GT Italiano: prima vittoria BMW in Gara 1 a Monza

condivisioni
commenti
GT Italiano: prima vittoria BMW in Gara 1 a Monza
Di:

La M6 si aggiudica il successo-Sprint in GT3 Pro con Comandini e Zug (che sbaglia troppo all'inizio) in volata sulla Lamborghini di Nemoto-Tujula e all'Audi di Agostini-Drudi. Pro-Am a Vezzoni-Di Amato, Am a Pezzucchi. In GT4 svettano la Mercedes di Segù-De Luca e la Porsche di De Amicis-Di Giusto.

Con il sole e temperature sempre nella norma stagionale è partita la prima gara del GT Sprint a Monza.

Marius Zug scatta dalla pole, dopo averla conquistata con il tempo di 1’47”670. Allo scattare del verde parte bene Cressoni, Zug lungo alla prima e Drudi va in testa con Di Amato che nonostante una partenza non felicissima si mette in coda all’alfiere Audi.
Zug va lungo anche alla Roggia ma rimane tra i primi, scendendo in quinta piazza. Bene Venturini che recupera tre posizioni, con Pezzucchi che punta De Giacomi, leggero contatto in entrata Ascari e il pilota Porsche si gira.

Drudi prova ad allungare ma Di Amato incalza, Zug cerca di recuperare terreno, giro veloce per lui in 1’49”681. Al quarto Drudi mantiene la leadership con Di Amato che sigla il giro veloce in 1’49”659. Di Amato leader in PRO-AM davanti a Frassineti e Cressoni.

Tra le Cup svetta De Marchi davanti a Greco. In GT4 Segù comanda con la Mercedes, Pera passa con Riccitelli terzo.

Di Amato non perde il contatto con il leader Drudi, mentre Venturini gestisce la terza posizione con Pulcini e Zug alle spalle. Al sesto De Giacomi rientra ai box, check veloce e riparte.

Zug si riprende il giro veloce con 1’49”226, al settimo Segù prova su Pera alla prima variante ma non riesce nella manovra (leggero contatto tra i due e vanno in Under Investigation), il “volpone veloce” Belicchi si attacca al paraurti.

Giro veloce di Drudi al settimo, 1’49”189 che va a 2”228 di vantaggio su Di Amato. Al nono ancora sosta per De Giacomi, problema all’anteriore destra con i meccanici che guardano tutti i mozzi ruota e riparte.
Magnoni passa Meloni ma il leader in GT4 AM è Vebster davanti a Di Giusto e Magnoni. Continua a spingere Drudi, ancora record sul giro con 1’48”933. Cressoni e Ferrari Under Investigation.

Al 13° si apre la finestra dei cambi con Ferrari che lascia per Spinelli. Problema sulla vettura di Hudspeth. Al 14° Zug entra per Comandini, De Giacomi cambia per Cassarà. Al 15° entra Drudi per Agostini che hanno 20” di handicap time contro i quindici di Ferrari-Spinelli.

Al 16° entra Di Amato per Vezzoni con Cressoni e Frassineti IN per Mann e Marcucci. Comandini prende il comando davanti a Vezzoni, Rovera lungo alla prima variante. Al 18° Nemoto si avvicina a Vezzoni e Agostini passa Marcucci.
Grande sorpasso di Nemoto in staccata alla parabolica su Vezzoni. Cinque secondi di penalità per Cressoni-Ferrari-Di Giusto per Track Limits in partenza, sanzione che sconteranno i compagni di squadra a fine gara.
Al 19° Agostini passa Vezzoni e insieme a Nemoto vanno in caccia della leadership di Comandini. Rovera e Spinelli vanno Under Investigation per un contatto, mentre Comandini deve gestire 4”131 di vantaggio su Nemoto.

Al 21° Comandini sempre leader davanti a Nemoto e Agostini, in PRO-AM leadership di Vezzoni davanti a Marcucci e Mann. In GT Cup Chiesa leader davanti a Berton, in GT3 AM c’è Pezzucchi con Baccani, problema per il pilota toscano a causa di una foratura lenta.

In GT4 PRO-AM Gnemmi davanti a De Luca e Vullo. In GT4 AM leadership a De Amicis davanti a Riva e Magnoni. Spinelli è sanzionato con 5” di penalità per il contatto su Rovera, a cui si aggiunge un altro mezzo secondo per sosta irregolare.

Pezzucchi ammonito con dieci secondi per il contatto ai danni di De Giacomi. Spinelli prova su Galbiati alla prima variante, va lungo restituisce poi la posizione ma Rovera recupera in un attimo di “trambusto” e passa quinto.

Nemoto continua a insidiare Comandini che tiene la leadership. Meritata vittoria di Comandini davanti a Nemoto e Agostini. In PRO-AM splendida vittoria di Vezzoni davanti a Marcucci e Mann.

Nella GT CUP si impone Chiesa davanti a Berton, De Luca vince in GT4 PRO-AM davanti a Vullo e Gnemmi. In GT4 AM vince De Amicis davanti a Riva e Magnoni.

Una gara ricca di colpi di scena, tra sorpassi, doppiati, contatti, penalità e chi più ne ha più ne metta.

Campionato molto combattuto e di alto livello, riconoscimento particolare all’equipaggio Comandini-Zug che hanno portato a casa una splendida e difficile vittoria, dopo i due errori del tedesco la gara sembrava compromessa, ma sia il tedesco che il romano si sono rimboccati le maniche e tutto questo ripaga tutta la squadra che in questi anni ha migliorato la M6.

Domani si ripete alle 13.30 sempre sulla distanza di 50’ + 1 giro.

GT Italiano Sprint - Monza: Gara 1

Pauroso volo di Pan a Monza: Porsche distrutta, pilota illeso!

Articolo precedente

Pauroso volo di Pan a Monza: Porsche distrutta, pilota illeso!

Prossimo Articolo

GT Italiano: Rovera-Roda portano al successo la Ferrari in Gara 2

GT Italiano: Rovera-Roda portano al successo la Ferrari in Gara 2
Carica commenti