Zehnder: "Leclerc è un mix tra Schumacher e Raikkonen"

L'ex team manager di Charles Leclerc ha detto che il pilota della Ferrari gli ricorda un mix delle caratteristiche di Michael Schumacher e Kimi Raikkonen.

Zehnder: "Leclerc è un mix tra Schumacher e Raikkonen"

Leclerc ha fatto il suo debutto in Formula 1 con la Sauber nel 2018, prima di essere promosso alla Ferrari dopo un solo anno.

Il giovane monegasco è stato subito protagonista lo scorso anno, vincendo due gare e classificandosi quarto nel Mondiale, davanti al compagno di squadra, il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel.

Leclerc è stato premiato con un nuovo contratto a lungo termine alla Ferrari, che lo ha confermato in squadra fino alla fine del 2024.

Il team manager della Sauber, Beat Zehnder, ha lavorato con Leclerc per tutta la stagione 2018 e si è subito reso conto di avere a che fare con un talento speciale.

"E' stata una stagione molto buona, è stato molto interessante lavorare di nuovo con un ragazzo giovane" ha detto Zehnder a Motorsport.com in un'intervista per una serie che celebra i 50 anni della Sauber nel motorsport.

"L'abbiamo già fatto in passato, ma per la prima volta dopo tanto tempo, abbiamo avuto un debuttante, un pilota molto speciale con un atteggiamento molto speciale".

"Non ho mai visto un pilota come Charles prima d'ora, ed è stato di nuovo molto gratificante per tutto il lavoro che abbiamo svolto, per tutti i momenti difficili che abbiamo vissuto, lavorare di nuovo con un giovane".

"Ho sempre detto che per me, per la sua velocità, assomiglia a Kimi Raikkonen, e per la sua attitudine al lavoro probabilmente a Michael (Schumacher)".

"Dategli una buona macchina e sarà sicuramente campione del mondo".

Zehnder fa parte della sua Sauber dal 1987, quindi ha avuto modo di lavorare con Schumacher nelle primissime fasi della sua carriera, quando correva con i prototipi prima del suo debutto in F1.

Zehnder e Raikkonen si sono incontrati per la prima volta nel 2000, quando il giovane finlandese si stava preparando per la sua stagione da esordiente in F1 con la Sauber nel 2001. Nel 2019 poi è tornato ad Hinwil, per difendere i colori dell'Alfa Romeo Racing.

Il potenziale di Leclerc è stato riconosciuto anche dal compagno di squadra ai tempi della Sauber, Marcus Ericsson, che non si è sorpreso di vedere il 22enne confrontarsi così bene con Vettel alla Ferrari.

"Ho capito subito che era un ragazzo speciale, un talento speciale" ha detto Ericsson a Motorsport.com.

"Quando l'ho visto entrare in Ferrari e affrontare Vettel, sapevo che sarebbe stato super competitivo, ma forse non sarebbe stato allo stesso livello al suo primo anno in Ferrari".

"Ho capito che è un pilota che ha un talento molto speciale. E mi ha sicuramente aiutato a mia volta a dimostrare che tipo di pilota sono".

condivisioni
commenti
Hamilton sfida i governi: "Via le statue di persone razziste!"

Articolo precedente

Hamilton sfida i governi: "Via le statue di persone razziste!"

Prossimo Articolo

Mercedes: il video del fire-up mostra i nuovi protocolli F1

Mercedes: il video del fire-up mostra i nuovi protocolli F1
Carica commenti
Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft" Prime

Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft"

In questo nuovo video, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano quanto visto nel venerdì di prove libere del GP di Francia. Tante sorprese e tante novità tecniche in un tracciato che "in teoria" sarebbe favorevole a Mercedes, eppure...

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo" Prime

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano le prove libere del venerdì del GP di Francia di Formula 1. Red Bull in testa con Verstappen, ma le Mercedes possono cambiare marcia in qualifica. Da tenere d'occhio il prosieguo di weekend dell'Alpine.

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo" Prime

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo"

Torna Debriefing F1, programma podcast di Motorsport.com con cui Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano le prove libere del GP di Francia al Paul Ricard. Buon ascolto!

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede" Prime

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede"

La Formula 1 arriva in Francia, sul tracciato del Paul Ricard. Franco Nugnes e Giorgio Piola, analizzano con la lente d'ingrandimento i primi e nuovi dettagli tecnici presenti sulle monoposto.

Formula 1
17 giu 2021
Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1 Prime

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1

Lo spagnolo ha parlato con Motorsport.com del suo ritorno in Formula 1, smentendo le critiche che lo hanno accompagnato negli ultimi appuntamenti e puntando con decisioni ad un futuro di successi grazie anche alla rivoluzione regolamentare.

Formula 1
17 giu 2021
Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door" Prime

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Mara Sangiorgio, giornalista e pit reporter per la Formula 1 di Sky Sport. Una grande passione per la scrittura che l'accompagna sin da quando era solo una bambina, la conduce alle porte degli studi giornalistici. Dall'Italia a New York, Mara muove i primi passi dentro il mondo dei suoi sogni. Mai avrebbe pensato di raccontare lo sport, fino a quando...

Formula 1
17 giu 2021
Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri” Prime

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri”

Torna l'appuntamento fisso della rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano dell'imminente Gran Premio di Francia di Formula 1, dove il medico andrà a monitorare una nuova serie di parametri non solo dei piloti

Formula 1
16 giu 2021
F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti Prime

F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti

Le monoposto di Formula 1 sono diventate troppo grosse e pesanti e questo si è visto non solo a Monaco, circuito ormai troppo stretto per le moderne monoposto, ma anche a Baku dove i problemi alla gomme sono derivati anche dagli enormi sforzi richiesti alle gomme.

Formula 1
15 giu 2021