F1, Renault non ha fretta per scegliere il sostituto di Ricciardo

La Renault aspetterà fino a dopo l'inizio della stagione di Formula 1 2020 prima di decidere chi sostituirà Daniel Ricciardo nella prossima stagione.

F1, Renault non ha fretta per scegliere il sostituto di Ricciardo

Con Ricciardo che ha firmato un contratto con la McLaren per il 2021, la Renault deve occupare un posto vacante nella sua squadra, al fianco di Esteban Ocon.

Ma mentre una serie di grandi nomi sono emersi come contendenti per questo sedile - tra cui Fernando Alonso, Valtteri Bottas e Sebastian Vettel - la squadra dice di non voler affrettare una decisione in merito.

Il team principal Cyril Abiteboul ha detto che è essenziale che Renault sappia quanto sia competitiva la sua vettura 2020 prima di fare una scelta sul tipo di pilota che dovrà schierare l'anno prossimo.

"Non abbiamo fatto nessuna gara, non abbiamo fatto nemmeno una sessione" ha detto Abiteboul a Motorsport.com, in un'intervista esclusiva nell'ambito della serie #thinkingforward. "Abbiamo fatto solo i test invernali".

"La nostra performance è stata incoraggiante, ma sono solo test invernali, e francamente, mentre parlo, non conosco la competitività della nostra auto. Abbiamo fatto le nostre analisi, ma fino a quando non avremo fatto una vera qualifica non lo sapremo".

"Di solito la competitività della vettura è una rappresentazione della competitività della squadra e delle nuove persone che ci lavorano. Quindi le priorità di dove dobbiamo investire i nostri soldi è un'indicazione che voglio avere prima di affrettare qualsiasi decisione".

"La nostra posizione è più di cercare di prendere il tempo necessario per essere adeguatamente informati, per essere sicuri di prendere la decisione giusta, perché probabilmente la prossima decisione sui piloti sarà importante, perché probabilmente quello che si unirà a noi nel 2021, sarà con noi anche nel 2022".

"Inoltre, sapremo che se la nostra tabella di marcia sportiva è stata modificata a causa del rinvio del nuovo regolamento, le nostre ambizioni non sono cambiate e dobbiamo assicurarci di avere i piloti giusti".

Poi ha aggiunto: "Vogliamo prenderci il tempo necessario per prendere la decisione giusta. Penso che ci sia stato solo il primo domino sul mercato. Mi aspetto che ce ne sia un altro, ma non prima di qualche mese".

"Quindi pensiamo a noi stessi come parte di questo secondo movimento, nel mezzo credo che non ci sarà niente".

Leggi anche:

Abiteboul ha ammesso di essere deluso dal fatto che Ricciardo abbia scelto di lasciare la Renault prima di vedere i progressi che la squadra aveva fatto con la sua vettura 2020, ma ha suggerito che la scelta della McLaren e della Ferrari di consolidare le loro formazioni con grande anticipo, abbia forzato la mano all'australiano.

"Prima di tutto è importante ricordare che abbiamo un anno, una stagione da fare insieme, e ci aspettiamo di più rispetto alla scorsa, questo è sicuro" ha detto Abiteboul quando gli è stato chiesto della decisione di Ricciardo.

"Sono un po' deluso perché non credo che si possa costruire qualcosa senza stabilità. Questo vale per i piloti, ma francamente vale anche per il resto dell'organizzazione".

"L'anno scorso abbiamo avuto molti cambiamenti: Il 70% del nostro staff ha visto un cambio di gestione o di struttura del proprio reparto. Un nuovo direttore tecnico, un nuovo responsabile aero, un nuovo direttore dell'ingegneria".

"Tutto questo è avvenuto negli ultimi 12 mesi con molti cambiamenti. Mi sarebbe piaciuto vedere i risultati, perché sappiamo che c'è un po' di latenza, prima di entrare nell'azione di un cambio di pilota".

