Vettel: "Il sorpasso di Hamilton? Mi ha sorpreso, non l'avevo visto negli specchietti"

condivisioni
commenti
Vettel:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
30 set 2018, 14:25

Il tedesco ha chiuso al terzo posto il GP di Sochi ed adesso è a meno 50 punti dal rivale della Mercedes. Vettel ha dovuto anche subire un gran sorpasso da parte di Hamilton ed ha affermato di essere rimasto spiazzato dalla manovra dell'inglese.

Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09 precede Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
James Allison, Direttore tecnico Mercedes AMG F1, Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 e Sebastian Vettel, Ferrari, sul podio
Partenza, Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W09 precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09, e Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Partenza, Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, precede Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H, e Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-18
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari, in conferenza stampa

Un terzo posto che lascia l’amaro in bocca e chiude quasi definitivamente la lotta per il titolo quando al termine della stagione mancano cinque appuntamenti. E’ questo il magro bottino colto da Sebastian Vettel al termine di un Gran Premio di Sochi nel quale le Ferrari SF71H sono state inferiori, soprattutto a livello di potenza, alle Mercedes W09.

Il tedesco lascia la Russia con un pesantissimo meno 50 in classifica da Hamilton e deve ringraziare la partenza dal fondo delle Red Bull di Ricciardo e Verstappen per aver limitato i danni ed essere salito sul terzo gradino del podio.

Vettel è riuscito a stare davanti ad Hamilton soltanto nelle fasi iniziali della corsa quando ha scavalcato il britannico dopo il pit stop, ma l’illusione è durata un attimo. Dopo una chiusura dura da parte di Seb, ma non sanzionata dai commissari, il pilota della Mercedes è prontamente tornato in scia alla Ferrari del tedesco per poi superarla con un gran manovra all’interno di curva 5.

Persa la seconda posizione, Vettel ha sempre tenuto nel mirino le W09 di Hamilton prima e di Bottas poi, ma non ha mai avuto la possibilità di tentare un attacco.

Leggi anche:

Proprio il sorpasso subito da Hamilton ha tratto in difficoltà Sebastian. Il tedesco, una volta giunto davanti ai microfoni, ha spiegato di essere stato spiazzato dalla manovra del rivale per non aver visto la Mercedes negli specchietti.

“Sono rimasto sorpreso dal sorpasso di Hamilton. Non l’ho visto negli specchietti, ma quando si è affiancato sono stato costretto ad aprire la traiettoria e lui è passato”.

Il weekend di Sochi ha confermato il sorpasso tecnico da parte delle frecce d’argento nei confronti delle monoposto di Maranello. Sin dal venerdì, infatti, le W09 hanno subito mostrato un ritmo inavvicinabile e Vettel ha riconosciuto la superiorità delle vetture di Hamilton e Bottas.

“Certamente è stato un ottimo weekend per la Mercedes. Sono andati subito forte sin dal venerdì ed oggi hanno fatto doppietta. Noi abbiamo sofferto al venerdì, mentre al sabato non siamo andati così male. Purtroppo il gap era molto grande”.

Vettel, infine, ha cercato di vedere il bicchiere mezzo pieno analizzando il passo gara della sua Ferrari. Secondo il tedesco la SF71H ha avuto un buon comportamento ed è sempre rimasta in scia alle due Mercedes, ma per poter puntare alla vittoria sarebbe servito un miglioramento al giro di mezzo secondo.

“In gara la macchina è andata bene, ho potuto spingere e sono riuscito a tenere il ritmo di Hamilton e Bottas anche se mi mancava mezzo secondo per stare davanti. Ho provato tutto, sono contento per il podio ma non è il risultato che volevo”.

 

Prossimo articolo Formula 1
Hamilton: "La Mercedes ha preso una decisione coraggiosa, perché sapeva che sarebbe stata criticata"

Articolo precedente

Hamilton: "La Mercedes ha preso una decisione coraggiosa, perché sapeva che sarebbe stata criticata"

Prossimo Articolo

Bottas: "E' difficile da accettare, però capisco le ragioni della Mercedes"

Bottas: "E' difficile da accettare, però capisco le ragioni della Mercedes"
Carica commenti