F1, Monza, Libere 1: Bottas presenta la Mercedes

Le due Mercedes dettano il passo nella prima sessione di prove libere del GP'Italia: Valtteri Bottas torna a essere leader davanti a Hamilton staccato di un paio di decimi. terzo è Albon con la Red Bull davanti a Kvyat con l'AlphaTauri, mentre Verstappen è solo quinto dopo un botto all'uscita dell'Ascari nel quale ha rovinato solo il muso contro le barriere. Male le Ferrari: Leclerc è 11esimo con gomme Medie, mentre Vettel è addirittura penultimo.

F1, Monza, Libere 1: Bottas presenta la Mercedes

Le due Mercedes non sembrano temere avversari a Monza: nella prima sessione di prove libere del GP d'Italia Valtteri Bottas è stato il più veloce con le gomme Soft (mescola C4) con il tempo di 1'20"702. La W11 ha mostrato una netta superiorità anche negli esperimenti per capire come sfruttare la power unit dopo il divieto dell'uso del "Party mode", vale a dire la mappatura estrema per la qualifica (Strat-2).

Il finlandese ha voluto dare un segnale alla squadra di Brackley di non essersi addormentato dopo il rinnovo del contratto elargito da Ola Kallenius. Lewis Hamilton è arrivato a 245 millesimi dal compagno, ma le due frecce nere sono state le uniche a sfondare subito il muro dell'1'21".

L'esa-campione ha cercato i punti dove è in grado di migliorare la sua prestazione, finendo anche lungo per cercare i limiti in staccata. Al terzo posto c'è una sorpresa: Alexander Albon con la Red Bull capace di 1'21"500 a quasi otto decimi dalle Mercedes.

Non deve stupire che l'anglo thailandese sia davanti al suo "capitano", ma Max Verstappen è uscito di pista all'uscita della Variante Ascari. L'olandese ha perso il controllo della Red Bull a causa di un forte sovrasterzo nella fase di percorrenza della chicane. La RB16 ha fatto un mezzo testacoda ad alta velocità prima di finire nella sabbia e urtare le barriere all'esterno con il muso che si è staccato nell'impatto.

La direzione gara ha subito esposto la bandiera rosssa per interrompere la sessione, ma Max è stato bravo a uscire dalla via di fuga per tornare ai box con i suoi mezzi, riducendo il tempo dell'interruzione. L'olandese è tornato al volante della RB16 dopo 22 minuti, ma non è rimasto impressionato dalla sua RB16 lavorando sull'assetto, in particolare sulle altezze.

Verstappen ha concluso quinto a 938 millesimi dalle Mercedes, ed è stato anche preceduto da Daniil Kvyat sorprendentemente quarto con l'AlphaTaur : il russo è arrivato a 55 millesimi dalla Red Bull di Albon calzando le gomme Medie, mentre Pierre Gasly è sesto a 26 millesimi da Max: il francese non ha evitato un testacoda alla Roggia. Il dato che emerge è che il motore Honda si esalta sui lunghi rettilinei dello Stradale.

La Ferrari sembra proseguire l'agonia iniziata a Spa: Leclerc è 11esimo con la SF1000 molto scarica: la Rossa paga 1"2 da Bottas con le gomme Medie. Preoccupa il distacco, ma anche il fatto che ci sono troppe vetture davanti: Red Bull, AlphaTauri, Racing Point, McLaren e Renault oltre alla Mercedes. Fatica Sebastian Vettel che è addirittura penultimo: il tedesco è a un secondo dal monegasco, un distacco che non si giustica nel "tempio della velocità". Seb è stato preceduto anche da Roy Nissany che ha rilevato la Williams lasciata libera da George Russell: l'israeliano ha bene impresisonato con il 18esimo tempo, visto che, comunque, è stato davanti a Nicolas Latifi.

La top ten vedeSergio Perez settimo con la Racing Point: ci si aspettava di più dalla RP20, ma per esempio Lance Stroll non è andato oltre il 13esimo posto.

Lando Norris è ottavo con la McLaren di nuovo dotata del deviatore di flusso visto a Spa solo nelle libere, mentre Daniel Ricciardo è nono con la Renault: l'australiano ha montato il terzo motore della stagione per avere un'unità fresca sui lunghi rettilinei dello Stradale.

Carlos Sainz è decimo con l'altra MCL35. Non ha brillato Esteban Ocon con la seconda R.S.20 solo 12esima.

In difficoltà le Haas con Romain Grosjean 14esimo e Kevin Magnussen, 15esimo: il francese è parso in crisi in frenata, con frequenti bloccaggi nelle staccate più violente. Le monoposto americane sono state davanti alle Alfa Romeo, a parità di motore clienti Ferrari. Antonio Giovinazzi è 16esimo con la C39 davanti a Kimi Raikkonen: ha iniziato bene per cancellare il botto del Belgio...

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Finland Valtteri Bottas Mercedes 28 1'20.703     258.414
2 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 27 1'20.948 0.245 0.245 257.632
3 Thailand Alexander Albon Red Bull 30 1'21.500 0.797 0.552 255.887
4 Russian Federation Daniil Kvyat AlphaTauri 31 1'21.555 0.852 0.055 255.714
5 Netherlands Max Verstappen Red Bull 22 1'21.641 0.938 0.086 255.445
6 France Pierre Gasly AlphaTauri 27 1'21.667 0.964 0.026 255.363
7 Mexico Sergio Perez Racing Point 25 1'21.747 1.044 0.080 255.113
8 United Kingdom Lando Norris McLaren 29 1'21.747 1.044 0.000 255.113
9 Australia Daniel Ricciardo Renault 22 1'21.789 1.086 0.042 254.982
10 Spain Carlos Sainz Jr. McLaren 27 1'21.821 1.118 0.032 254.883
11 Monaco Charles Leclerc Ferrari 25 1'21.904 1.201 0.083 254.624
12 France Esteban Ocon Renault 28 1'21.984 1.281 0.080 254.376
13 Canada Lance Stroll Racing Point 21 1'22.131 1.428 0.147 253.921
14 France Romain Grosjean Haas 20 1'22.409 1.706 0.278 253.064
15 Denmark Kevin Magnussen Haas 19 1'22.422 1.719 0.013 253.024
16 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 24 1'22.552 1.849 0.130 252.626
17 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo 27 1'22.619 1.916 0.067 252.421
18 Israel Roy Nissany Williams 25 1'22.826 2.123 0.207 251.790
19 Germany Sebastian Vettel Ferrari 24 1'22.988 2.285 0.162 251.298
20 Canada Nicholas Latifi Williams 22 1'23.120 2.417 0.132 250.899

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

condivisioni
commenti
Red Bull: il flap mobile è quasi piatto!
Articolo precedente

Red Bull: il flap mobile è quasi piatto!

Prossimo Articolo

LIVE Formula 1, Gran Premio d'Italia: Libere 2

LIVE Formula 1, Gran Premio d'Italia: Libere 2
Carica commenti
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021