MotoGP
09 ott
Prossimo evento tra
10 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
17 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
Prossimo evento tra
24 giorni
G
GP d'Europa
06 nov
Prossimo evento tra
38 giorni
13 nov
Prossimo evento tra
45 giorni
G
GP del Portogallo
20 nov
Prossimo evento tra
52 giorni

MotoGP, Misano: Vinales in pole nel poker Yamaha

condivisioni
commenti
MotoGP, Misano: Vinales in pole nel poker Yamaha
Di:

Le M1 monopolizzano le prime quattro posizioni, con Maverick che firma il record di Misano e precede Morbidelli, Quartararo e Rossi. Dovizioso solo nono.

Le Yamaha hanno letteralmente dominato le qualifiche del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, andando a monopolizzare le prime quattro posizioni dello schieramento di partenza, capitanate da un Maverick Vinales che ha fatto segnare il nuovo record del tracciato di Misano, firmando la sua 12esima pole position in MotoGP.

Lo spagnolo ha spinto la sua M1 fino ad un crono di 1'31"411. Una prestazione spaziale, che ha infranto i sogni di gloria di Franco Morbidelli, che era andato a prendersi la pole provvisoria con un 1'31"723 che alla fine è valso solo la piazza d'onore, con un ritardo di oltre tre decimi.

Grande performane comunque per "Frankie", che si è tolto la soddisfazione di mettersi dietro le altre due Yamaha del leader iridato Fabio Quartararo e di Valentino Rossi. Il francese ha abortito il suo ultimo tentativo, mentre il "Dottore" con la seconda gomma non sembra aver ritrovato il grande feeling che aveva avuto con la prima e quindi si è dovuto accontentare del quarto tempo.

A dividere la seconda fila con il pilota di Tavullia ci saranno le due Ducati con i colori del Pramac Racing, con Jack Miller che è riuscito ad avere la meglio su Pecco Bagnaia per appena 5 millesimi. Una grande prova quindi per il piemontese, che è al rientro dopo tre gare d'assenza per l'operazione alla tibia fratturata a Brno.

Quarta fila per le due Suzuki, con Alex Rins davanti a Joan Mir. I due spagnoli hanno ancora dato la sensazione di avere qualche problema di troppo a frenare le loro GSX-RR, mostrando qualche lungo di troppo anche in Q2. Accanto a loro ci sarà anche la Ducati di un Andrea Dovizioso che ancora una volta ha mancato almeno l'obiettivo minimo della seconda fila. Partire nono è troppo indietro per chi deve lottare per il Mondiale.

In decima posizione c'è l'altra Ducati con i colori Avintia affidata a Johann Zarco, seguita dalle due KTM di Pol Espargaro e Miguel Oliveira, dalle quali sicuramente ci si aspettava di più. Dopo aver passato la Q1, però, le RC16 hanno faticato abbastanza e ne è stata un'ulteriore prova la caduta di cui è stato vittima lo spagnolo alla curva 13.

Nonostante avesse effettuato diversi test sul tracciato romagnolo, l'Aprilia ha mancato l'accesso alla Q2, con Aleix Espargaro che si è visto eliminare per appena 148 millesimi al termine della Q1, mentre il suo compagno di squadra Bradley Smith scatterà addirittura 20esimo, con alle sue spalle solo un disastroso Alex Marquez.

Ma a fare ancora più notizia è sicuramente l'assenza di Honda nelle prime quattro file dello schieramento: senza Marc Marquez, la Casa giapponese sembra aver perso completamente la strada e la migliore delle RC213V è quella di Takaaki Nakagami, 13esimo, davanti ad un altrettanto deludente Brad Binder. Non bisogna dimenticare, infatti, che il sudafricano al momento è quarto nel Mondiale, quindi è quello messo meglio in classifica tra i piloti della KTM.

Si prospetta un'altra gara in salita poi per Danilo Petrucci, unico tra i piloti ufficiali della Ducati a non essere riuscito a centrare la Q2. Il pilota di Terni dovrà accontentarsi di prendere il via dalla 15esima casella dello schieramento di partenza.

Bisogna ricordare infine l'assenza in pista di Cal Crutchlow, che dovrà disertare anche la gara della settimana prossima. Il pilota della Honda LCR era stato operato al braccio destro per un problema di sindrome compartimentale, ma alla fine della giornata di ieri si è riaperta la ferita, dalla quale continua a fuoriuscire del siero. Per questo, i medici hanno deciso di fermarlo e di dichiararlo unfit. La speranza del britannico è di tornare in sella a Barcellona, tra due settimane.

Classifica Q2

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Spain Maverick Viñales Yamaha 9 1'31.411     166.509
2 Italy Franco Morbidelli Yamaha 7 1'31.723 0.312 0.312 165.943
3 France Fabio Quartararo Yamaha 7 1'31.791 0.380 0.068 165.820
4 Italy Valentino Rossi Yamaha 8 1'31.877 0.466 0.086 165.664
5 Australia Jack Miller Ducati 8 1'32.052 0.641 0.175 165.350
6 Italy Francesco Bagnaia Ducati 7 1'32.054 0.643 0.002 165.346
7 Spain Alex Rins Suzuki 9 1'32.090 0.679 0.036 165.281
8 Spain Joan Mir Suzuki 9 1'32.102 0.691 0.012 165.260
9 Italy Andrea Dovizioso Ducati 9 1'32.184 0.773 0.082 165.113
10 France Johann Zarco Ducati 7 1'32.218 0.807 0.034 165.052
11 Spain Pol Espargaro KTM 5 1'32.266 0.855 0.048 164.966
12 Portugal Miguel Oliveira KTM 4 1'32.323 0.912 0.057 164.864

Classifica Q1

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Spain Pol Espargaro KTM 8 1'32.064     165.328
2 Portugal Miguel Oliveira KTM 8 1'32.212 0.148 0.148 165.063
3 Spain Aleix Espargaro Aprilia 6 1'32.295 0.231 0.083 164.914
4 Japan Takaaki Nakagami Honda 8 1'32.382 0.318 0.087 164.759
5 Italy Danilo Petrucci Ducati 7 1'32.418 0.354 0.036 164.695
6 South Africa Brad Binder KTM 8 1'32.534 0.470 0.116 164.488
7 Spain Tito Rabat Ducati 7 1'32.791 0.727 0.257 164.033
8 Spain Iker Lecuona KTM 8 1'32.838 0.774 0.047 163.950
9 Germany Stefan Bradl Honda 8 1'32.915 0.851 0.077 163.814
10 United Kingdom Bradley Smith Aprilia 8 1'33.166 1.102 0.251 163.372
11 Spain Alex Marquez Honda 9 1'33.333 1.269 0.167 163.080
12 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 0        
Crutchlow salta anche Misano 2, ma spera per Barcellona

Articolo precedente

Crutchlow salta anche Misano 2, ma spera per Barcellona

Prossimo Articolo

Rossi: "Sfida tutta Yamaha? Tosta, ma sono veloce anche io"

Rossi: "Sfida tutta Yamaha? Tosta, ma sono veloce anche io"
Carica commenti