MotoGP
28 mag
-
31 mag
Evento concluso
18 giu
-
21 giu
Canceled
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
11 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
18 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
31 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
38 giorni
G
GP di Stiria
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
46 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Canceled
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
66 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
74 giorni
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
81 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Canceled
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
95 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
101 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
102 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
109 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
123 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
130 giorni
20 nov
-
22 nov
Canceled

La Ducati prova uno "splitter" davanti alla ruota posteriore della Desmosedici GP

condivisioni
commenti
La Ducati prova uno "splitter" davanti alla ruota posteriore della Desmosedici GP
Di:
24 feb 2019, 18:03

Nei test in Qatar ha fatto il suo debutto sulla Ducati un'inedita soluzione aerodinamica: ci sono tre profili trapeziodali che servono ad aumentare il carico, , migliorando il comportamento sia in frenata che in accelerazione.

Gigi Dall’Igna una la fa e cento ne pensa. Il direttore generale di Ducati Corse crede nella ricerca aerodinamica applicata alla MotoGP: Edoardo Lenoci e Alessandro Aquili, i due ingegneri che studiano le nuove “diavolerie” da provare nella galleria del vento di Dallara a Varano de’ Melegari, hanno sviluppato un nuovo convogliatore di flussi per la Desmosedici GP19.

Nei test in Qatar, infatti, ha fatto il suo debutto sulla moto di Jack Miller una sorta di inedito splitter che è stato montato sotto alla carena, davanti alla ruota posteriore, che poi oggi è stato provato anche da Danilo Petrucci.

Un doppio supporto metallico che si ancora al mono-braccio della sospensione posteriore sostiene tre piccoli profili dalla forma a trapezio, con il primo più piccolo e gli altri due più grandi con un’incidenza che va a crescere gradualmente.

I flap sono stati realizzati in prototipazione rapida dando chiaramente la sensazione del pezzo che è arrivato pronto all’ultimo momento. Verrebbe da pensare che lo splitter possa essere utile per aumentare il carico verticale sulla ruota posteriore per migliorare la trazione in uscita dalle curve, dando anche una maggiore stabilità in frenata.

Dopo aver lanciato le alette sulla parte anteriore della carena che tanto hanno fatto discutere negli ultimi anni, la Ducati lancia un nuovo interessantissimo filone di ricerca nel posteriore, segno che nel mondo delle due ruote si è ancora ai primordi di soluzioni che possono cambiare l’approccio progettuale delle moto moderne. Inizia una nuova era?

Dettaglio della Ducati

Dettaglio della Ducati

Photo by: Gold and Goose / LAT Images

Prossimo Articolo
La "Long Lap Penalty" sarà approvata prima della gara d'apertura della MotoGP in Qatar

Articolo precedente

La "Long Lap Penalty" sarà approvata prima della gara d'apertura della MotoGP in Qatar

Prossimo Articolo

Test MotoGP Losail, Giorno 2: Rins e la Suzuki al top, stupisce Quartararo terzo!

Test MotoGP Losail, Giorno 2: Rins e la Suzuki al top, stupisce Quartararo terzo!
Carica commenti