F1, Sochi, Libere 3: altro lampo Ferrari con Leclerc e Vettel

condivisioni
commenti
F1, Sochi, Libere 3: altro lampo Ferrari con Leclerc e Vettel
Di:
28 set 2019, 10:10

Il monegasco ha preceduto il compagno di squadra per 316 millesimi, poi le Mercedes con Hamilton davanti a Bottas. In difficoltà le Red Bull e Kvyat, costretto a fermarsi ancora in pista.

La Ferrari invia un altro segnale eloquente della propria inversione di tendenza nelle Libere 3 del Gran Premio di Russia, piazzando al vertice della classifica entrambe la SF90 di Charles Leclerc grazie al crono di 1'32"733 ottenuto nella seconda simulazione Qualifica, abbattendo per primo il muro dell'1'33", e quella di Sebastian Vettel, staccato di 316 millesimi dal compagno di squadra.

A ben vedere, a fare una reale differenza rispetto a tutti gli altri è stato proprio il pilota monegasco, capace di sfruttare perfettamente la sua monoposto che appare molto stabile in ingresso e uscita di curva. Questo conferma i passi avanti fatti dalla monoposto di Maranello dopo aver adottato gli ultimi aggiornamenti portati dal team a Singapore.

Leclerc ha fatto la differenza nei confronti del tedesco nell'ultimo settore. Nei primi 2 Leclerc ha mostrato di avere qualche millesimo di vantaggio, mentre nell'ultimo è riuscito a fare una differenza sostanziale nei confronti del vincitore del Gran Premio di Singapore della settimana scorsa. Charles è uno dei principali candidati alla pole che i piloti si contenderanno questo pomeriggio a partire dalle ore 14:00 italiane.

Il primo degli inseguitori delle Rosse è Lewis Hamilton, staccato di 396 millesimi rispetto al 21enne della Ferrari. Il britannico della Mercedes è riuscito a migliorare in maniera significativa il suo riferimento cronometrico, ma il divario dalla vetta è comunque di quasi 4 decimi, un distacco importante, anche se nelle Qualifiche dovremo attenderci una Mercedes ancora più competitiva per l'utilizzo della mappatura spinta del motore delle W10. Lewis ha palesato in questa sessione problemi al bilanciamento della sua monoposto.

Ci si attendeva di più da Valtteri Bottas, che a Sochi si trova nel proprio salotto di casa. Il finnico non è riuscito a estrarre tutto il potenziale dalla sua monoposto, rimanendo a poco più di 2 decimi da Lewis Hamilton che lo precede.

Bottas ha colto il quarto tempo davanti a Verstappen, risultato più competitivo con gomme Medium rispetto alle Soft. Certo, con gomme soffici ha colto il suo riferimento - quinto assoluto del turno - ma è con le medie che ha destato una buona impressione. Max è staccato di 1"5 da Leclerc ed è stato autore di un testacoda a fine turno con cui ha appoggiato il posteriore della sua RB15 alle barriere.

Molto peggio ha fatto il compagno di squadra, Alexander Albon. Il thailandese è rientrato nella Top 10 negli ultimi secondi a disposizione, con un ritardo di 2 decimi netti nei confronti di Verstappen, mostrando ancora difficoltà d'adattamento al volante della RB15 che ha un concetto differente di progettazione rispetto alla STR14 che ha guidato fino a Spa-Francorchamps.

Colpo di reni finale di Romain Grosjean, bravo a portare la Haas VF-19 in sesta posizione a pochi millesimi da Verstappen. Convincente anche la prestazione del suo compagno di squadra, Kevin Magnussen, decimo. Tra le due monoposto americane ecco un Nico Hulkenberg scatenato in questo fine settimana, evidentemente voglioso di trovare un sedile per la prossima stagione dopo essere stato scaricato dalla Renault e non scelto dalla Haas.

Nona piazza per Lando Norris, con la McLaren che sembra aver fatto un passo indietro nelle prestazioni dopo l'ottima giornata di ieri. Il britannico è nono, mentre Carlos Sainz non è andato oltre il 13esimo tempo alle spalle di Pierre Gasly e Daniel Ricciardo.

Continua il fine settimana difficile per l'Alfa Romeo, con Antonio Giovinazzi capace di stare davanti a Kimi Raikkonen ancora una volta. L'italiano si è tolto la magra soddisfazione di risultare più rapido di 9 decimi rispetto a Kimi essendo relegati rispettivamente in 14esima e 17esima posizione. L'italiano, però, è vicino ai piloti che lo precedono: la lotta per gli ultimi posti della Top 10 racchiude ben 8 piloti in 4 decimi.

Il fine settimana di Daniil Kvyat diviene più nero ogni sessione che passa. Dopo aver saltato quasi tutte le Libere 1 di ieri mattina a causa di un guasto al sistema d'alimentazione della sua STR14, anche oggi è stato costretto a parcheggiare la monoposto lungo il tracciato dopo aver udito rumori sinistri provenire dal propulsore Honda. Con la certezza di partire in ultima posizione nel GP di casa, Daniil potrebbe addirittura non prendere parte alle Qualifiche.

Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 16 Monaco Charles Leclerc Ferrari Ferrari 14 1'32.733     227.025
2 5 Germany Sebastian Vettel Ferrari Ferrari 15 1'33.049 0.316 0.316 226.254
3 44 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes Mercedes 19 1'33.129 0.396 0.080 226.060
4 77 Finland Valtteri Bottas Mercedes Mercedes 18 1'33.354 0.621 0.225 225.515
5 33 Netherlands Max Verstappen Red Bull Honda 12 1'34.227 1.494 0.873 223.426
6 8 France Romain Grosjean Haas Ferrari 17 1'34.308 1.575 0.081 223.234
7 23 Thailand Alexander Albon Red Bull Honda 21 1'34.371 1.638 0.063 223.085
8 27 Germany Nico Hulkenberg Renault Renault 13 1'34.421 1.688 0.050 222.967
9 4 United Kingdom Lando Norris McLaren Renault 15 1'34.527 1.794 0.106 222.717
10 20 Denmark Kevin Magnussen Haas Ferrari 15 1'34.546 1.813 0.019 222.672
11 10 France Pierre Gasly Toro Rosso Honda 16 1'34.564 1.831 0.018 222.630
12 3 Australia Daniel Ricciardo Renault Renault 14 1'34.586 1.853 0.022 222.578
13 55 Spain Carlos Sainz Jr. McLaren Renault 18 1'34.607 1.874 0.021 222.528
14 99 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo Ferrari 15 1'34.766 2.033 0.159 222.155
15 11 Mexico Sergio Perez Racing Point Mercedes 7 1'34.860 2.127 0.094 221.935
16 18 Canada Lance Stroll Racing Point Mercedes 16 1'34.898 2.165 0.038 221.846
17 7 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo Ferrari 19 1'35.714 2.981 0.816 219.955
18 63 United Kingdom George Russell Williams Mercedes 18 1'36.011 3.278 0.297 219.274
19 26 Russian Federation Daniil Kvyat Toro Rosso Honda 4 1'36.081 3.348 0.070 219.115
20 88 Poland Robert Kubica Williams Mercedes 19 1'36.942 4.209 0.861 217.169
Prossimo Articolo
Toro Rosso potrebbe cambiare nome dal 2020: diverrà AlphaTauri?

Articolo precedente

Toro Rosso potrebbe cambiare nome dal 2020: diverrà AlphaTauri?

Prossimo Articolo

LIVE F1, GP di Russia: Qualifiche

LIVE F1, GP di Russia: Qualifiche
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Russia
Sotto-evento FP3
Autore Giacomo Rauli