Dovizioso: "La caduta mi ha fatto girare le p... Petrucci ha esagerato!"

Secondo il pilota della Ducati è stato Danilo ad innescare il suo incidente con Espargaro, chiudendogli il varco in maniera troppo decisa. Ed è dispiaciuto perché vedeva il quinto posto alla sua portata nonostante le difficoltà.

Dovizioso: "La caduta mi ha fatto girare le p... Petrucci ha esagerato!"
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Carica lettore audio

Il weekend di Termas de Rio Hondo si è chiuso nel peggiore dei modi per la Ducati, con un doppio ritiro per Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo. Il forlivese era in battaglia con Danilo Petrucci ed Aleix Espargaro, quando lo spagnolo dell'Aprilia è scivolato alla curva 5 e la sua RS-GP lo ha centrato, mettendo fine alla sua gara. L'argentina quindi sembra proprio non portargli bene, visto che anche un anno fa fu tirato già incolpevolmente da Andrea Iannone.

Se non altro, se l'è cavata solo con una contusione, perché all'inizio era parso piuttosto dolorante: "Fortunatamente ho solo un'ematoma nel tibiale laterale destro, dove mi ha preso la moto, anche se è bello grande. Niente di grave comunque".

Ma la cosa più interessante è che "Desmodovi" non sembra avercela tanto con Aleix Espargaro, quanto con Petrucci: "La caduta mi ha fatto girare un po' le p.... Chi ha innescato tutto è stato Petrucci. Lui è forte in staccata ed ognuno sfrutta le sue caratteristiche, ma credo che stesse un po' esagerando. Erano due giri che cercavo di passarlo in staccata, ma lui all'esterno frenava più tardi e chiudeva la porta. Solo che facendo così non lasci possibilità di manovra agli altri piloti. Io sono riuscito a non centrarlo per un niente, ma purtroppo Aleix è scivolato e mi ha centrato, però Danilo per me ha esagerato. Io ho un buon rapporto con lui e non ho intenzione di andare a litigare, ma credo che quando ci vedremo glielo dirò. Non credo però che cambierà molto, perché se lui vuole guidare così, continuerà a guidare così".

Un peccato, perché per come era stato il weekend, si poteva centrare un quinto posto che avrebbe dato punti importanti: "In realtà ero molto contento di come ero riuscito a gestire la partenza, perché ero riuscito a recuperare tante posizioni. Però non ero molto veloce e la gara ci ha confermato diverse cose che non hanno funzionato nel weekend. Non avevamo grip sul posteriore e non siamo riusciti a capire perché: in Qatar non abbiamo avuto questo problema e questo ci ha condizionato tutti i turni ed anche la gara, perché non potevo sfruttare la mia abilità in frenata e perdevo anche in accelerazione. Dobbiamo cercare di capire perché è successo, anche perché Bautista ha fatto un gran bel weekend. Peccato perché comunque si poteva fare un quinto posto, che per come era andato il weekend poteva essere un buon risultato e farci ottenere punti importanti per il campionato".

Continua a stupire però che le Desmosedici di vecchia generazione siano spesso più veloci di quella 2017. In questo caso è toccato ad Alvaro Bautista, quarto al traguardo: "Tra la GP16 e la GP17 non c'è tutta la differenza che potete pensare. Ci sono tante Ducati competitive, perché la Desmosedici è sempre stata veloce negli ultimi anni. I piloti satellite ora hanno una moto veloce, quindi non sono sorpreso della prestazione di Alvaro, perché è uno veloce, quindi gli posso solo fare i complimenti".

Tra due settimane ci sarà l'occasione di rifarsi in Texas, anche se Andrea crede che ancora una volta la variabile gomme sarà fondamentale: "Ad Austin ci rifaremo, ma a seconda delle gomme che portano con il tipo di asfalto, viene condizionata molto la prestazione. Qui alla fine non eravamo messi troppo male, ma non ci siamo mai stati per dire la nostra, perché con tre gomme su tre non avevamo il grip che avremmo sperato".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

condivisioni
commenti
Marquez: "E' stata una caduta strana ma mi assumo tutte le colpe"
Articolo precedente

Marquez: "E' stata una caduta strana ma mi assumo tutte le colpe"

Prossimo Articolo

Fotogallery: il successo di Vinales nel GP d'Argentina di MotoGP

Fotogallery: il successo di Vinales nel GP d'Argentina di MotoGP
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021