Steiner: "Non ci sono piloti USA da F.1". Si scatena la reazione americana...

Il team principal della Haas in una recente intervista ha detto che non ci sono conduttori statunitensi in grado di emergere in Formula 1. "Sono c...azzate!" ha replicato Bobby Rahal, ma anche Mario Andretti e Alexander Rossi non hanno gradito.

Steiner: "Non ci sono piloti USA da F.1". Si scatena la reazione americana...
Guenther Steiner, Team Principal, Haas F1 Team
Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-17
Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-17
Guenther Steiner, Team Principal, Haas F1 Team
Gene Haas, Proprietario del Team, Haas F1 Team
Mario Andretti
Alexander Rossi, Curb Herta - Andretti Autosport Honda
Alexander Rossi, Curb Herta - Andretti Autosport Honda
Bobby Rahal, Rahal Letterman Lanigan Racing co-owner

Uno degli obiettivi principali di Liberty Media è quello di incrementare la popolarità della Formula 1 negli Stati Uniti. Si è parlato di progetti di Gran Premi a New York e Los Angeles, così come di un mini-tour con tre Gran Premi da disputarsi in tre luoghi strategici degli USA.

Il progetto avrebbe un boost notevole se nel Circus arrivasse a tempo pieno un pilota statunitense, ma al momento non sembrano esserci ancora le premesse per un top-driver a stelle e strisce.

L’esordio in Formula 1 del team Haas è stato visto come un ponte perfetto per traghettare nel Circus un giovane statunitense, ma le opportunità per ora non solo molte.

In una recente intervista, il team principal Gunther Steiner, è stato chiesto molto chiaro in merito.
“Avere un pilota americano nella nostra squadra è sempre uno dei nostri obiettivi – ha chiarito l’ingegnere altoatesino – ma al momento non è in cima alle priorità, ma non si può prescindere dalla presenza sul mercato di giovani pronti per questo ruolo".

"Se anteponessimo un pilota solo perché statunitense senza che sia all’altezza del compito, non sarebbe una buona scelta per lo sport. Al momento, a mio parere, non credo ci sia sul mercato nessun pilota americano pronto per la Formula 1”.

Un’opinione, quella di Steiner, che non è stata gradita da molti addetti ai lavori del motorsport statunitense, ad iniziare da Mario Andretti, che ha definito il commento del manager italiano “errato ed arrogante”.

Anche Alexander Rossi non è stato tenero nella sua replica, accusando il team principal della Haas di avere un “paraocchi gigante”.

Ancora più diretto è stata la replica di Bobby Rahal: “Sono completamente delle c..azzate! Se davvero la pensa così, che chiami qualcuno di noi, perché abbiamo piloti dannatamente bravi e di talento. Secondo il team Haas gli americani non sono mai abbastanza bravi, ma allo stesso tempo non gli hanno mai concesso una chance. Non vale il nostro tempo”.

L’ultima presenza in Formula 1 risale al 2015, quando Alexander Rossi disputò cinque Gran Premi con il team Manor, interrompendo un digiuno di otto anni trascorsi dopo l’addio al Circus di Scott Speed.

Lo scorso mese di ottobre si era parlato di un possibile esordio nel Gran Premio di Austin del ventisettenne Josef Newgarden con la Toro Rosso. Il campione Indycar 2017 ha valutato la possibilità di sostituire Pierre Gasly nel Gran Premio di Austin, ma ha poi rifiutato l’offerta avendo un contatto a lungo termine con il team Penske.

condivisioni
commenti
Todt: "Il budget cap da solo non ridurrà i costi eccessivi della F.1"

Articolo precedente

Todt: "Il budget cap da solo non ridurrà i costi eccessivi della F.1"

Prossimo Articolo

Motorsport in lutto: addio alla leggenda americana Dan Gurney

Motorsport in lutto: addio alla leggenda americana Dan Gurney
Carica commenti
AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità Prime

AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità

Il team diretto da Franz Tost con il podio di Pierre Gasly a Baku si è portato al quinto postonella classifica del mondiale Costruttori. Anche l'esuberante Yuki Tsunoda, il talentuoso rookie giapponese, comincia a contribuire alla causa, dopo troppi errori. A Faenza assolvono al meglio il ruolo di junior team e, pur con alti e bassi, possono sfidare due marchi ufficiali come Aston Martin e Alpine disponendo di risorse molto inferiori.

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare Prime

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare

In questa stagione la Formula 1 sta cercando di rispettare il calendario previsto con 23 appuntamenti, ma l'espansione dei gran premi ha un costo umano che alla lunga non potrà più essere sostenibile.

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti" Prime

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti"

Seconda intervista esclusiva in compagnia di Gilles Simon. In questa lunga chiaccerata in compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, l'ingegnere francese ci parla dei suoi trascorsi in Honda accompagnando il costruttore nipponico nei suoi primi anni in Formula 1 nell'era ibrida, per poi andare in FIA in qualità di advisor

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario Prime

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario

Cos'hanno in comune la corsa più antica della storia automobilistica e la Scuderia più leggendaria di sempre? Un filo conduttore glorioso fatto di 17 vittorie. Andiamo a scoprire insieme alcune delle imprese memorabili compiute dalla Scuderia Ferrari al Gran Premio di Francia.

Formula 1
13 giu 2021
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Formula 1
12 giu 2021
Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021