Vinales: "Domenica ho sbagliato gomma. Dovrò stare attento"

Il pilota della Yamaha si è ripetuto in qualifica a Misano centrando la seconda pole di fila ma ha ripreso il suo team per evitare di sbagliare daccapo la scelta delle gomme in gara.

Vinales: "Domenica ho sbagliato gomma. Dovrò stare attento"

Anche questo sabato Maverick Vinales è stato il più rapido al termine della sessione di qualifiche del Gran Premio dell’Emilia Romagna di MotoGP conquistando la seconda pole consecutiva sul tracciato di Misano.

Domenica scorsa, però, il pilota spagnolo nonostante fosse partito dalla prima casella, non è stato competitivo soprattutto nei primi giri di gara ed ha accusato la squadra per la scelta errata della gomma posteriore essendo stato l’unico a montare la mescola dura.

“Quando lavori tutto il fine settimana e il responsabile dei pneumatici ti dice che la gomma dura è l'opzione migliore lo ascolti, anche se vedi che le altre Yamaha sono su una gomma diversa”, ha spiegato Maverick quando gli è stata chiesta questa scelta.

“Abbiamo commesso un errore e bisogna fare molta attenzione a questi dettagli, perché avevo un grande potenziale per la gara. Questo fine settimana ho lavorato molto con la gomma media e credo sia la scelta migliore. Devo lavorare di più con Michelin, perché a volte la loro opinione è diversa da quella del mio responsabile degli pneumatici. Non ho visto nessuno lavorare con la dura questo fine settimana”, ha dichiarato escludendo la scelta di quest’ultima mescola.

In seguito a quell'errore, è stato domandato a Maverick se aveva chiesto di cambiare il responsabile degli pneumatici.

“Non ho chiesto alcun cambio. Abbiamo un responsabile Michelin ma ne abbiamo anche uno della Yamaha e non credo che sia stato fatto un buon lavoro. Stiamo lavorando molto con Esteban Garcia (il suo capo meccanico ndr.) in modo che non ci sfugga nessun dettaglio”.

Nonostante al termine della gara di domenica scorsa Vinales non abbia voluto indicare nell’errata scelta di gomme la causa per il pessimo risultato, oggi per lo spagnolo è sembrato chiaro come il problema principale sia stato da addebitare all’errore nell’individuazione della mescola corretta.

“La spiegazione della brutta gara della scorsa settimana è stata la scelta delle gomme, non avevo aderenza, ma impariamo dagli errori e abbiamo lavorato molto con la mescola media in questo weekend. Abbiamo cambiato qualcosa sulla moto ed i tempi sul giro che abbiamo ottenuto sono buoni. La storia potrebbe cambiare domani rispetto allo scorso fine settimana. Ho lavorato duramente per far sì che ciò avvenga”.

Oltre che alle gomme, Maverick ha prestato attenzione anche all'assetto della moto pensando più alla gara che al giro veloce.

“Ho avuto problemi con il set-up in gara, quindi ho lavorato tutto il fine settimana con questo aspetto in mente. Senza benzina andavo bene, mentre con il serbatoio pieno non tanto, ma abbiamo migliorato alcune cose. Speriamo che funzioni, e se non dovesse funzionare ci riproveremo a Barcellona. Abbiamo fatto una ottima FP4 e adesso dobbiamo concretizzare in gara”.

Il pilota della Yamaha ha voluto concentrarsi sull'anteriore della moto, credendo che sia  impossibile risolvere i problemi al posteriore.

“Abbiamo lavorato sulla gomma anteriore e questa mattina abbiamo fatto un passo avanti positivo. Mi sento meglio con il serbatoio pieno, vedremo se riusciremo a confermarci in gara. Questa volta abbiamo lavorato più sul set-up di gara per tutto il weekend più che sul giro veloce”.

Se Maverick ha compiuto dei passi avanti, lo stesso può dirsi degli altri piloti in griglia.

“Tutti hanno lavorato duramente qui, soprattutto durante i test. Siamo tutti più vicini con 15 piloti che hanno girato in 1’31. Potrà essere una gara di gruppo”.

“Sono riuscito a girare in 1’32 molto presto e penso che domani potremo fare molti giri di fila con questo ritmo. Abbiamo lavorato in modo diverso questo fine settimana. Venerdì ho avuto qualche difficoltà, ma oggi mi sono sentito subito meglio quando sono andato in pista. Se domani non mi metto a lottare, penso di poter avere un buon ritmo di gara”.

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
1/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
2/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
3/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
4/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
5/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
6/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
7/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
8/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
9/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
10/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
11/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
12/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
13/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
14/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
15/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
16/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
17/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Isaac Vinales, Kallio Racing
Isaac Vinales, Kallio Racing
18/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
19/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
20/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
21/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
22/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Devo guidare in modo innaturale e non ci riesco"

Articolo precedente

Dovizioso: "Devo guidare in modo innaturale e non ci riesco"

Prossimo Articolo

Quartararo: "Per me è difficile usare bene l'holeshot"

Quartararo: "Per me è difficile usare bene l'holeshot"
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021