Test F1 Abu Dhabi: Alonso già più veloce di Ocon e Ricciardo

Il veterano spagnolo è riuscito a battere il tempo realizzato in qualifica dai due titolari della Renault nel GP dello scorso weekend: un grande biglietto da visita per il suo ritorno in F1. Alle sue spalle le Mercedes di Vandoorne e de Vries. Bene anche Tsunoda e Vips, quinto e sesto. Shwartzman è solo 11esimo con la Ferrari, Schumacher ultimo con la Haas.

Test F1 Abu Dhabi: Alonso già più veloce di Ocon e Ricciardo

Per quanto se ne è parlato nei giorni scorsi, avremmo quasi potuto chiamarli "test Alonso" e così sono stati fino in fondo. Lo spagnolo è stato infatti il più rapido al termine della giornata ad Abu Dhabi, che in origine era stata pensata per fare girare i piloti giovani, ma che poi è stata aperta anche a quelli che non avevano corso in Formula 1 nel 2020, proprio per favorire il pilota rientrante in Renault.

Se in mattinata Stoffel Vandoorne era riuscito a scavalcarlo con la sua Mercedes, nel turno pomeridiano Alonso, con le gomme soft, è riuscito a scendere fino ad un 1'36"333 nel migliore dei suoi 104 giri. Un tempo di tutto rilievo, visto che è stato di 26 millesimi più rapido rispetto alla prestazione fatta segnare in qualifica da Esteban Ocon, 11esimo in griglia a Yas Marina con la R.S.20.

Alle sue spalle si sono piazzate le due Mercedes, con l'olandese Nyck de Vries che non si è comportato affatto male al suo debutto assoluto in Formula 1, completando 110 passaggi con un best di 1'36"595. Nel pomeriggio si è migliorato anche Vandoorne, scendendo a 1'36"840, ma la riserva della squadra di Brackley ha girato meno, fermandosi a 82 giri quando mancavano un paio d'ore alla bandiera a scacchi.

In quarta posizione si è issato un altro dei veterani presenti al test di Abu Dhabi, ovvero Robert Kubica. Il polacco ha completato i suoi compiti di riserva dell'Alfa Romeo con 89 giri all'attivo ed un best di 1'37"446. Sull'altra C39 è sceso in pista invece il vice-campione della Formula 2, Callum Ilott, ottavo in 1'37"826 e con 93 giri completati.

Leggi anche:

Dietro al polacco c'è la "cantera" della Red Bull. In quinta piazza troviamo il giapponese Yuki Tsunoda che, nonostante una sbavatura che in mattinata lo aveva anche portato a "baciare" le barriere, ha messo insieme 122 tornate con un best di 1'37"557. Un buon modo per presentarsi a quella che sarà la sua squadra nel 2021.

Bene anche Juri Vips, che il prossimo anno invece sarà in Formula 2 e si è destreggiato bene al volante della Red Bull con il sesto tempo in 1'37"770 nel migliore dei suoi 100 passaggi. Più staccato invece Sebastien Buemi, chiamato a fare un lavoro di comparazione tra il simulatore e la RB16: lo svizzero ha chiuso 12esimo e in mattinata è anche andato a muro, danneggiando l'ala posteriore. Il quadro delle "lattine" si completa poi con il 13esimo tempo dell'altra AlphaTauri di Marino Sato.

Proprio come Buemi, anche Antonio Fuoco è stato chiamato a fare un lavoro comparativo con il simulatore al volante della Ferrari SF1000 e l'italiano si è piazzato in settima posizione con un crono di 1'37"817, mettendo insieme ben 126 giri. Il suo compagno di box per oggi, il russo Robert Shwartzman, è stato il più attivo di giornata con ben 129 giri, ma non è riuscito ad andare oltre all'11esima piazza, alle spalle anche della Renault di Guanyu Zhou e della Williams di Jack Aitken

In coda al gruppo c'è un altro dei nomi più attesi, ovvero quello di Mick Schumacher, con il figlio d'arte che ha girato solamente in 1'39"947, ritrovandosi alle spalle anche della Williams di Roy Nissany con la sua Haas. Tanti chilometri però per il tedesco, che ha messo insieme la bellezza di 125 giri.

Ecco la tabella dei tempi finale

POS. Pilota Vettura Tempo Giri
1. Fernando Alonso Renault R.S.20 1'36"333 104
2. Nick De Vries Mercedes W11 1'36"595 110
3. Stoffel Vandoorne Mercedes W11 1'36"840 82
4. Robert Kubica Alfa Romeo C39 1'37"446 89
5. Yuki Tsunoda AlphaTauri AT01 1'37"557 122
6. Juri Vips Red Bull RB16 1'37"770 100
7. Antonio Fuoco Ferrari SF1000 1'37"817 126
8. Callum Ilott Alfa Romeo C39 1'37"826 93
9. Guanyu Zhou Renault R.S.20 1'37"902 98
10. Jack Aitken Williams FW43 1'38"153 78
11. Robert Shwartzman Ferrari SF1000 1'38"157 129
12. Sebastien Buemi Red Bull RB16 1'38"204 76
13. Marino Sato AlphaTauri AT01 1'38"425 127
14. Roy Nissany Williams FW43 1'39"800 75
15. Mick Schumacher Haas VF-20 1'39"947 125
condivisioni
commenti
Brembo festeggia i 500 titoli mondiali nel Motorsport
Articolo precedente

Brembo festeggia i 500 titoli mondiali nel Motorsport

Prossimo Articolo

Ferrari: il tributo a Vettel è stato molto emozionante

Ferrari: il tributo a Vettel è stato molto emozionante
Carica commenti
F1 | Mercedes: la paura che fa perdere i Mondiali Prime

F1 | Mercedes: la paura che fa perdere i Mondiali

La Mercedes è protagonista di questa nuova puntata de Il Primo degli Ultimi. Al team di Brackley viene imputata la mancanza di coraggio e di voglia di osare, figlia di chi è abituato ad anni di dominio incontrastato e ora che vede un mondiale scivolargli tra le dita, non vuole andare oltre ciò che dicono i dati per paura di rischiare troppo

Formula 1
26 ott 2021
Minardi: "Verstappen ha anche la maturità del fuoriclasse" Prime

Minardi: "Verstappen ha anche la maturità del fuoriclasse"

Il Gran Premio degli Stati Uniti ha regalato tante sorprese e delusioni. In questo nuovo video di Motorsport.com, ecco i voti ai piloti stilati e commentati da Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi.

Formula 1
26 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis"

Max Verstappen ha saputo gestire meglio un posteriore instabile per tutti, in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. L'olandese allunga in classifica su Hamilton, che lascia Austin con una vera e propria mazzata a livello morale

Formula 1
25 ott 2021
Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Formula 1
24 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021