F1 2021, Green: "Le vetture saranno leggermente diverse"

Il direttore tecnico della Racing Point, Andrew Green, prevede che le vetture utilizzate nella stagione 2021 di Formula 1 avranno un aspetto "leggermente diverso", nonostante i progetti del 2020 siano stati congelati come misura di risparmio sui costi legata al Coronavirus.

F1 2021, Green: "Le vetture saranno leggermente diverse"

Nell'ambito di un'iniziativa volta ad alleviare l'impatto economico della pandemia del COVID-19 sulle squadre, l'introduzione delle nuove regole della F1 è stato rimandato al 2022 e le vetture realizzate per il 2020 saranno nuovamente utilizzate l'anno prossimo.

Nell'ambito delle trattative in corso sul futuro della F1 è stato proposto un sistema a token per consentire aree di sviluppo limitate, e Green si aspetta che questo comporti un numero limitato di aggiornamenti visivi.

"C'è una grande spinta per cercare di mantenere la maggior parte del progetto nel 2021 e ridurre i costi della vettura" ha detto Green a Motorsport.com.

"Quindi penso che vedremo una quantità significativa di piccole cose da parte di tutti i team e penso che alcuni di essi saranno applicati per regolamento e altri solo per lo sviluppo a cui avremmo dovuto lavorare ora".

"Con tutti a casa che non lavorano, non possiamo sviluppare questa macchina. Non c'è alcuno sviluppo, quindi è naturale che l'anno prossimo si proceda nella direzione che avremmo preso quest'anno".

"Stiamo cambiando il nome del team (quando Racing Point sarà rinominata Aston Martin all'inizio del 2021), ma penso che quando arriveremo alla prima gara di Melbourne tutte le vetture avranno un aspetto leggermente diverso".

"Ma ci sarà una quantità significativa di rinvii su e giù per la pitlane".

Leggi anche:

Green ha detto che la Racing Point modificherà la sigla RP20 per includere "un riferimento Aston Martin nel nome del telaio", quando il nome del team cambierà come parte del suo legame con il costruttore.

La RP20 ha creato scalpore durante i test pre-campionato del 2020 a causa delle sue strette somiglianze con la Mercedes W10 del 2019, anche se la Racing Point insiste che non sarà motivo di protesta da parte delle squadre rivali.

"Abbiamo modificato il concetto della nostra vettura, soppesando il rischio a cui ci stavamo esponendo nel caso di un fallimento" ha detto Green.

"Ci siamo domandati: se cambiamo quello che stiamo facendo, prendiamo una strada diversa e non recuperiamo le prestazioni e ci ritroviamo con una macchina che in realtà è più lenta di quella dell'anno scorso".

"E il pensiero in quel momento era: 'Beh, sarà solo per un anno, perché dovremo comunque rottamarla'. Questo scenario, a quanto vedo, non si è materializzato".

"Noi ora abbiamo superato le prestazioni dell'auto dello scorso anno con la nuova vettura. Quindi, non ci preoccupiamo di farla funzionare per 18 mesi".

condivisioni
commenti
BMW nega l'interesse per la F1: "Ora non ci serve e c'è crisi"

Articolo precedente

BMW nega l'interesse per la F1: "Ora non ci serve e c'è crisi"

Prossimo Articolo

Brawn: “Test COVID-19 al personale di F1 ogni due giorni”

Brawn: “Test COVID-19 al personale di F1 ogni due giorni”
Carica commenti
Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari Prime

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari

Nonostante la giovane età Callum Ilott ha vissuto numerose esperienze nel motorsport. Dopo essere stato scaricato da Helmut Marko, l'inglese ha trovato una seconda opportunità con la Ferrari e adesso punta con decisione ad un ruolo da titolare in F1 nel 2022.

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring Prime

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring

Piquet, Senna, Schumacher, Vettel... questi sono solo quattro dei tanti nomi che hanno contribuito a fare la storia del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1. Riviviamo insieme alcuni degli episodi più significativi della gara ungherese.

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita Prime

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

A Silverstone la Scuderia ha sfiorato una clamorosa vittoria con Charles Leclerc. La SF21 è molto migliorata nella gestione delle gomme Pirelli (specie con la mescola media), ma per estrarre il massimo dalla Rossa i due piloti devono portarla il più avanti possibile in qualifica.

Formula 1
24 lug 2021
F1 2021: piloti dal salotto di casa Prime

F1 2021: piloti dal salotto di casa

Andiamo ad analizzare da vicino F1 2021, il videogame dedicato alla stagione attuale di Formula 1 realizzato da Codemasters

Formula 1
24 lug 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top

16esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 2).

Formula 1
22 lug 2021
Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia Prime

Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia

La storia della Formula 1 è ricca di incidenti, toccatine maliziose e vere e proprie vendette all'arma bianca entrate nell'immaginario collettivo di chi ama questo sport. E quanto visto domenica a Silverstone tra Hamilton e Verstappen sembra non essere destinato a rimanere un caso isolato...

Formula 1
22 lug 2021
Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale" Prime

Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale"

In questo nuovo appuntamento di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli commentano la portata principale offerta dal Gran Premio di Gran Bretagna: Hamilton re di Silverstone, con Max che dal decimo appuntamento della stagione raccoglie solo i tre punti della Sprint Qualifying. Con l'olandese in ospedale, i festeggiamenti del padrone di casa sono stati davvero inopportuni?

Formula 1
21 lug 2021
Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone Prime

Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone

Andiamo ad analizzare in questa puntata de Il Primo degli Ultimi i protagonisti in negativo del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1. Da un lato, abbiamo Lewis Hamilton che, nonostante la vittoria, perde sul piano morale con festeggiamenti esagerati mentre il rivale è in ospedale. E proprio il rivale, Verstappen, merita comunque un posto in rubrica per non aver ancora chiaro come si vinca un mondiale di F1. E poi c'è Toto Wolff

Formula 1
20 lug 2021