Bagnaia convinto: "Posso gestire meglio le gomme"

Il pilota della Ducati non è soddisfatto del sesto posto sulla griglia del Gran Premio di Doha, perché non ha sfruttato tutto il suo potenziale, ma di contro è convinto di poter fare una gara da protagonista domani, gestendo meglio le gomme rispetto a domenica scorsa.

Bagnaia convinto: "Posso gestire meglio le gomme"

Dopo la bellissima pole position di sabato scorso, con tanto di record della pista, il sesto posto in griglia nella seconda gara della MotoGP sul tracciato di Losail è risultato un po' deludente per Pecco Bagnaia, anche se il pilota della Ducati è convinto di avere tutte le carte in regola per essere uno dei protagonisti domani.

Del resto, nella MotoGP odierna la cosa più importante è centrare un posto nelle prime due fila, soprattutto se disponi di una moto come la Desmosedici GP che nel primo appuntamento stagionale ha già dimostrato di essere capace di regalare uno scatto bruciante. Il piemontese non è soddisfatto della sua posizione, ma non fa drammi.

"La mia qualifica non è stata troppo positiva, perché non sono riuscito ad adattarmi ad una gomma un po' meno performante ed è qualcosa a cui mi devo abituare. Capita diverse volte di trovarsi in questa situazione, quindi è qualcosa su cui devo lavorare, però parto comunque sesto e sono sicuro di poter fare una bella gara domani", ha detto infatti Pecco.

 

Nel GP del Qatar ha comandato per 14 giri prima di cedere la leadership a Maverick Vinales e chiudere terzo. A difettargli è stata la gestione del consumo della gomma, un aspetto su cui pensa di essere più pronto questa settimana, con l'idea che non stare davanti da subito potrebbe anche essere d'aiuto.

"Da questo weekend mi aspetto almeno la gara di quello scorso perché arriviamo preparati allo stesso livello, se non di più. Penso che possiamo fare una bella gara, perché il passo forse è più competitivo rispetto allo scorso weekend. La prima gara poi è stata una bella lezione, quindi penso di poter gestire molto meglio le gomme", ha spiegato.

" Se posso restare in scia, come ha fatto Zarco, potrebbe essere meglio per gestire, soprattutto non avendo resistenza aerodinamica sul dritto. Poi potrei attaccare nella fase finale di gara. Vedremo come andrà, ma penso di poter gestire meglio il tutto.

Leggi anche:

Non potevano mancare i complimenti a Jorge Martin, che alla seconda gara in MotoGP è riuscito a centrare la sua prima pole position in sella alla Ducati di Pramac.

"Bisogna dire che i ragazzi di Pramac sono stati molto bravi, soprattutto Jorge Martin che penso che abbia stupito un po' tutti. E' stato molto bravo. In questi giorni è sempre stato piuttosto veloce, quindi bisogna rendergli merito".

Anzi, Pramac ha monopolizzato le prime due posizioni in griglia grazie anche al secondo tempo di Johann Zarco. Bagnaia quindi ha sottolineato l'importanza della struttura satellite in cui anche lui ha mosso i primi passi nella classe regina.

"Penso che Pramac sia un team di altissimo livello. Inoltre avere una squadra satellite con due moto ufficiali è un grande vantaggio per lo sviluppo della moto. In ogni caso, credo che anche il Team Petronas sia una gran struttura satellite, la differenza è che Pramac ha due moto ufficiali, quindi Ducati ha bisogno di un team satellite così".

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
6/16

Foto di: Ducati Corse

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
7/16

Foto di: Ducati Corse

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
8/16

Foto di: MotoGP

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
9/16

Foto di: Ducati Corse

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
10/16

Foto di: Ducati Corse

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
11/16

Foto di: Ducati Corse

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
12/16

Foto di: Ducati Corse

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
15/16

Foto di: Ducati Corse

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team
16/16

Foto di: MotoGP

condivisioni
commenti
Quartararo: “Miller eroe della qualifica dopo un gran rischio”

Articolo precedente

Quartararo: “Miller eroe della qualifica dopo un gran rischio”

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: Martin centra la sua prima pole a Doha

Fotogallery MotoGP: Martin centra la sua prima pole a Doha
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Doha
Sotto-evento Q2
Location Losail International Circuit
Piloti Francesco Bagnaia
Team Ducati Team
Autore Matteo Nugnes
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021