Binotto: "Ferrari disponibile al congelamento dei motori"

Il team principal della Scuderia ha cambiato la strategia del Cavallino che si era fermamente opposto al blocco delle power unit chiesto dalla Red Bull per il 2022. A Maranello sono diventati disponibili se ci sarà una effettiva parificazione delle potenze e se verrà anticipato al 2025 anche il debutto del nuovo motore.

Binotto: "Ferrari disponibile al congelamento dei motori"

Proseguono i colloqui tra FIA, Liberty e i rappresentanti delle squadre per definire la piattaforma che definirà i motori del futuro. Ci sono due problematiche che si stanno intrecciando, componendo uno scenario tutto da concordare: il congelamento delle attuali power unit ed il nuovo regolamento tecnico che detterà le linee guida dei motori da utilizzare a partire dal 2026.

Apparentemente sembrano due questioni ben separate, ma in Formula 1 il ‘dare e avere’ è all’ordine del giorno, come conferma anche questo caso.

Il congelamento dei motori è stato programmato a partire dalla stagione 2023 e la scadenza è tornata d’attualità dopo l’annuncio del ritiro della Honda al termine del prossimo anno.

La Red Bull (pochi mesi fa contraria ad ogni forma di freezing) sta spingendo molto per anticipare di un anno il congelamento delle attuali power unit, in modo da poter valutare la possibilità di proseguire nel 2022 con i motori Honda senza accollarsi delle spese di sviluppo.

Inizialmente questa proposta è stata respinta da Renault e, soprattutto, da Ferrari, ma oggi Mattia Binotto ha aperto uno spiraglio in questa direzione.

“Ciò che abbiamo sottolineato in precedenza è che la Red Bull per regolamento può sempre contare su una fornitura di motori da parte di uno dei Costruttori presenti in Formula 1 – ha spiegato il team principal della Ferrari – così come possiamo anche capire la loro intenzione di proseguire con l’utilizzo dell’attuale power unit Honda anche in futuro. Negli ultimi giorni abbiamo avuto incontri con la F1 e la FIA, e credo che come Ferrari, comprendiamo la situazione”.

Poi Binotto ha aperto alla soluzione:
“Siamo favorevoli a valutare l’anticipo di un anno del congelamento, perché questo comporterebbe anche l’anticipo al 2025 dell’introduzione delle nuove normative sul motore futuro. Non è la prima volta che la Ferrari si comporta in modo responsabile sotto questo aspetto, quindi per quanto ci riguarda sosterremo il congelamento a partire dalla stagione 2022”.

La nuova posizione della Ferrari cambia molto il quadro nel suo complesso, visto che ora solo Renault potrebbe opporsi alla richiesta avanzata dalla Red Bull.

La partita è quindi apertissima, e probabilmente sia Mercedes che Ferrari siano convinte di portare in pista nel prossimo Mondiale un motore con un ottimo potenziale, in grado di fornire garanzie di poter puntare ai massimi traguardi nel triennio successivo.

condivisioni
commenti
Renault: provato il fondo tagliato per il 2021
Articolo precedente

Renault: provato il fondo tagliato per il 2021

Prossimo Articolo

F1, Bahrain, Libere 2: Hamilton illumina la notte

F1, Bahrain, Libere 2: Hamilton illumina la notte
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021