Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
62 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
93 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
101 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
111 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
118 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
132 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
146 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
174 giorni
02 set
Prossimo evento tra
181 giorni
09 set
Prossimo evento tra
188 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
202 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
209 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
216 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
230 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
237 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
273 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
282 giorni

F1, Bahrain, Libere 1: Hamilton fa subito il vuoto

Le Mercedes dominano la prima sessione di prove libere del GP del Bahrain con Hamilton che rifila oltre quattro decimi anche a Bottas e quasi un secondo a tutti gli altri. Il turno è iniziato con un asfalto viscido per una leggera pioggia. I team hanno avuto la possibilità di provare le gomme Prototipo 2021. Dietro alle W11 sono spuntati Perez, Sainz e Gasly davanti alle due Red Bull. La Ferrari ha lavorato per il prossimo anno e non ha cercato i tempi.

F1, Bahrain, Libere 1: Hamilton fa subito il vuoto

Anche in Bahrain la F1 ha trovato la pista leggermente umida a causa di una pioggerellina che ha inumidito l'asfalto di Al Sakhir nella prima sessione di prove libere. Su un tracciato ancora molto green Lewis Hamilton è arrivato a un tempo di 1'29"033 con le gomme medie, che è una prestazione di 1"3 migliore rispetto allo scorso anno.

L'unico che ha tenuto il passo dell'epta-campione è stato Valtteri Bottas che con la seconda Mercedes ha buscato 449 millesimi dal compagno di squadra a parità di mescola gialla. Il finlandese ha spiattellato il primo treno di hard con due bloccaggi in staccata. I due piloti di Brackley hanno anche assaggiato un treno di pneumatici Prototipo 2021 come hanno fatto quasi tutti i piloti in griglia: hanno cercato il tempo e si sono concentrati su quelle gomme anche nel long run. Insomma hanno svolto un proficuo lavoro per il prossimo anno pur svettando su tutti.

Dietro alle frecce nere è spuntato Sergio Perez con la Racing Point dotata di gomme Soft: la RP2o del messicano, ricordiamo secondo in Turchia, è stato capace di limitare un distacco dalle W11 inferiore di poco al secondo con 1'30"000.

Con le Proto 2021 Carlos Sainz è arrivato a 18 millesimi di secondo dalla Racing Point con la McLaren, precedendo Pierre Gasly che ha portato l'AlphaTauri in quinta piazza con le gomme rosse di appena 31 millesimi dietro alla MCL35. Il francese è riuscito a stare davanti alle due Red Bull di Max Verstappen e Alexander Albon.

L'olandese con 1'30"294 è stato davanti all'anglo-thailandese di appena 7 millesimi pur disponendo di una RB16 più evoluta con il pacchetto aerodinamico che ha debuttato in Turchia, mentre il compagno di squadra ha girato nella versione standard. La sensazione è che per ora l'auspicato salto di qualità non si è visto. Max ha trovato una macchina piuttosto nervosa e non è riuscito a evitare un innocuo testacoda all'ultima curva. La top ten è completata dalle due Renault di Esteban Ocon, ottava, e Daniel Ricciardo, decimo, che hanno chiuso a panino la Racing Point di Lance Stroll nona.

E la Ferrari? La squadra di Maranello nella prima parte del turno ha svolto delle prove aerodinamiche con Charles Leclerc: il monegasco aveva la sua SF1000 strumentata con un grande rastrello montato dietro alle ruote anteriori, anche perché il giovane pilota del Cavallino ha svolto i collaudi con le gomme 2021 dotate di una nuova costruzione con un profilo di disegno leggermente diverso che impatta sui flussi in arrivo dall'ala anteriore.

Nel posteriore della Rossa si è notata una vistosa luce nella parte bassa destra del diffusore: si trattava di una telecamera HD in grado di riprendere le flessioni delle singole parti dell'estrattore che aveva in diverse parti degli adesivi millimetrati per misurarne i movimenti.

Charles ha lavorato a velocità costante a 150 e 200 km/h prima di togliere gli strumenti e valutare le gomme del prossimo anno: non è stato esente da un testacoda. Vettel. invece, ha lavorato sul presente per creare una comparazione di dati a parità di condizioni. Non deve sorprendere, quindi, trovare Leclerc 11esimo e Vettel 12esimo.

Molto positiva la prestazione di Robert Kubica tornato sull'Alfa Romeo di Kimi Raikkonen: il polacco, 13esimo, al rientro in F1 da agosto è stato più veloce di Antonio Giovinazzi: il pugliese con la seconda C39 è 16esimo ma accusato dei problemi alla selezione delle marce nel cambio.

Fra le due monoposto del biscione ci sono i due piloti della Haas con Romain Grosjean davanti a Kevin Magnussen. Non ha brillato Daniil Kvyat 17esimo con l'AlphaTauri, come Lando Norris alle prese con preblemi alla sua McLaren.

