La Michelin ritira entrambe le mescole posteriori per la gara!

condivisioni
commenti
La Michelin ritira entrambe le mescole posteriori per la gara!
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
03 apr 2016, 08:52

Le due scelte avevano la stessa costruzione di quella delaminata di Redding, quindi l'azienda francese ha approntato una terza soluzione, che sarà provata durante una sessione extra di 30 minuti questa mattina.

Michelin engineers
Scott Redding, Octo Pramac Racing
Scott Redding, Octo Pramac Racing
Test Michelin delle gomme della MotoGP
Test Michelin delle gomme della MotoGP
Michelin engineers

Dopo quanto accaduto a Scott Redding durante il quarto turno di prove libere del GP d'Argentina, con la gomma posteriore della sua Ducati Pramac che si è delaminata alla curva 6, la Michelin ha dovuto lavorare duramente per capire la causa del problema, che inizialmente pareva legato esclusivamente alla mescola media.

Dopo due esposizioni della bandiera rossa nel finale della FP4 si è deciso di svolgere regolarmente le qualifiche, visto che il problema non sussisteva su run della durata di massimo due o tre giri. La Michelin però ha continuato ad indagare e alla fine è stato deciso di adottare una soluzione piuttosto drastica.

Fino a quando non sarà determinata la causa di quanto accaduto a Redding, Michelin ha deciso di ritirare entrambe le gomme posteriori per motivi di sicurezza e di introdurre un composto "speciale". Ogni pilota avrà quattro di questi pneumatici posteriori a disposizione per domenica.

Avendo mescola differente, ma identica costruzione, la Michelin ha deciso di ritirata dunque anche la hard, per evitare che si possa riproporre il problema. Verrà quindi introdotta una nuova gomma, che ha una carcassa differente, ma una mescola simile a quella media. Per venire incontro alle squadre e permettere ai piloti di prendere le misure a questa nuova gomma, la Race Direction ha quindi deciso di introdurre una sessione extra da 30 minuti che si disputerà alle 9 del mattino locali.

Il problema è senza dubbio grave, visto che nel pre-campionato si era già assistito all'esplosione di una gomma posteriore sulla Ducati di Loris Baz in Malesia. Se non altro bisogna dire che la Michelin ha saputo reagire prontamente, trovando una soluzione nello spazio di poche ore.

Prossimo articolo MotoGP
Riviviamo il GP del Qatar con gli scatti di Mirco Lazzari

Articolo precedente

Riviviamo il GP del Qatar con gli scatti di Mirco Lazzari

Prossimo Articolo

Seconda fila ma tante speranze in ottica gara in casa Ducati

Seconda fila ma tante speranze in ottica gara in casa Ducati
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Argentina
Sotto-evento Sabato, qualifiche
Location Autodromo Termas de Rio Hondo
Piloti Scott Redding
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie