Formula 1
02 lug
-
05 lug
Qualifiche in
00 Ore
:
25 Minuti
:
29 Secondi
G
GP di Stiria
09 lug
-
12 lug
Prove Libere 1 in
5 giorni
G
GP 70° Anniversario
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
32 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
118 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
132 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
145 giorni

Horner: "Max e Pierre vittime al via di un guaio al software"

condivisioni
commenti
Horner: "Max e Pierre vittime al via di un guaio al software"
Di:
29 lug 2019, 13:41

Il team principal Red Bull ammette che Max e Pierre non hanno alcuna responsabilità per la brutta partenza sul bagnato: "Come in Austria c'è stato un problema di mappatura che dobbiamo risolvere con la Honda".

Due partenze sbagliate, due vittorie. Max Verstappen, proprio come in Austria, si è aggiudicato il GP di Germania dopo un pessimo start dalla prima fila. E lo stesso guaio ha colpito anche Pierre Gasly che scattava dietro all’olandese con la seconda RB15: i tecnici della squadra di Milton Keynes hanno subito sgravato la responsabilità dei piloti ammettendo che per entrambi c’è stato un problema di mappatura dell’elettronica.

Max e Pierre non sono riusciti a muoversi dalle rispettive piazzuole perché hanno fatto pattinare le ruote posteriori, nonostante abbiano deciso di scattare con la seconda marcia.

Christian Horner, team principal Red Bull, ha spiegato che l’avvio della corsa è stato davvero terribile….
"È stato orribile perché entrambe le vetture hanno avuto un problema all'inizio, quindi dovremo analizzare con cura quello che è successo. Max non ha perso la testa e rapidamente si è portato dietro alle Mercedes”.

Avete capito cosa sia successo?
"Penso che sia stato un problema di mappatura, ma credo che sia una cosa che stiamo gestendo noi nel rapporto con Honda. Potrebbe essersi ripetuta una situazione simile a quella che ci è capitata in Austria”.

Pierre Gasly pensava che non si sarebbe mosso…
"Sì, le ruote posteriori continuavano a pattinare. E succedeva la stessa cosa con tutte le marce, quindi dovremo capire cosa sia effettivamente accaduto”.

Prossimo Articolo
Wolff: "Il disappunto è maggiore della gioia di quando si vince"

Articolo precedente

Wolff: "Il disappunto è maggiore della gioia di quando si vince"

Prossimo Articolo

Sequenza foto: ecco Leclerc ormai "passeggero" della sua Ferrari

Sequenza foto: ecco Leclerc ormai "passeggero" della sua Ferrari
Carica commenti