Codacons: "Marquez e Lorenzo antisportivi. Fermateli!"

condivisioni
commenti
Codacons:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
27 ott 2015, 18:38

C'è un esposto alla FIM contro gli spagnoli. Si cavalca il caso mediatico per lucrare una facile pubblicità?

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing and Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team e Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing and Marc Marquez, Repso
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing and Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team and Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team and Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing e Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Adesso tocca al Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell'Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori - meglio conosciuto come Codacons - a prendere posizione sulla penalizzazione di Valentino Rossi a Sepang. Ha presentato un esposto alla Federazione Internazionale Motociclismo (FIM) nei confronti di Marc Marquez e Jorge Lorenzo rei di comportamento anti-sportivo che deve essere sanzionato. Ecco il testo che è stato diffuso:

"Il Codacons ha presentato un esposto ai sensi degli artt. 3.1 e seguenti del Regolamento Fim, all’organizzazione del circuito per chiedere che vengano comminate delle sanzioni nei confronti dei piloti Jorge Lorenzo e Marc Marquez, per condotta anti-sportiva. Come è emerso dall’analisi delle immagini i due piloti hanno posto in essere, entrambi, un comportamento anti-sportivo diretto a danneggiare un diretto concorrente alla corsa alla conquista del mondiale".

"Sin dal precedente Gran Premio, tenutosi in terra Australiana, sia al recente Gp della Malesia, Marc Marquez ha posto in essere una condotta diretta a svantaggiare Valentino Rossi, al solo scopo di favorire Jorge Lorenzo. Come tutti hanno potuto vedere Marquez non ha opposto alcuna resistenza al sorpasso di Lorenzo, rendendosi poi partecipa di una condotta aggressiva e provocatoria nei confronti di Rossi, culminata con una testata".

"L’accordo tra i due piloti appare essere lampante, e ciò determina la violazione del codice di condotta stabilito dal circuito, il quale deve essere sanzionato, con la massima sanzione prevista, ciò la sospensione prevista dall’articolo 3.2.1 che equivale alla perdita del diritto di partecipare al campionato, o la esclusione definitiva dalle corse", si legge nel comunicato diramato pochi minuti fa. 

Non... Vale la pena nemmeno di commentare! Ma se questi signori trattano le questioni sociali con la stessa preparazione con cui affrontano i temi sportivi, allora povera Italia. Il caso Rossi sta mettendo in moto un sacco di persone che cercano una visibilità su un caso che è diventato mediatico per lucrare un po' di pubblicità gratuita...

Prossimo articolo MotoGP