Newey teme anche la McLaren-Honda per il 2016

condivisioni
commenti
Newey teme anche la McLaren-Honda per il 2016
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
22 dic 2015, 11:02

Il genio tecnico della Red Bull si aspetta un'annata molto difficile per la sua squadra e attende le regole 2017

Daniel Ricciardo, Red Bull-Renault RB7
Daniel Ricciardo, Red Bull-Renault RB7
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB11
Adrian Newey, Capo Ufficio Tecnico di Red Bull Racing

Adrian Newey si aspetta un'altra stagione difficile per la Red Bull nel 2016. Anzi, forse ancor di più di quanto non lo sia stata il 2015. La squadra di Milton Keynes ha cercato in tutti i modi una power unit competitiva per il prossimo Mondiale, ma alla fine si è dovuta arrendere a rifirmare con la Renault, che gli fornirà power unit rebrandizzate Tag Heuer. Il genio che si nasconde dietro ai successi delle "lattine", dunque, attende con ansia l'arrivo delle nuove regole nel 2017.

"Francamente, penso che sarà una stagione estremamente difficile per noi. Se inizieremo il campionato con la potenza che abbiamo avuto nel 2014 e nel 2015, e questo dovrebbe essere il nostro caso, saremo ancora più indietro. Secondo i nostri dati, abbiamo guadagnato qualcosa dal punto di vista del telaio, ma le squadre factory faranno sicuramente un passo avanti. Mercedes e Ferrari saranno ancora più forti" ha detto Newey a Motorsport.com.

Il suo timore è che nel 2016 possano rifarsi sotto squadre che non avevano la Red Bull alla propria portata fino ad ora: "La Toro Rosso, la nostra squadra sorella, avrà la power unit Ferrari 2015, che è considerevolmente più avanti rispetto a quella Renault di quest'anno. Credo che anche la Honda farà uno step, perché penso che il loro motore sia interessante. Il problema è che hanno fatto una MGU-H troppo piccola, ma si tratta di un qualcosa facilmente risolvibile durante l'inverno".

La speranza quindi è proprio in una svolta garantita dalla Federazione con le regole 2017: "Per questo dico che l'anno prossimo sarà molto difficile per noi. Poi bisognerà vedere come verranno modificate le regole per il 2017 ed oltre. Bisogna capire se l'organo regolatore vuole fare in modo di garantire dei propulsori competitivi anche alle squadre private come la nostra o meno".

Prossimo articolo Formula 1
Parte oggi la prevendita per il GP d'Italia di F.1

Articolo precedente

Parte oggi la prevendita per il GP d'Italia di F.1

Prossimo Articolo

Gutierrez: "Ho imparato tanto dai migliori"

Gutierrez: "Ho imparato tanto dai migliori"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Red Bull Racing Acquista adesso
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie