Leclerc quarto ed euforico: "La migliore gara dell'anno"

Il quarto posto ottenuto al termine del GP degli Stati Uniti è stato accolto con grande soddisfazione da Charles che adesso guarda con fiducia anche ai prossimi appuntamenti in calendario.

Leclerc quarto ed euforico: "La migliore gara dell'anno"

È un Charles Leclerc estremamente sorridente e soddisfatto quello visto al termine di un GP degli Stati Uniti chiuso in quarta posizione al termine di una corsa di altissimo livello.

Il monegasco è stato chirurgico in partenza, riuscendo a mantenere la quarta posizione, ed ha poi brillato quando ha abbandonato le Pirelli medie per passare alle hard. Con la mescola più dura Charles si è esaltato ed ha vinto in maniera netta il duello con Daniel Ricciardo relegando l’australiano della McLaren in quinta piazza a 24 secondi di distacco.

Leggi anche:

In un weekend finalmente non condizionato da penalità ed arretramenti in griglia la Ferrari ha potuto sperimentare sul campo la bontà del nuovo sistema ibrido ed i passi avanti si sono visti nel confronto diretto con la McLaren.

Sia Leclerc che Sainz, infatti, sono riusciti a chiudere davanti ai piloti della scuderia di Woking consentendo così alla Ferrari di ridurre ulteriormente il gap in classifica Costruttori.

“Ad ogni giro ho provato a dare il massimo” ha dichiarato Leclerc ai microfoni di Sky Sport F1 HD. “Il terzo posto non era una utopia. Perez con le dure non scappava ed ero estremamente motivato in macchina. Ci ho provato e devo dire grazie a tutti, sia in pista che a Maranello, per gli sviluppi portati in pista”.

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Charles Leclerc, Ferrari SF21

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Charles Leclerc, Ferrari SF21

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles ha poi voluto sottolineare come quest’anno, nonostante tutte le attenzioni siano rivolte al progetto 2022, i pochi aggiornamenti che sono stati portati in pista hanno sempre consentito alla SF21 di progredire.

“Gli aggiornamenti ci hanno sempre fatto fare un passo avanti e questo è positivo non solo per quest’anno, ma anche per la fiducia per il 2022. Tutto sta andando bene per adesso e sono molto contento”.

Per Leclerc il weekend di Austin è stato una vera e propria sorpresa. Il campione 2017 della F2, infatti, pensava che il tracciato del Texas fosse più favorevole alle McLaren e invece il risultato finale ha messo in luce il Cavallino.

“Ci aspettavamo di soffrire in questo weekend ed invece è stata una delle migliori gare dell’anno. Nonostante abbia ottenuto un quarto posto è stata una grande sorpresa, soprattutto per il passo gara”.

Prima di congedarsi Charles ha voluto evidenziare un ulteriore motivo di orgoglio. Il monegasco, infatti, ha sottolineato come in gara la gestione gomme sia stata praticamente perfetta e come abbia lavorato su questo aspetto per evitare di commettere gli stessi errori compiuti in occasione della sua prima stagione con i colori del Cavallino.

“Quest’anno credo di aver fatto un passo avanti nella gestione gomme. Ci sto lavorando da due anni perché sapevo che era un mio grande problema nel 2019 ed ho buttato molti risultati per colpa mia. Adesso credo sia diventato un mio punto di forza”.

condivisioni
commenti
Podcast F1 | Chinchero: "La Ferrari prepara bene il 2022"
Articolo precedente

Podcast F1 | Chinchero: "La Ferrari prepara bene il 2022"

Prossimo Articolo

F1 | Sainz deluso: "Brutta gara. Urge rivedere i pit stop"

F1 | Sainz deluso: "Brutta gara. Urge rivedere i pit stop"
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021