Bird: “Le modifiche al tracciato di New York non ci aiuteranno affatto...”

condivisioni
commenti
Bird: “Le modifiche al tracciato di New York non ci aiuteranno affatto...”
Di: Alex Kalinauckas
Co-autore: Chiara Rainis
11 lug 2018, 12:03

Dietro al leader della classifica generale Jean-Éric Vergne di 23 punti, il pilota della DS Virgin Racing ha espresso scetticismo a proposito delle possibilità di superare il francese, viste le nuove caratteristiche del circuito...

Secondo Sam Bird l’allungamento di 500 metri della pista di Brooklyn che accoglierà gli ultimi due round del Campionato FIA 2017-2018 di Formula E e l’aggiunta di 4 curve fluide saranno un impedimento al suo tentativo di rimonta per la conquista del titolo non essendo in linea con le esigenze del pacchetto a sua disposizione.

“Con questi cambiamenti il layout si è trasformato e non a nostro favore. Lo scorso anno eravamo stati competitivi e la macchina si era comportata benissimo tra bilanciamento ed efficienza nel confronto con gli avversari”, ha dichiarato il britannico a Motorsport.com

Leggi anche:

“Purtroppo proprio sotto questo ultimo aspetto con più chilometri saremo penalizzati rispetto ad altri, dunque dovremo cercare di massimizzare la guida e il potenziale della monoposto. Credo che assisteremo un po’ alla fotocopia di Berlino, con la doppietta Audi, comunque sarà un bello spettacolo”.

Sul fronte dello squadrone tedesco, Lucas Di Grassi si è detto invece certo che così si vedranno molti più sorpassi.

“Sono modifiche positive”, il parere del brasiliano campione in carica. “Con un rettilineo più lungo avremo più punti di manovra. A differenza della versione 2017, questa mi sembra nettamente migliore. Fosse toccato a me decidere che cosa rivedere, avrei scelto anch’io quel design”. 

 
Prossimo Articolo
Nyck De Vries riserva Audi per il gran finale di New York

Articolo precedente

Nyck De Vries riserva Audi per il gran finale di New York

Prossimo Articolo

L'équipe Venturi protagonista di un forum politico a New York

L'équipe Venturi protagonista di un forum politico a New York
Carica commenti