Fantastico: Sophia Floersch già in piedi, il recupero più rapido del previsto

condivisioni
commenti
Fantastico: Sophia Floersch già in piedi, il recupero più rapido del previsto
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
25 nov 2018, 10:17

Sophia Floersch ieri ha compiuto dei piccoli passi in piedi rassicurando i medici di Macao che stanno seguendo il decorso operatorio dopo il terribile crash in F3. La 17enne smentisce che sarà trasferita oggi in Germania con un volo messo a disposizione dall'ADAC.

Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing
L'incidente di Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing
L'incidente di Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing
L'incidente di Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing
L'incidente di Sophia Flörsch, Van Amersfoort Racing

Da Macao arrivano notizie rassicuranti sui progressi compiuti da Sophia Floersch. La diciassettenne tedesca, protagonista una settimana fa di un violento incidente avvenuto nel corso della Coppa FIA di Formula 3, è stata sottoposta ad un intervento chirurgico lo scorso lunedì resosi necessario a causa di una frattura alla settima vertebra cervicale. L’operazione, durata ben undici ore, ha avuto successo, e sono stati definitivamente esclusi danni al midollo spinale.

Sophia sta anticipando i tempi di recupero, e nella giornata di ieri ha compiuto dei piccoli passi in piedi rassicurando molto i medici che stanno seguendo il decorso operatorio. Si sta programmando un volo di ritorno in Germania ora che le condizioni sembrano permettere il trasporto...

"Siamo stato fortunati, poiché il bilancio dell’incidente avrebbe potuto essere ben diverso – ha confermato Charlie Whiting - dobbiamo investigare sull’accaduto con attenzione, e speriamo di far luce sulla dinamica dell’incidente che è stato causato dal tamponamento di Sophia con un’altra monoposto, un urto che ha causato la perdita di due ruote della sua vettura, il successivo testacoda e la perdita del controllo della monoposto".

"Dovremo analizzare tutti i dati, non solo le immagini televisive, prima di entrare nei particolari dell’accaduto. L’ideale sarebbe poter ricreare la dinamica con l’uso di un manichino, e fare tesoro dei dati che emergeranno dalle analisi”.

Whiting ha scagionato la pista di Macao come causa dell’incidente, ma ha sottolineato che saranno richieste alcune modifiche:
“Non sarà necessario intervenire sulla struttura del circuito, ma in alcuni punti potrà diventare necessario fare delle modifiche alle barriere di protezione. Sarà analizzato con attenzione anche questo aspetto”.

 
Prossimo Articolo
Presentata a Yas Marina la monoposto d'esordio del nuovo campionato FIA Formula 3

Articolo precedente

Presentata a Yas Marina la monoposto d'esordio del nuovo campionato FIA Formula 3

Prossimo Articolo

Monger punta alla FIA F3 e intanto i primi test di estrazione con l'Halo sono positivi

Monger punta alla FIA F3 e intanto i primi test di estrazione con l'Halo sono positivi
Carica commenti

Su questo articolo

Serie F3
Piloti Sophia Floersch
Autore Roberto Chinchero