino all’ultimo centimetro con Izan Guevara. Lo spagnolo si è accodato, perdendo il podio per 47 millesimi. Il pilota romano invece, con una grande prova di forza, ha agguantato una terza posizione che lo porta alle spalle di Fenati nella classifica generale, al quarto posto. Foggia dunque sembra essersi messo alle spalle gli screzi con il team causati dalle incomprensioni nate per via dell’assenza del padre nel box voluta dai vertici. Nella gara di Silverstone ha mostrato una grande solidità ed è salito così sul gradino più basso del podio rendendolo interamente tricolore.

 

“È stato un weekend fantastico, farne un altro così è quasi impossibile – ha dichiarato Fenati al termine di quello che è stato un fine settimana praticamente perfetto – Sabato e domenica il feeling con la moto è stato eccellente. In gara c’era molto vento ed è stato più difficile rimanere davanti, ma sono molto contento. Inoltre mi sono reso conto sia qui sia la scorsa gara che mi sento meglio quando giro da solo, poi il feeling è stato buono per tutto il fine settimana, quindi non abbiamo cambiato nulla sulla moto”.

Niccolò Antonelli è stato la vera sorpresa del weekend, ha condotto una gara magistrale se pensiamo alla condizione fisica non perfetta. Proprio questo problema alla mano destra lo aveva lasciato in dubbio fino all’ultimo e sembrava che dovesse dare forfait anche a Silverstone: “È come una vittoria. Non ero nemmeno sicuro di poter correre perché la mano è ancora rotta, anche se la situazione è migliorata rispetto a una settimana fa. Avevo la velocità giusta per stare con Romano e questa è stata una cosa importante, ma lui era troppo forte e la mia mano non era in perfette condizioni”.

Sorride anche Dennis Foggia, chiaramente, che scherza sulle vittorie italiane in terra inglese: “It’s coming home! Sono contento per il podio, lo volevo e nel finale ho spinto molto per difendermi da Guevara, che mi ha passato. Sono felice anche per il campionato. Voglio ringraziare il team che mi ha sostenuto”.

Con il risultato del Gran Premio di Silverstone, Romando Fenati è ora in quarta posizione nella classifica generale, con 132 punti. È il migliore degli italiani, seguito a ruota da Dennis Foggia, quarto con 118 punti. Il distacco dal leader Pedro Acosta è decisamente importante, ben 69 lunghezze per il vincitore di Silverstone e addirittura 83 per il romano. È invece più attardato Niccolò Antoneli, che viaggia in settima posizione, con 87 punti e due gare disputate in meno.

condivisioni
commenti
Prustel: è l'amico Salac l'erede di Dupasquier

Articolo precedente

Prustel: è l'amico Salac l'erede di Dupasquier

Carica commenti