Chiudono le Williams: Nicholas Latifi è l'unico che non ha sperimentato le gomme Pirelli 2021 (lo farà nel secondo turno): il canadese ha preceduto di quattro decimi Nissany che ha guidato la FW43 lasciata libera da George Russell.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 40 1'29.033     218.831
2 Finland Valtteri Bottas Mercedes 41 1'29.482 0.449 0.449 217.733
3 Mexico Sergio Perez Racing Point 31 1'30.000 0.967 0.518 216.480
4 Spain Carlos Sainz Jr. McLaren 31 1'30.018 0.985 0.018 216.436
5 France Pierre Gasly AlphaTauri 34 1'30.049 1.016 0.031 216.362
6 Netherlands Max Verstappen Red Bull 18 1'30.294 1.261 0.245 215.775
7 Thailand Alexander Albon Red Bull 34 1'30.302 1.269 0.008 215.756
8 France Esteban Ocon Renault 28 1'30.384 1.351 0.082 215.560
9 Canada Lance Stroll Racing Point 30 1'30.426 1.393 0.042 215.460
10 Australia Daniel Ricciardo Renault 30 1'30.508 1.475 0.082 215.264
11 Monaco Charles Leclerc Ferrari 29 1'30.589 1.556 0.081 215.072
12 Germany Sebastian Vettel Ferrari 24 1'30.628 1.595 0.039 214.979
13 Poland Robert Kubica Alfa Romeo 24 1'30.732 1.699 0.104 214.733
14 France Romain Grosjean Haas 28 1'30.832 1.799 0.100 214.497
15 Denmark Kevin Magnussen Haas 29 1'30.854 1.821 0.022 214.445
16 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 27 1'30.896 1.863 0.042 214.346
17 Russian Federation Daniil Kvyat AlphaTauri 37 1'31.020 1.987 0.124 214.054
18 United Kingdom Lando Norris McLaren 27 1'31.392 2.359 0.372 213.182
19 Canada Nicholas Latifi Williams 29 1'32.472 3.439 1.080 210.692
20 Israel Roy Nissany Williams 27 1'32.801 3.768 0.329 209.946
condivisioni
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio del Bahrain: Libere 1

Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio del Bahrain: Libere 1

Prossimo Articolo

LIVE Formula 1, Gran Premio del Bahrain: Libere 2

LIVE Formula 1, Gran Premio del Bahrain: Libere 2
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Bahrain
Sotto-evento Libere 1
Location Bahrain International Circuit
Team Ferrari , Red Bull Racing , Mercedes
Autore Franco Nugnes
Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso? Prime

Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso?

L'Alpine A521 succede alla Renault R.S.20, andando a riprenderne molti dei punti di forza senza tuttavia evolverli. Andiamo a conoscere più da vicino il team di Enstone che riporta in F1 Fernando Alonso e che, in questa stagione, sarà diretto da Davide Brivio

F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica Prime

F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica

Il 3 marzo del 1992 ci lasciava Lella Lombardi, l'unica donna a conquistare punti nella storia della Formula1. Riviviamo la sua storia, la sua impresa, e il suo più grande amore: le corse.

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare Prime

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare

La Mercedes W12 è una monoposto che va ad estremizzare alcuni concetti visti sulla W11 ma anche sulla concorrenza. Gli attenti uomini guidati da James Allison sono andati alla ricerca del carico perduto - per motivi regolamentari - al retrotreno, massimizzando l'effetto Coanda. Ma non solo...

Formula 1
3 mar 2021
I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1 Prime

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1

23 gare sono troppe? La Red Bull riuscirà a lottare con la Mercedes? Sainz sarà al livello di Leclerc in Ferrari? Karun Chandhok ha analizzato i 10 punti interrogativi della stagione 2021 di Formula 1.

Formula 1
2 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021
Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1 Prime

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

L’accordo che McLaren ha concluso l'anno scorso con MSP Sports Capital, che aiuterà il team di Formula 1 a corto di liquidità a pagare per i tanto necessari aggiornamenti delle infrastrutture, punta anche al futuro della Formula 1 stessa, come analizza Stuart Codling di GP Racing.

Formula 1
1 mar 2021
F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher Prime

F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher

La W01 è la monoposto che rappresenta il ritorno della firma Mercedes in Formula 1, un'assenza che perdurava dal lontano 1955. Ma è anche la vettura che accompagna il ritorno della leggenda Schumacher in un campionato del mondo, nel 2010.

Formula 1
1 mar 2021
Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021? Prime

Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021?

L'olandese non si è voluto sbilanciare in occasione del filming day della Red Bull circa le reali potenzialità della RB16B. Pretattica o forse Max è rimasto scottato troppe volte negli anni passati?

Formula 1
27 feb 2021