Rosberg: "Peccato per Lewis, volevo lottare con lui. Sono in F.1 per quello!"

condivisioni
commenti
Rosberg:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
16 apr 2016, 10:16

Nico Rosberg ha centrato nelle Qualifiche del GP di Cina la pole numero 23 della sua carriera, ma si rammarica per il mancato duello con Lewis Hamilton, che sarà costretto a partire dal fondo dello schieramento.

Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team W07
Polesitter Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team
Polesitter Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team, secondo, Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, terzo Kim
Polesitter Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team
Polesitter Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team, terzo Kimi Raikkonen, Ferrari
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team W07

Il momento magico per Nico Rosberg sembra dover proseguire anche in questo fine settimana, che ospita a Shanghai il Gran Premio di Cina. Il tedesco della Mercedes ha conquistato la pole position del terzo appuntamento della stagione, la 23esima della sua carriera e la prima di questo 2016. E lo ha fatto nel momento più adatto.

Lewis Hamilton sarà costretto a prendere il via del GP dall'ultima fila a causa di un problema alla MGU-H della sua Mercedes W07 Hybrid numero 44 (oltre alla penalità di 5 posizioni in griglia per aver sostituito il cambio), dunque Nico potrà gestire il suo vantaggio e tentare di portare a casa il terzo successo consecutivo in questa stagione.

Nonostante questo vantaggio, Nico ha affermato di essere dispiaciuto per la situazione in cui imperversa Hamilton. Ecco perché: "Non mi sarei mai immaginato di partire così in questo fine settimana. Poi, certo, avere Lewis in fondo alla griglia di partenza è un piccolo vantaggio".

"Anzi, è un vantaggio grande nei suoi confronti, però sapete che quello che piace a me è proprio la lotta che c'è tra me e lui. E' per duelli come questo che c'è tra noi che corro in Formula 1. Lui è il mio termine di paragone, è il mio obiettivo in questo momento. Sarebbe stato bello lottare con lui anche qui. Però il vantaggio che ho su di lui è buono in vista della gara di domani, ma non bisogna mai sottovalutarlo, perché lui, ovunque parte in griglia, poi riesce a recuperare e tornare nelle prime posizioni".

"Contento di aver fatto la pole, ma comunque sono passate solo 3 gare dall'avvio del Mondiale. Sono comunque andato bene, ho tirato fuori un buon giro quando contava e ed è andata molto bene così", ha concluso il tedesco.

Prossimo articolo Formula 1
La Mercedes cambia la power unit a Lewis Hamilton

Previous article

La Mercedes cambia la power unit a Lewis Hamilton

Next article

Kimi: "Gli errori nell'ultimo giro mi hanno fatto perdere la prima fila"

Kimi: "Gli errori nell'ultimo giro mi hanno fatto perdere la prima fila"