Furia Hamilton: adesso minaccia il silenzio stampa

Nel tradizionale incontro con i media nel motorhome Mercedes, Hamilton ha attaccato duramente alcuni giornalisti dopo alcune critiche della stampa in seguito al suo comportamento nella conferenza di giovedì.

Sarà per la pressione per un mondiale diventato di colpo molto in salita, o forse per un nervo scoperto molto suscettibile alle critiche (alcune di fatto anche eccessive), fatto sta che Lewis Hamilton questa volta si è arrabbiato, ma forse è più opportuno dire che ha di fatto... “sbroccato”.

Nel tardo pomeriggio di Suzuka era in programma il tradizionale in contro con i media, nel motorhome della Mercedes, e tutto sembrava nella norma, ma quando Hamilton ha preso il microfono è subito diventato chiaro che non sarebbe stata l’usuale conferenza stampa.

“I sorrisi sui vostri volti probabilmente tra poco non ci saranno più - ha attaccato con i giornalisti presenti – oggi non sono qui per rispondere alle vostre domande. Con il massimo rispetto, ci sono molti di voi qui che mi hanno sempre rispettato, e so bene chi sono. Ce ne sono altri, purtroppo, che spesso approfittano di certe situazioni. L'altro giorno (il riferimento era alla conferenza stampa di giovedì pomeriggio) mi sembrava di aver fatto una cosa scherzosa, e se sono stato irrispettoso non era certo l’intenzione”. Ma cosa era accaduto due giorni fa?

Durante la conferenza stampa FIA di giovedì, in cui sono presenti sei piloti, Hamilton si era fatto notare per alcune risposte buttate li senza molto sforzo, ma soprattutto per la frenetica attività con il suo telefono mentre parlavano i suoi colleghi. Impressione confermata dalla pubblicazioni di fotografie sui suoi canali social durante la stessa conferenza. A dare fastidio, e a causare molte critiche (arrivate soprattutto dai media britannici) è stata il suo disinteresse per le risposte degli altri piloti, nonché per l’atteggiamento a tratti spocchioso.

In parte le critiche sono state giustificate, visto che Hamilton non ha avuto molto riguardo per i suoi colleghi, ma c’è chi ha calcato la mano in modo più deciso, cosa che a Lewis non è andata giù. “Purtroppo ci sono alcune persone qui presenti che non centrano nulla – ha proseguito Lewis – e la decisione che ho preso influirà anche su di loro, ed è per questo che vi metto al corrente di quanto ho deciso con il massimo rispetto. Ma non ho intenzione di essere qui molte altre volte”. Sarà interessante vedere la posizione che prenderà la Mercedes in merito alla decisione di Hamilton.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Giappone
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Suzuka
Piloti Lewis Hamilton
Team Mercedes
Articolo di tipo Ultime notizie