Rossi-Petronas: finalmente ci sono firma e ufficialità

Questa mattina il "Dottore" ha firmato il contratto nel paddock di Barcellona e pochi minuti dopo è arrivato l'annuncio dell'accordo per il 2021 con Petronas.

Rossi-Petronas: finalmente ci sono firma e ufficialità

E' stata una telenovela piuttosto lunga, ma ora è finalmente tutto nero su bianco: questa mattina Valentino Rossi ha firmato il contratto che lo legherà alla Yamaha Petronas nella stagione 2021, continuando la sua avventura in MotoGP a ben 42 anni.

Alla fine del 2020, dunque, si chiuderà l'avventura del "Dottore" nella squadra ufficiale della Casa di Iwata, con la quale però resterà un rapporto molto stretto, visto che continuerà ad avere un trattamento da pilota factory anche nella squadra satellite.

Un team comunque di altissimo livello, che nelle prime sette gare di questa stagione è già riuscito a raccogliere ben tre vittorie, due con Fabio Quartararo, che lo sostituirà nel Factory Team, ed una con il futuro compagno di squadra del pesarese, ovvero Franco Morbidelli.

Nella giornata di giovedì, Rossi aveva già anticipato dei dettagli importanti di questo accordo, che per il momento è della durata di un solo anno, ma che non esclude che il rapporto possa proseguire anche nel 2022 se tutte le parti in causa (il pilota, il team e Yamaha) saranno felici di farlo.

Leggi anche:

Molto dipenderà da come il 9 volte iridato inizierà la prossima stagione, quindi da quali saranno i suoi risultati nelle prime gare del campionato. Quando arriverà la pausa estiva poi dovrà essere presa una decisione di concerto tra tutte le parti, anche se ovviamente il feeling di Valentino sarà una delle chiavi della decisione.

Per quanto riguarda la composizione della sua squadra, il pilota di Tavullia sarà seguito dal capo tecnico David Munoz, dal telemetrista Matteo Flamigni e dal coach Idalio Gavira. Dopo 20 anni terminerà invece la collaborazione con il tandem australiano formato da Alex Briggs e Brent Stephens.

"Sono molto felice di continuare a correre nel 2021 e di farlo con Petronas Yamaha Sepang Racing. Ho riflettuto molto prima di prendere questa decisione, perché la sfida si fa sempre più calda. Per essere al top in MotoGP bisogna lavorare molto e duramente, allenarsi ogni giorno e condurre una vita da atleta, ma mi piace ancora e voglio ancora correre" ha detto Valentino. che al momento è nono nel Mondiale, ma staccato di soli 28 punti dal leader Andrea Dovizioso, con un terzo posto a Jerez come miglior risultato stagionale.

"Nella prima metà dell'anno ho fatto la mia scelta e ho parlato con la Yamaha, che è d'accordo con me. Mi hanno detto che, anche se non c'era posto per me nel Factory Team, la moto ufficiale ed il supporto della Casa erano garantiti" ha aggiunto Rossi.

Non poteva mancare un pensiero alla sua futura squadra: "Sono molto felice di passare alla Petronas Yamaha SRT. Sono giovani, ma hanno già dimostrato di essere un top team. Sono molto seri e ben organizzati. Per quest'anno ho cambiato il mio capo tecnico. Sono molto felice di David e penso che non abbiamo ancora raggiunto il massimo. Questo è uno dei motivi per cui ho scelto di continuare, perché l'atmosfera del team è qualcosa che mi piace molto".

Qualche parola, infine, anche per il futuro compagno Morbidelli: "Sarà bello avere Franco come compagno di squadra, visto che è un pilota dell'Academy. Penso che possiamo lavorare bene insieme e fare delle cose belle".

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP, Barcellona, Libere 3: Quartararo al top, Dovizioso in Q1

Articolo precedente

MotoGP, Barcellona, Libere 3: Quartararo al top, Dovizioso in Q1

Prossimo Articolo

LIVE MotoGP, GP di Catalogna: Libere 4 e Qualifiche

LIVE MotoGP, GP di Catalogna: Libere 4 e Qualifiche
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Team Petronas Yamaha SRT
Autore Matteo Nugnes
Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5 Prime

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Tanti promossi e tanti bocciati in questo Gran Premio del Portogallo, terza tappa di MotoGP. Ecco le pagelle stilate da Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com, e commentate in compagnia di Marco Congiu.

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP
19 apr 2021
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021