Austin, Warm-Up: Marquez si riprende la vetta e rifila 0"6 a Vinales

Il pilota della Honda si conferma il grande favorito per la gara di oggi, perché stacca di nuovo tutti. Bene Iannone quarto con la Suzuki. Poco più indietro Dovizioso, sesto, mentre Valentino non va oltre l'11esimo tempo.

Austin, Warm-Up: Marquez si riprende la vetta e rifila 0"6 a Vinales

La penalità rimediata ieri al termine delle qualifiche non sembra aver scosso più di tanto Marc Marquez, che anche nel Warm-Up ha confermato di essere il grande favorito per il GP delle Americhe di MotoGP.

Il pilota della Honda ha montato la gomma dura sul posteriore della sua RC213V ed ha fatto vedere di non avere grossi problemi a girare sul passo del 2'05" basso. Anzi, nel finale è anche riuscito ad abbattere questo muro, firmando un 2'04"988 che gli è valso la miglior prestazione.

Alle sue spalle c'è un'altra conferma, con Maverick Vinales che ancora una volta ha mostrato il potenziale per essere l'alternativa a Marc con la sua Yamaha. Lo spagnolo ha provato a giocarsela ad armi pari, montando anche lui la gomma dura al posteriore, ma il suo distacco è stato pesante, perché parliamo di oltre sei decimi.

93 millesimi più indietro c'è la Honda LCR del leader iridato Cal Crutchlow, che a differenza dei primi due ha optato invece per la media al posteriore. Allineato al tandem di testa invece Andrea Iannone, ancora una volta competitivo con la sua Suzuki sul circuito texano ed autore del quarto tempo a poco più di otto decimi.

Dopo una qualifica disastrosa, ha risalito decisamente la china l'Aprilia di Aleix Espargaro, con lo spagnolo che ha staccato il quinto tempo davanti alla migliore delle Ducati, che è stata quella di Andrea Dovizioso: il forlivese aveva detto di dover trovare una soluzione all'ultimo problemino che tormentava la sua Desmosedici GP, ma il distacco di un secondo non sembra andare in questa direzione.

Settimo tempo per la Suzuki di Alex Rins, seguito da un terzetto di Ducati composto nell'ordine da Jack Miller, Danilo Petrucci e Jorge Lorenzo. Il maiorchino ha provato una modifica all'angolo di sterzo della sua Rossa, ma l'ha bocciata dopo un solo giro, ritornando quindi sulle soluzioni utilizzate ieri.

E' parso più in difficoltà del previsto Valentino Rossi: anche il "Dottore" ha provato la gomma dura al posteriore, senza riuscire però a trovare lo stesso ritmo di Vinales. Anche quando ha montato la media però la musica non è cambiata troppo ed alla fine si è ritrovato 11esimo a 1"7.

Attardato anche Johann Zarco, solo 13esimo con la Yamaha Tech 3, mentre le due KTM di Pol Espargaro e Bradley Smith sono rispettivamente 16esima e 17esima, con Franco Morbidelli ad occupare la 21esima con la Honda della Marc VDS.

Da segnalare anche la brutta caduta di cui è stato protagonista Hafizh Syahrin alla curva 19. Il malese della Yamaha Tech 3 è stato anche portato al centro medico per accertamenti, quindi restiamo in attesa di notizie sulle sue condizioni.

Cla#PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hSpeed Trap
1 93 spain Marc Márquez Alenta Honda 9 2'04.988     158.789 335
2 25 spain Maverick Viñales Yamaha 10 2'05.604 0.616 0.616 158.010 341
3 35 united_kingdom Cal Crutchlow Honda 9 2'05.697 0.709 0.093 157.893 339
4 29 italy Andrea Iannone Suzuki 9 2'05.817 0.829 0.120 157.743 334
5 41 spain Aleix Espargaro Aprilia 9 2'05.980 0.992 0.163 157.539 341
6 4 italy Andrea Dovizioso Ducati 10 2'06.052 1.064 0.072 157.449 343
7 42 spain Alex Rins Suzuki 9 2'06.266 1.278 0.214 157.182 342
8 43 australia Jack Miller Ducati 10 2'06.489 1.501 0.223 156.905 339
9 9 italy Danilo Petrucci Ducati 9 2'06.616 1.628 0.127 156.747 338
10 99 spain Jorge Lorenzo Ducati 8 2'06.753 1.765 0.137 156.578 339
11 46 italy Valentino Rossi Yamaha 9 2'06.767 1.779 0.014 156.561 337
12 53 spain Tito Rabat Ducati 10 2'06.824 1.836 0.057 156.490 334
13 5 france Johann Zarco Yamaha 9 2'06.826 1.838 0.002 156.488 334
14 45 united_kingdom Scott Redding Aprilia 9 2'07.216 2.228 0.390 156.008 336
15 30 japan Takaaki Nakagami Honda 8 2'07.313 2.325 0.097 155.889 330
16 44 spain Pol Espargaro KTM 9 2'07.360 2.372 0.047 155.832 334
17 38 united_kingdom Bradley Smith KTM 9 2'07.461 2.473 0.101 155.708 339
18 10 belgium Xavier Simeon Ducati 8 2'07.730 2.742 0.269 155.380 337
19 26 spain Daniel Pedrosa Honda 8 2'07.778 2.790 0.048 155.322 333
20 19 spain Alvaro Bautista Ducati 10 2'07.860 2.872 0.082 155.222 334
21 21 italy Franco Morbidelli Honda 9 2'07.932 2.944 0.072 155.135 329
22 12 switzerland Thomas Lüthi Honda 9 2'08.013 3.025 0.081 155.037 321
23 17 czech_republic Karel Abraham Ducati 5 2'11.413 6.425 3.400 151.026 317

 

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Ci siamo avvicinati molto alla lotta per il podio"

Articolo precedente

Dovizioso: "Ci siamo avvicinati molto alla lotta per il podio"

Prossimo Articolo

Marquez ancora senza rivali ad Austin, Iannone torna sul podio

Marquez ancora senza rivali ad Austin, Iannone torna sul podio
Carica commenti
Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021