Marquez: "Sono vicino alle Yamaha e lotterò per batterle!"

Marc Marquez non è soddisfatto del giro da qualifica, ma la sua Honda è in grado di esprimere le prestazioni migliori a gomma usata, mentre non è riuscito a togliere il pattinamento con la copertura nuova.

Ha mancato la prima fila, ma oggi Marc Marquez era decisamente sorridente perché fino ad ora il weekend di Misano è andato meglio di quanto avrebbe pensato. Davanti a tutti scatteranno le due Yamaha, ma il pilota della Honda è quarto ed ha un ritmo in linea con il loro.

Inoltre in qualifica ha ammesso di non essere riuscito a sfruttare il secondo set di gomme, altrimenti avrebbe potuto centrare la prima fila.

"Di solito sono sempre veloce in qualifica. Oggi ho fatto un buon giro con la prima gomma, ma con la seconda mi sono trovato in mezzo al traffico, quindi ho rallentato per provare a rilanciarmi. Purtroppo però all'ultimo giro la gomma ormai aveva perso il suo extra grip e, quindi, di fatto ho perso il secondo time attack" ha detto il leader del Mondiale.

Il bilancio però rimane positivo...
"Alla fine però sono contento, perché posso dire che il ritmo è davvero buono e che siamo più vicini di quanto ci aspettassimo rispetto alle Yamaha. Domani proveremo a lottare con loro e ad essere veloci".

Anche sulle gomme sembra essersi già fatto un'idea molto chiara, anche se ovviamente questa sarà vincolata al meteo di domani:
"Se la temperatura dovesse essere questa, proverò ad usare la dura davanti e la morbida dietro. Per la nostra moto sembra la combinazione migliore, anche se per le previsioni ora sembra che domani ci possa essere più nuvoloso. Quindi dovremo vedere. Valentino oggi è stato veloce con la dura al posteriore nella FP4, ma per noi l'ideale sembra la dura davanti e la morbida dietro".

Se proprio si vuole cercare un pelo nell'uovo, con la gomma nuova è tornato ad infastidirlo il problema dello wheelie:
"Dal punto di vista del wheelie abbiamo fatto dei passi avanti, ma con la gomma nuova lo patiamo un po' di più, perché abbiamo più velocità in uscita dalle curve. Infatti tutte le Honda in qualifica hanno faticato un po' di più rispetto agli altri turni. La cosa più importante però è che con le gomme usate la moto si comporta bene".

Quando gli è stato chiesto se pensa che il podio sia il massimo a cui puntare domani, vista la forza delle due Yamaha, ha risposto:
“No, non credo che sia il massimo se le cose vanno come oggi. Abbiamo un buon ritmo e, anche se questa è una pista su cui mi aspettavo di faticare di più e di perdere punti, siamo più competitivi rispetto a quanto avremmo pensato prima dell'inizio del weekend”.

Infine, sugli avversari più temibili per la gara di domani, ha aggiunto:
“Anche questo weekend siamo tutti molto vicini, anche Vinales ha un buon ritmo, però penso che le due Yamaha e Dani siano quelli messi meglio”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di San Marino
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Misano Adriatico
Piloti Marc Márquez Alenta
Team Repsol Honda Team
Articolo di tipo Intervista