Suzuka, Libere 3: Bottas stupisce con le gomme soft e poi sbatte!

condivisioni
commenti
Suzuka, Libere 3: Bottas stupisce con le gomme soft e poi sbatte!
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
07 ott 2017, 04:37

La Mercedes monopolizza le prime due posizioni: Bottas ottiene il tempo migliore e poi sbatte all'uscita della curva Spoon. Hamilton è secondo ma ha abortito due tentativi da qualifica. Poco soddisfatto Vettel terzo, con Raikkonen nelle barriere.

Valtteri Bottas stupisce nella terza sessione di prove libere del GP del Giappone: il finlandese è stato il più veloce con il tempo di 1'29"055 ottenuto con le gomme a mescola Soft, prima di provocare la bandiera rossa quando, con gli pneumatici Supersoft, è andato a strisciare con il lato destro della sua Mercedes W08 sulle barriere all'uscita della Spoon dopo essere finito largo sull'erba.

Bottas ha danneggiato la sospensione posteriore e non è più tornata in pista: il finlandese, quindi, non ha potuto completare il lavoro. E' stato veloce, ma non si deve dimenticare che in qualifica dovrà scontare cinque posizioni in griglia per la sostituzione del cambio.

Lewis Hamilton è secondo ad appena 14 millesimi dal compagno di squadra: l'inglese ha girato con la mescola Pirelli più morbida a disposizione, vale a dre la Supersoft, ma per ben due volte ha dovuto abortire il giro secco con gomma nuova a causa delle bandiere rosse, per cui il vero potenziale della freccia d'argento non si è visto. La sensazione è che la W08 sia la monoposto che meglio si adatta alle condizioni meteo che propongono un asfalto piuttosto freddo che penalizza la Ferrari.

Sebastian Vettel è terzo con la SF70H a 324 millesimi da Bottas: il tedesco si è lamentato della mancanza di grip della sua Rossa rispetto a ieri. Ha chiesto delle modifiche di assetto, ma non è parso soddisfatto del livello prestazionale raggunto. La buona notizia è che il cambio incidentato a Sepang non ha mostrato problemi per cui può essere usato per il resto del weekend senza patem.

La giornata difficile della Ferrari è contrassegnata dal botto di Kimi Raikkonen che ha causato la seconda bandiera gialla della sessione dopo l'uscita di pista alla curva ), quando il finlandese è andato a sbattere contro le protezioni danneggiando la sospensione posteriore sinistra. I commissari non hanno recuperato subito la Rossa che è stata riportata a box solo a sessione conclusa, con una grave perdita di tempo per i meccanici del Cavallino che dovranno fare un altro miracolo per mettere Kimi nella condizione di fare le qualifiche.

Se i primi tre sono vicini, gli altri sono lontanissimi: Max Verstappen è quarto con 1'29"910: l'olandese paga 855 millesimi da Bottas. La Red Bull sembra aver perso la strada e per provare a capirci qualche cosa ha differenziato il lavoro con Daniel Ricciardo che ha girato con soluzioni aerodinamiche più cariche di Max. Alla fine l'australiano si è messo in coda al 20enne tulipano per un decimo: insomma non c'è molta differenza fra le diverse configurazioni!

Bene Esteban Ocon settimo con la Force India: il francese è arrivato a 1'30"109, un batter di ciglia dalla Red Bull di Ricciardo: il pupillo di Toto Wolff prosegue il suo percorso di crescita, lasciando Sergio Perez, nono, a quattro decimi.

Nico Hulkenberg è settimo con la Renault davanti a Fernando Alonso con la McLaren: lo spagnolo ricordiamo che scatterà ultimo in gara dovendo scontare 35 posizioni in griglia per la sostituzione della power unit, mentre Stoffel Vandoorne è 12esimo. Chiude la top 10 Jolyon Palmer: l'inglese della Renault si difende in una sessone nella quale non è bersagliato da problemi.

In difficoltà le Williams, 11esima con Felipe Massa e solo 15esima con Lance Stroll. Male le Toro Rosso: Carlos Sainz (che pagherà venti posizioni in griglia per la sostituzione di buone parti della power unit Renault) non ha brillato, ma Pierre Gasly ha fatto peggio non uscendo dalla 16esima piazza.

In difficoltà le Haas  davanti solo alle Sauber con Romain Grosjean, mentre ha fatto un pelo meglio Kevin Magnussen 14esimo.

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 77 finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 9 1'29.055     234.744
2 44 united_kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 19 1'29.069 0.014 0.014 234.707
3 5 germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 23 1'29.379 0.324 0.310 233.893
4 33 netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 15 1'29.910 0.855 0.531 232.512
5 3 australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 13 1'30.018 0.963 0.108 232.233
6 31 france Esteban Ocon  Force India Mercedes 12 1'30.109 1.054 0.091 231.999
7 27 germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 19 1'30.315 1.260 0.206 231.469
8 14 spain Fernando Alonso  McLaren Honda 13 1'30.424 1.369 0.109 231.190
9 11 mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 12 1'30.563 1.508 0.139 230.835
10 30 united_kingdom Jolyon Palmer  Renault Renault 22 1'30.764 1.709 0.201 230.324
11 19 brazil Felipe Massa  Williams Mercedes 21 1'30.764 1.709 0.000 230.324
12 2 belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Honda 18 1'30.770 1.715 0.006 230.309
13 55 spain Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Renault 23 1'30.799 1.744 0.029 230.236
14 20 denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 12 1'30.982 1.927 0.183 229.772
15 18 canada Lance Stroll  Williams Mercedes 20 1'31.011 1.956 0.029 229.699
16 10 france Pierre Gasly  Toro Rosso Renault 25 1'31.353 2.298 0.342 228.839
17 8 france Romain Grosjean  Haas Ferrari 13 1'31.459 2.404 0.106 228.574
18 9 sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 22 1'32.579 3.524 1.120 225.809
19 94 germany Pascal Wehrlein  Sauber Ferrari 21 1'32.698 3.643 0.119 225.519
20 7 finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 12 1'33.962 4.907 1.264 222.485

 

Prossimo Articolo
Carica commenti