Svezia, retroscena: Ostberg ritrova l'ala perduta grazie a uno spettatore!

Nella PS6 Ostberg ha perso l'ala posteriore probabilmente non fissata a dovere e uno spettatore, avendo letto gli annunci del team JipoCar e del WRC, ha trovato e riportato l'appendice al service.

Svezia, retroscena: Ostberg ritrova l'ala perduta grazie a uno spettatore!
Mads Ostberg, Ola Floene, Ford Fiesta WRC
Mads Ostberg, Ola Floene, Ford Fiesta WRC
Mads Ostberg, Ola Floene, Ford Fiesta WRC
La Ford Fiesta RS WRC Plus di Mads Ostberg e Ola Floene
Mads Ostberg e Ola Floene con la Ford Fiesta RS WRC Plus

Mads Ostberg è tornato a correre nel WRC questo fine settimana, al Rally di Svezia. Il pilota norvegese del team OneBet JipoCar (iscritto però con il nome M-Sport) si è comportato decisamente bene nella giornata odierna, ma è stato protagonista di un episodio curioso e sfortunato che lo ha costretto al ritiro a una speciale dalla fine della prima tappa.

Nella PS6, la Hof-Finnskog 2 di 21,26 chilometri, Mads era impegnato ad affrontare un velocissimo rettilineo da guidare con il piede destro affondato nell'acceleratore. "A tavoletta", senza mezzi termini. A un certo punto il 30enne ha sentito un rumore proveniente dal tettuccio della sua Fiesta, per poi avvertire un'accentuata instabilità della stessa.

Cos'è successo? L'alettone posteriore che genera carico aerodinamico e che aiuta la vettura a rimanere stabile ad altissime velocità... è volato via, probabilmente fissata non a dovere alla parte retrostante del tetto della Fiesta. Ostberg si è accorto di aver perso l'ala dal comportamento nervoso della vettura, divenuta praticamente inguidabile. Impossibile tornare indietro e recuperare la preziosa appendice, dunque per questo il team e WRC hanno cooperato per tentare di far riavere l'ala al team.

Attraverso un tweet e ad annunci ufficiali su wrc.com, le parti si sono unite per permettere al team di proseguire la gara. L'ala, però, sembrava ormai dispersa, magari preda di qualche tifoso a cui non era parso vero di portarsi a casa un souvenir così importante.

 

Dopo lo svolgimento della PS7 - a cui Ostberg ha preso parte senza ala, prendendo rischi notevoli - uno spettatore è arrivato con la propria vettura al Parco Assistenza e ha riportato la preziosa ala al team avendo letto gli annunci della squadra e del WRC.

Un bel gesto, che però non ha comunque permesso a Mads di proseguire la corsa. Il pilota ha preferito ritirarsi a causa della pericolosità della vettura senza il supporto aerodinamico dell'ala. Ripartirà certamente domani grazie alla formula del Rally2 e anche all'azione civile dello spettatore.

 
condivisioni
commenti
Svezia: Neuville domina la prima tappa davanti a Latvala
Articolo precedente

Svezia: Neuville domina la prima tappa davanti a Latvala

Prossimo Articolo

Svezia, PS9: Tanak riparte alla grande. Neuville amministra

Svezia, PS9: Tanak riparte alla grande. Neuville amministra
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri Prime

Le migliori gare del 2021: Rovanpera all'Acropoli non fa prigionieri

Prosegue la nostra review PRIME delle gare più belle del 2021. Questa volta è il turno del Rally dell'Acropoli di WRC, con Rovanpera che coglie il secondo successo in carriera dopo il Rally d'Estonia, ma è il primo in cui domina in lungo e in largo. Non c'è mai stata storia e il futuro sembra suo.

WRC
27 dic 2021
Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato Prime

Le migliori gare del 2021: a Monte-Carlo Ogier diventa re del Principato

Il Rallye Monte-Carlo, ovvero l'evento più conosciuto al mondo per quanto riguarda il WRC, ha regalato nel 2021 un'edizione in cui abbiamo potuto assistere all'one man show di Sébastien Ogier, diventato il pilota più vincente della storia nel Principato grazie a una prova di forza senza precedenti.

WRC
23 dic 2021
I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC Prime

I pro e contro del terzo ritorno di Sébastien Loeb nel WRC

Sébastien Loeb correrà part time nel WRC con M-Sport, al volante della Ford Puma Rally1 ibrida. Analizziamo pro e contro di questa scelta che riporta il 9 volte iridato nel Mondiale Rally all'età di 47 anni.

WRC
21 dic 2021
Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra Prime

Pagelle WRC | M-Sport, è l'ultimo anno nell'ombra

Quando punti i tuoi fondi al 2022 e quando punti sull'inesperienza, ottieni il 2021 di M-Sport. Andiamo ad analizzare il campionato del team britannico in questo video di Motorsport.com, con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
14 dic 2021
WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo Prime

WRC | Cosa perde Hyundai senza Andrea Adamo

Andrea Adamo ha lasciato la guida di Hyundai Motorsport WRC dopo 36 mesi e 2 titoli iridati, i primi della storia per la casa coreana nel Mondiale Rally. Ecco qual è l'eredità del manager italiano e quali sono i punti da cui Hyundai dovrà ripartire.

WRC
8 dic 2021
Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti Prime

Pagelle WRC | Hyundai, un 2021 di rimpianti

In questo 2021 fatto di rimpianti per Hyundai, gran parte della colpa è dell'affidabilità. Con Beatrice Frangione e Giacomo Rauli, analizziamo la stagione del team sudcoreano nel nuovo video di Motorsport.com.

WRC
7 dic 2021
Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto Prime

Video WRC | Pagelle: Toyota, l'anno perfetto

Un doppio titolo mondiale per chiudere una stagione praticamente perfetta, reso possibile da un insieme di fattori: una buona macchina, una nuova dirigenza e un team impeccabile. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano la prestazione della Toyota Gazoo Racing, vincitrice assoluta del mondiale WRC 2021.

WRC
30 nov 2021
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
27 nov 2021