Gutierrez: "Ho imparato tanto dai migliori"

condivisioni
commenti
Gutierrez:
Redazione
Di: Redazione
22 dic 2015, 12:14

Prima della nuova avventura con Haas, il messicano ha ringraziato per la bella esperienza da riserva Ferrari

Esteban Gutierrez, collaudatore Ferrari, con Piero Ferrari, vice presidente Ferarri, a bordo della F
Da sinistra a destra: Kimi Raikkonen, Sebastian Vettel, Esteban Gutierrez e Maurizio Arrivabene, Team Principal Scuderia Ferrari
Esteban Gutierrez, Ferrari
Esteban Gutierrez, collaudatore e terzo piolta Ferrari
(Da sinistra a destra): Pierre Gasly, Red Bull Racing Test Driver con Esteban Gutierrez, collaudatore e terzo pilota Ferrari e Stoffel Vandoorne,collaudatore e terzo pilota McLaren
Kimi Raikkonen, Ferrari ed Esteban Gutierrez, collaudatore Ferrari

Una stagione da terzo pilota per la Scuderia Ferrari. Adesso Esteban Gutierrez è pronto a guardare avanti, alla sua nuova sfida con la Haas F1 da titolare. Ma prima vuole ricapitolare un anno speciale ed è quello che ha fatto in questa breve intervista rilasciata al sito ufficiale del Cavallino.

Hai trascorso un po’ di questo Natale con la Scuderia Ferrari, adesso però ti aspetta una sfida diversa, come ti senti?
"In questo momento, prima di tutto, mi sento molto grato dell’incredibile opportunità che mi è stata data dalla Scuderia. E’ stato un lungo anno ma è passato molto in fretta e ho imparato tante cose da persone in gamba, i migliori meccanici, i migliori ingegneri, due campioni del Mondo come Sebastian e Kimi, il miglior Team Principal, Maurizio. Li ringrazio davvero molto. Mi hanno accolto nel loro mondo, io da terzo pilota ho dato il mio contributo e ho cercato di imparare il più possibile da questa esperienza".

Che cosa pensi di poter portare a una squadra completamente nuova come quella per la quale correrai il prossimo anno?
"Adesso ho davanti a me una grande sfida e credo di poter dare un grande contributo nel nuovo team con la mia esperienza, la mia conoscenza dello sviluppo del motore, del cambio, dal 2012 al 2014, quando le regole sono cambiate in modo importante. Così come le cose sono cambiate tra il 2014 e il 2015. Ho sempre guidato motori Ferrari, quindi penso sia importante conoscere bene tutte le procedure".

Prima di tutto questo però, ci sono le vacanze natalizie. Quali sono i tuoi programmi? Tornare in Messico?
"Adesso è tempo di tornare a casa, dalla famiglia. Ho un po’ di tempo libero dopo aver viaggiato molto e dopo tanta preparazione e tanti eventi. In generale penso che la cosa più importante, per noi che facciamo parte del mondo della Formula 1, sia poter riposare accanto alle proprie famiglie, senza muoversi, senza viaggiare, è la miglior cosa da fare".

Prossimo articolo Formula 1
Newey teme anche la McLaren-Honda per il 2016

Previous article

Newey teme anche la McLaren-Honda per il 2016

Prossimo Articolo

Schumacher, la manager denuncia: "Da irresponsabili dire che cammina"

Schumacher, la manager denuncia: "Da irresponsabili dire che cammina"
Carica commenti