Marciello: "Il 2016 sarà cruciale per la mia carriera"

All’indomani della sua prima visita al team Russian Time, il pilota GP2 parla della stagione più importante

Il giorno dopo aver confermato l’accordo con il team GP2 Russian Time, Raffaele Marciello è volato in Inghilterra per il primo tradizionale passaggio quando si cambia squadra: fare il sedile.Il tempo di conoscere meglio il team, poi oggi ha fatto ritorno a casa. Ad attendere l’ex campione Europeo di Formula 3 c’è una stagione cruciale per la sua carriera. “Lello” ha solo 21 anni, ma ha già maturato un’importante esperienza che gli consente di avere una visione molto chiara della sua posizione. Ad esempio quando si parla della sua uscita dal programma Ferrari Driver Academy.

Un passaggio che per altri piloti lasciati liberi dai programmi “junior” dei team di Formula 1, si è rivelato difficile da superare. Marciello ha le idee molto chiare in merito: "Sono certo che tutto dipenderà dai risultati che otterrò nel corso di questa stagione. Se andrò forte e disputerò un campionato di vertice, tutto sarà dimenticato. Viceversa, se non sarà una stagione positiva avrà il suo peso anche l’uscita dalla FDA".

Facciamo un passo indietro. Quando al termine del 2015 hai disputato l’ultima corsa dell’anno in GP2, hai pensato che fosse la tua ultima apparizione nella categoria?
"In quel momento avevo diverse opportunità in cui sperare, chance che per tanti motivi non si sono poi concretizzate. Ma ho sempre lasciato aperta la possibilità di disputare ancora una stagione in GP2".

Come è maturata la scelta del team Russian Time?
"E’ una squadra molto forte. Ho seguito il crescendo di performance che li ha portati a chiudere il 2015 nelle primissime posizioni, ed anche nelle stagioni precedenti hanno raccolto ottimi risultati con Sam Bird e Mitch Evans. Tra le varie opportunità che avevo, quella Russian Time era la migliore, e sono contento di averla colta".

Quali sono le prime impressioni?
"Sono andato in Inghilterra a fare il sedile proprio ieri. Ho trovato una squadra molto motivata. Dobbiamo considerare che sono andati vicini alla conquista del titolo due volte, e hanno davvero voglia di raggiungere il massimo obiettivo, come d’altronde ne ho voglia io".

Non è un mistero che il tandem Marciello-Russian Time punti al titolo. Chi vedi come l’avversario di maggior caratura?
"La lista degli iscritti al campionato 2016 non è ancora completa, quindi qualche nome di peso potrebbe ancora aggiungersi alla lista dei candidati. Per ora vedo molto agguerrito Sergey Sirotkin. Ci sono altri piloti molto validi come quelli di Gasly e Lynn, ma per il titolo vedo Sirotkin come primo avversario".

Ti mancherà non provare la Formula 1?
"Credo che l’opportunità migliore sia quella di girare nei rookie test, dove c’è l’opportunità di percorrere molti chilometri. Ma nelle prove libere dei weekend di gara si gira davvero poco, non credo che mi mancherà questa opportunità. Credo di aver sfruttato bene le opportunità che ho avuto, ho dimostrato che quando salgo su una Formula 1 non ho difficoltà nell’andar forte".

L’obiettivo 2016 è quello di vincere in GP2 e provare ad aprire le porte del paddock di Formula 1. Hai considerato altre possibilità per il proseguimento della tua carriera?
"Se parliamo di ruote coperte, DTM e LMP1 sono due categorie molto interessanti. Parliamo di vetture veloci ed impegnative. Ma guardo anche l’Indycar, che resta una validissima alternativa".

 

di Roberto Chinchero

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati FIA F2
Piloti Raffaele Marciello
Team RUSSIAN TIME
Articolo di tipo Intervista
Tag ferrari driver academy, gp2