"E poi sono un po' sorpreso dalla velocità di due particolari team di F1, che hanno spinto Daniel ad affrettare la decisione. Abbiamo deciso di non piegarci a questo tempismo e di attenerci al nostro piano. Il nostro piano e la nostra priorità è di fare una macchina migliore".

"Se l'anno scorso avessimo avuto una macchina migliore, probabilmente non mi farete questa domanda. E sappiamo che se avremo un'auto migliore saremo in grado di attrarre qualsiasi pilota in futuro, quindi questo è il nostro obiettivo. Questa è stata la nostra priorità".

"Il nuovo regolamento, il nuovo accordo sulle regole, sono state la nostra priorità. Assicurare il futuro della F1 è stata la nostra priorità. Ha preso la sua decisione, andiamo avanti".

condivisioni
commenti
F1, Charles Leclerc ospite a "E poi c'è Cattelan live" su Sky

Articolo precedente

F1, Charles Leclerc ospite a "E poi c'è Cattelan live" su Sky

Prossimo Articolo

F1, Silverstone disposta a spostare le gare ad agosto

F1, Silverstone disposta a spostare le gare ad agosto
Carica commenti
GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale Prime

GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale

Andiamo a ripercorrere tutte le emozioni del Gran Premio di Ungheria nella nostra ricostruzione grafica. Dopo il caos della prima partenza e l'indecisione della Mercedes nel cambiare gomme ad Hamilton, l'inglese si è lanciato nella rimonta che lo ha portato al terzo gradino del podio

Minardi: "Alonso un maestro, Bottas e Stroll disastrosi" Prime

Minardi: "Alonso un maestro, Bottas e Stroll disastrosi"

Il Gran Premio d'Ungheria, oltre alle sorprese e ai colpi di scena continui, ha regalato tanti promossi e altrettanti bocciati. Ecco le pagelle del weekend ungherese stilate e commentate da Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi.

Bobbi: "Ora Verstappen è mentalmente sottoterra" Prime

Bobbi: "Ora Verstappen è mentalmente sottoterra"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano il Gran Premio d'Ungheria di Formula 1 dove si può essere invertita l'inerzia del Mondiale. Lewis sta lontano dai guai e, nonostante strategie discutibili, chiude terzo. Verstappen, invece, è vittima di un secondo incidente e chiude in decima posizione

Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon" Prime

Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon"

In questa nuova puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli commentato il Gran Premio d'Ungheria. Buon ascolto!

Formula 1
1 ago 2021
GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max Prime

GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max

Lewis Hamilton ha conquistato la pole position numero 101 della carriera in occasione del GP d'Ungheria. L'inglese scatta davanti al compagno di team, Valtteri Bottas, mentre Max Verstappen è terzo: ma attenti all'olandese, che partirà con gomma Soft...

Formula 1
1 ago 2021
Bobbi: "Max parte sulla Soft, gara d'azzardo a due soste" Prime

Bobbi: "Max parte sulla Soft, gara d'azzardo a due soste"

In questa puntata di Piloti Top Secret, andiamo ad analizzare le qualifiche del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu. Lewis Hamilton conquista la pole numero 101 della carriera davanti al compagno Mercedes Valtteri Bottas ed alla Red Bull di Verstappen

Formula 1
31 lug 2021
Piola: "Le scelte tattiche Red Bull sono di chi si sta difendendo" Prime

Piola: "Le scelte tattiche Red Bull sono di chi si sta difendendo"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano il sabato di qualifica del Gran Premio d'Ungheria, caratterizzato da giochi di nervi e tattiche...

Formula 1
31 lug 2021
Chinchero: "McLaren davanti? Non darei per spacciata la Ferrari" Prime

Chinchero: "McLaren davanti? Non darei per spacciata la Ferrari"

In questa nuova puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli commentano le qualifiche del Gran Premio d'Ungheria. Buon ascolto!

Formula 1
31 lug 2021