Tarquini: "Avrei potuto vincere, ma c'è stato il contatto con Chilton..."

condivisioni
commenti
Tarquini:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
27 set 2016, 10:30

In Cina le LADA Vesta TC1 sono sembrate piuttosto in forma, ma purtroppo Gabriele Tarquini si è dovuto ritirare nella Opening Race proprio mentre lottava per il podio. Deluso Catsburg, che va comunque a punti.

Gabriele Tarquini ha la netta convinzione che avrebbe potuto vincere almeno una delle gare del FIA World Touring Car Championship disputate in Cina domenica.

Nella Opening Race, in particolare, il pilota della LADA è stato in bagarre a lungo con Tom Chilton per il secondo posto, ma un contatto al tornantino ha costretto i due alla resa, con Thed Björk che ha avuto via libera per andare a prendere e attaccare il leader Norbert Michelisz.

"Mi è dispiaciuto molto il ritiro nella Opening Race dopo il contatto con Tom Chilton, anche perché sono convinto che se fossi riuscito a passarlo avrei potuto vincere - ha dichiarato l'abruzzese - Purtroppo nella collisione si è rotta una ruota e non c'è stato nulla da fare".

Nel round successivo Tarquini ha invece tagliato il traguardo al quinto posto, subito dietro al compagno di squadra Nicky Catsburg.

"Nella Main Race non ho potuto spingere più di tanto e mi sono dovuto accontentare del quinto posto dietro a Nicky, tenendomi dietro le Volvo".

Anche Nicky Catsburg le due gare di Shanghai sono quasi una delusione, visto il potenziale mostrato dalla Vesta TC1 per tutto il weekend.

"In qualifica sono andato bene, ma ancora una volta sono sono partito bene nelle due gare della domenica. Avevo il passo per vincere, ma ho perso posizioni e concludere 4° e 5° sicuramente non è quanto in realtà potevo fare", ha ammesso l'olandese.

Ancor perggio è andata ad Hugo Valente, che in qualifica non ha passato la tagliola della Q1 ed è stato costretto a partire molto indietro.

"Il risultato delle qualifiche ha influito moltissimo sulle mie gare - dice il francese - Abbiamo dovuto sostituire la sospensione sabato sera e questo comunque ha migliorato la mia vettura, infatti nella prima gara sono riuscito a rimontare dal 13° al 6° posto con bei sorpassi. Nella Main Race ho lottato parecchio con le Honda di Norbert Michelisz e Rob Huff, ma non avevo il passo per stare con loro".

Prossimo articolo WTCC
La colonna di Lopez: "Con Citroen sono stati tre anni indimenticabili!"

Articolo precedente

La colonna di Lopez: "Con Citroen sono stati tre anni indimenticabili!"

Prossimo Articolo

Muller: "Orgoglioso della Citroën, ho preso punti preziosi"

Muller: "Orgoglioso della Citroën, ho preso punti preziosi"
Carica commenti