Marquez: “Cerco la pioggia come i piloti in difficoltà”

Marc Marquez, che nella gara di Le Mans chiuderà la seconda fila della griglia di partenza, preferirebbe correre sul bagnato per minimizzare la mancanza di preparazione fisica che ancora si porta dietro.

Marquez: “Cerco la pioggia come i piloti in difficoltà”
Carica lettore audio

Con due gran premi disputati dopo il suo rientro, Marc Marquez sta recuperando pian piano la sua forma fisica, per quanto la poca intensità che mette nella preparazione fisica su consiglio dei medici gli impedisce ancora di guidare come vorrebbe.

Sia in Portogallo che a Jerez, il pilota Honda ha pianificato due gare con una strategia basata sul dosare le forze per arrivare agli ultimi giri non stremato. Questo piano è lo stesso che userà a Le Mans nel caso la gara si disputasse sull’asciutto. Questa opzione però sembra poco probabile, viste le previsioni meteo.

Dal suo debutto in MotoGP nel 2013, questa è la prima volta che sentiamo Marquez invocare la pioggia, perché si trova in una posizione per cui aumenterebbero le possibilità di lasciare la Francia con un buon risultato, magari anche un podio.

 

“Sull’asciutto il podio è impossibile al 95%. Se corriamo sotto l’acqua le possibilità aumentato, sia per fare zero sia per fare podio”, ha dichiarato Marquez, che nella terza sessione di prove libere è stato il più veloce, tornando davanti a tutti 300 giorni dopo l’ultima volta in cui ha comandato una sessione. È stato infatti il warmup del Gran Premio di Spagna del 2020, poco prima che iniziasse il suo calvario.

“Sull’acqua mi sento bene, sono come quei piloti che non stanno in forma, quelli del gruppo di dietro che cercano di pescare qualcosa nella pioggia. Sull’asciutto so dove posso arrivare, intorno alla quinta, sesta o settima posizione”.

Dopo l’ultima visita medica, i chirurghi che lo hanno operato lo scorso inverno lo hanno autorizzato ad intensificare un po’ il proprio allenamento e anche a salire in moto tra un gran premio e l’altro, ma un solo giorno. Questo dovrebbe permettergli di accelerare un po’ il recupero del tono che ha perso, soprattutto su braccio e spalla destri, che tanto lo condizionano in pista.

“È difficile dira quando sarò al 100% fisicamente. In palestra, alcuni muscoli li ho all’80%, altri al 50%. Soffro maggiormente sulla parte posteriore della spalla. Due inverni fa mi sono operato lì e quell’infortunio non è ancora del tutto recuperato, perché c’è stato un po’ di danno nel nervo – ha rivelato lo spagnolo che, fedele ai suoi principi, cerca un modo per equilibrare il deficit rispetto al lato sinistro – provo a guadagnare tempo nelle curve a sinistra, per questo rischio di più e sono caduto a Jerez”.

Un altro dei sintomi che dimostrano che il pilota HRC ancora ha molta strada da fare prima di arrivare alla sua migliore versione è la poca voglia di fare un cambio di moto in una eventuale gara flag-to-flag, che invece è una delle sue specialità di sempre: “In questo momento non mi va, perché quando la moto mi fa qualcosa di strano, un movimento brusco, sento che ancora non la controllo al 100% e non mi sento totalmente sicuro”.

condivisioni
commenti
Bagnaia: "Sono pronto a fare una rimonta come a Portimao"
Articolo precedente

Bagnaia: "Sono pronto a fare una rimonta come a Portimao"

Prossimo Articolo

Quartararo: “Se la gara è bagnata non sarò primo per molti giri”

Quartararo: “Se la gara è bagnata non sarò primo per molti giri”
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021