GT Italiano: Rovera-Roda portano al successo la Ferrari in Gara 2

condivisioni
commenti
GT Italiano: Rovera-Roda portano al successo la Ferrari in Gara 2
Di:

L'equipaggio di AF Corse precede l'Audi di Agostini-Drudi e i compagni di squadra Cressoni-Mann- AM a Cassarà-De Giacomi, in GT4 i successi vanno a Guerra-Riccitelli su BMW e Magnoni su Mercedes.

Gara 2 che si apre con la pole di Spinelli che insieme a Ferrari hanno azzerato l’handicap time, BMW ne ha quindici di secondi e parte dalla terza posizione con Rovera a zero che affianca Spinelli in prima fila.

Colpo di scena in griglia, allo scattare del semaforo verde manca la Ferrari Challenge di Berton-De Marchi che parte dai box a causa di un problema ad un sensore che non faceva avviare la macchina.

Bene Spinelli allo start con Rovera secondo e Comandini terzo attaccato. Nemoto alla prima variante infila l’alfiere BMW. Galbiati contatto con le barriere a Lesmo 2 dopo la toccata da parte di Kroes che poi prenderà cinque secondi di penalità, Safety Car in pista. La classifica vede, Spinelli davanti a Rovera e Nemoto nella PRO, in PRO-AM Michelotto comanda davanti a Mann e Marcucci.
Nella GT3 AM c’è Baccani davanti a Cassarà e Pezzucchi, in GT Cup Chiesa leader con Berton che deve recuperare dall’ultima posizione. In GT4 c’è De Castro davanti a Guerra e De Luca, in GT4 AM Magnoni davanti a Meloni e De Amicis.

Restart al quarto passaggio, Spinelli compatta il gruppo e parte bene tallonato da Rovera, Michelotto tocca Agostini e passa seguito da Kroes.

Dritto di Vullo alla prima variante mentre De Castro si avvicina a Guerra, Agostini riprende una posizione su Michelotto. Giro veloce di Spinelli in 1’48”512, il sesto.

Al settimo Pezzucchi prova su Vezzoni e passa alla Roggia, Vezzoni tiene su Baccani alle due di Lesmo. Agostini inizia a fare forcing su Kroes con Spinelli che fa prove di allungo. Weekend nero per Pezzucchi che si ferma alla prima variante al nono, Agostini si libera di Kroes e passa quinto.

Lotta in PRO-AM tra Mann-Michelotto, con il pilota di AF che tiene alla grande sugli inseguitori. Spinelli ancora giro veloce con 1’48”362. In leggera difficoltà Comandini che non trova il passo di ieri e vede Agostini avvicinarsi. Si apre la finestra con Kroes e Mann e Vezzoni che rientrano, lasciando a Pulcini, Cressoni e Di Amato.

Dentro Marcucci per Frassineti e Chiesa per Greco. Al tredicesimo Nemoto per Tujula, Cassarà per De Giacomi e Agostini per Drudi. Al 14° Comandini IN per Zug e Rosen per Larsen con la Ginetta, sale Hudspeth al posto di Michelotto. Spinelli entra al 15° mentre Magnoni fa la sua sosta e Baccani entra per Venerosi, Marcucci IN per Frassineti.

Rientra al “pelo” Rovera che lascia a Roda e De Castro per Piccioli. Roda rientra poco dietro al leader Ferrari al sedicesimo passaggio.

Cressoni leader in PRO-AM davanti a Di Amato e Hudspeth, mentre Riccitelli è in testa alla GT4 PRO-AM davanti a Belicchi e Segù. Greco leader in GT CUP davanti a De Marchi che ha recuperato con il compagno da fine schieramento.

Vola la Mercedes di Ferrari davanti a Roda di 8”834 al 20° passaggio. Pulcini sulla Huracan si avvicina a Roda al 21° esce di traverso da Lesmo 1 e tiene giù. Pulcini sugli scarichi di Roda in uscita dalla Ascari si infila all’interno della Parabolica e passa, Roda prova a rispondere alla prima variante ma si accoda.

Colpo di scena al 23° Zug rallenta vistosamente, Di Giusto OUT insieme a De Marchi per un contatto Safety Car in pista. Pulcini dovrà scontare 5 secondi di penalità per il contatto del compagno su Galbiati, Vebster ai box per una foratura.

Zug IN e si ferma definitivamente (problema tecnico). Ultimo giro “libero” con la Safety Car che rientra, Pulcini davanti Roda secondo Ferrari prova l’attacco, toccata di Tujula tocca Ferrari che va in sabbia.

Finale con la vittoria di Roda su Drudi e Tujula. In PRO-AM vince Cressoni davanti a Hudspeth e Di Amato. Greco vince in GT-CUP.
Riccitelli vince in GT4 PRO-AM davanti a Belicchi e Segù. In GT4 AM vince Magnoni davanti a Meloni e Vebster. Ottima gara di Simon Mann, il miglior weekend di sempre, Agostini si conferma uno specialista infilando cinque podi su sei.

La classifica finale vede quindi la vittoria di Roda-Rovera davanti a Drudi-Agostini davanti a Nemoto-Tujula che rispecchia anche la classifica PRO. In PRO-AM splendida vittoria di Mann-Cressoni, quarti assoluti davanti a Hudspeth-Michelotto e Vezzoni-Di Amato.

GT3 AM a Cassarà-De Giacomi davanti a Baccani-Venerosi.

La GT CUP PRO-AM va a Greco-Chiesa davanti De Marchi-Berton, ottimo recupero per loro con partenza dai box. In GT4 PRO-AM Guerra-Riccitelli in testa con Belicchi-Vullo secondi e terza posizione per l’equipaggio Segù-De Luca. In GT4 AM vittoria sudata per Magnoni davanti a Meloni e a Vebster Riva.

Cambio di classifica nel dopo gara che per la penalità inflitta a Tujula per il contatto sulla Mercedes di Ferrari. La stesura finale della classifica vede quindi: Roda-Rovera davanti a Drudi-Agostini, salgono in terza posizione assoluta Mann-Cressoni davanti a Kroes-Pulcini, Michelotto-Hudspeth, Di Amato-Vezzoni e settima posizione per Nemoto-Tujula.
Agostini leader della PRO con 83p. davanti a Roda-Rovera 58p. Ferrari 52p. Nemoto-Tujula 51p. Drudi 51p.

Prossimo appuntamento per la Finale del Campionato a Vallelunga nel weekend del 4-6 Dicembre.

GT Italiano Sprint - Monza: Gara 2

GT Italiano: prima vittoria BMW in Gara 1 a Monza

Articolo precedente

GT Italiano: prima vittoria BMW in Gara 1 a Monza

Prossimo Articolo

ACI Sport conferma tutti gli eventi dopo il nuovo DPCM

ACI Sport conferma tutti gli eventi dopo il nuovo DPCM
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie GT , GT Italiano
Evento Sprint: Monza
Sotto-evento Domenica
Location Autodromo Nazionale Monza
Piloti Alessio Rovera , Giorgio Roda
Team AF Corse
Autore Stefano Reali