Ferrari: Sainz si migliora ancora, poi tocca a Mick Schumacher

Lo spagnolo ha completato 53 giri nella mattinata, concludendo con la SF71H il suo primo test in pista con la Ferrari. Carlos ha migliorato sensibilmente il tempo di ieri e il passo che ha tenuto con la Rossa, dimostrando già un buon feeling con le procedure della macchina e la squadra. Oggi pomeriggio entra in scena Mick che è il terzo pilota titolare di questa cinque giorni di Fiorano.

Ferrari: Sainz si migliora ancora, poi tocca a Mick Schumacher

Oggi c’è il passaggio di consegne: Carlos Sainz ha chiuso la giornata e mezza di presa di contatto con la Ferrari e lascia il volante della SF71H nella mani di Mick Schumacher che sarà in pista a Fiorano oggi pomeriggio e domani mattina, prima che la lunga cinque giorni del Cavallino venga chiusa da Callum Ilott.

Lo spagnolo ha totalizzato 53 giri migliorando la prestazione di ieri con un 56”65 preso manualmente: questa volta lo spagnolo ha ottenuto questa prestazione senza fare il “taglio” del Curvone, come è successo ieri, transitando nella stringa di asfalto più interna che generalmente non viene utilizzata.

Il primo approccio di Sainz con la Scuderia in pista è stato molto positivo e senza grandi problemi: il madrileno ha cominciato con il sole e poi il cielo si è coperto facendo scendere la temperatura dell’asfalto che è rimasta molto bassa, non offrendo le migliori condizioni di grip alle gomme Demo.

Leggi anche:

Il lavoro del neo ferrarista è rimasto nel solco di quanto si era già visto ieri, alternando un giro veloce a due di ricarica della batteria dell’ibrido. Il passo, comunque, è stato decisamente più rapido, segno che certi meccanismi nella gestione della SF71H cominciano a funzionare a dovere, specie nelle regolazioni del volante computer dettate dai tecnici capeggiati da Riccardo Adami, l’ingegnere di pista che lo seguirà durante la stagione 2021.

Ha colpito come il debutto di Sainz jr a Fiorano abbia mosso i tifosi del Cavallino che anche oggi si sono assiepati fuori dalle reti del circuito Ferrari, nei pochi punti dove è ancora permessa la visuale sulla pista, per fare arrivare il loro affetto al conduttore iberico che ha avuto l’opportunità di effettuare una full immersion nella vita della squadra.

Leggi anche:

Dopo la sosta pranzo toccherà a Mick Schumacher scendere in pista: il tedesco, campione della Formula 2 in carica, sarà il terzo pilota titolare di F1 a cimentarsi in questi giorni con la Rossa dopo Sainz e Leclerc. Per il figlio del Kaiser si tratta di una buona opportunità di allenamento in vista del debutto sulla Haas nei test invernali che si effettueranno a Sakhir dal 12 al 14 marzo.

Il confronto a parità di macchina con la coppia di piloti della Ferrari renderà questa sessione divisa in due giorni particolarmente probante. Bene ha fatto il marchio del Cavallino a offrire questa opportunità al ragazzo, visto che un altro rookie del Circus, Yuki Tsunoda sta sfruttando due due giorni la pista di Imola con la Toro Rosso riverniciata con la livrea AlphaTauri, mentre il terzo deb della F1, Nikita Mazepin deve aspettare i test collettivi in Bahrain per cimentarsi.

condivisioni
commenti
F1: l'idrogeno potrà essere la soluzione per il futuro?
Articolo precedente

F1: l'idrogeno potrà essere la soluzione per il futuro?

Prossimo Articolo

Williams: l'accordo con Mercedes indica una nuova mentalità

Williams: l'accordo con Mercedes indica una nuova mentalità
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021