Vettel: "La Ferrari è ben bilanciata ma sarà dura star dietro alle Mercedes"

Il tedesco della Ferrari è contento dell'assetto della sua SF70H, ma a Interlagos vede favorite le Mercedes. Poi mette in guardia tutti: "Dietro di noi c'è la Red Bull, che è molto vicina".

Vettel: "La Ferrari è ben bilanciata ma sarà dura star dietro alle Mercedes"
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Felipe Massa, Williams FW40, Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H

Sebastian Vettel ha chiuso la prima giornata di prove libere del Gran Premio del Brasile - penultimo appuntamento del Mondiale 2017 di Formula 1 - con un buon quarto posto, alle spalle però di entrambe le Mercedes e della Red Bull di Daniel Ricciardo.

Se in questo fine settimana la RB13 dell'australiano non sarà un problema almeno in Qualifica a causa delle 10 posizioni di penalità subite per aver montato l'ottava MGU-H, le Mercedes hanno mostrato di essere una volta di più davvero competitive.

Il passo gara della Ferrari numero 5 è stato ottimo sia con gomme Supersoft che con le Soft, ma le W08 Hybrid sembrano avere qualcosa in più, almeno sino a oggi.

"Penso che oggi sia andata bene. Almeno non è venuto a piovere. E' stata una giornata più semplice di quanto ci aspettassimo alla vigilia. Però in generale la situazione sembra abbastanza chiara: la Mercedes sembra molto veloce, poi ci siamo noi e la Red Bull è molto vicina".

Vettel è rimasto soddisfatto dei 31 giri inanellati nella prima parte di simulazione gara con gomme Supersoft. Per domenica potrebbe propendere per una strategia a una sola sosta, ma domattina dovrà lavorare ancora per cercare di limare il gap dalle W08 nonostante la sua SF70H sia già in possesso di un buon bilanciamento.

"Sicuramente volevamo provare a fare un run più lungo con gomme Supersoft per vedere il comportamento delle gomme. La pista era buona e per ora siamo riusciti a trovare un buon bilanciamento. Questo ci dovrebbe aiutare ad avere un buon passo sia in qualifica che in gara. Però sarà difficile stare dietro alle Mercedes".

condivisioni
commenti
Interlagos, Libere 2: col caldo Ricciardo insegue le Mercedes, con Vettel vicino

Articolo precedente

Interlagos, Libere 2: col caldo Ricciardo insegue le Mercedes, con Vettel vicino

Prossimo Articolo

Räikkönen: "Non abbiamo ancora trovato l'assetto giusto"

Räikkönen: "Non abbiamo ancora trovato l'assetto giusto"
Carica commenti
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021