Formula 1
02 lug
-
05 lug
Prove Libere 3 in
15 Ore
:
52 Minuti
:
20 Secondi
G
GP di Stiria
09 lug
-
12 lug
Prove Libere 1 in
6 giorni
G
GP 70° Anniversario
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
33 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
118 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
132 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
146 giorni

F1, Silverstone disposta a spostare le gare ad agosto

condivisioni
commenti
F1, Silverstone disposta a spostare le gare ad agosto
Di:
, Grand prix editor
Tradotto da: Lorenza D'Adderio
25 mag 2020, 15:29

Secondo il direttore del circuito di Silverstone, Stuart Pringle, il Gran Premio di Gran bretagna potrebbe cambiare data e svolgersi ad agosto per salvare la gara dopo che il governo inglese ha imposto la quarantena.

Il circuito di Silverstone ha sperato di ospitare le prime due gare della stagione di Formula 1, in programma il 26 luglio ed il 2 agosto a porte chiuse. Si sarebbe trattato dell’avvio del campionato 2020, iniziato in ritardo a causa della pandemia del Covid-19. Ma questi piani sono stati messi in discussione a seguito della decisione presa dal Governo inglese, che impone l’obbligo di quarantena per due settimane a chiunque provenga da fuori la Gran Bretagna. Dunque, il personale della Formula 1 non sarebbe esente dalle normative imposte.

L’Ungheria ora sembra pronta a fare seguito alle due gare già pianificate in Austria a luglio, ma Silverstone non perde la speranza e non vuole rinunciare al gran premio a porte chiuse quest’anno. Afferma quindi di optare per lo spostamento dell’appuntamento ad agosto, se necessario. Stuart Pringle, direttore del circuito di Silverstone, a Sky Sports F1 inglese dichiara: “Le date iniziali per disputare il gran premio erano intorno a metà luglio, ma in realtà abbiamo un grado di flessibilità anche per agosto”.

“Non credo che trovare una o due date per la Formula 1 sarà un problema – prosegue Pringle – Abbiamo solo bisogno che il governo ci dia l’ok, e questo richiederà tempo. In questo senso, dobbiamo organizzare l’evento, senza pubblico, in tempi relativamente brevi. C’è una grande pianificazione e bisogna tenere conto delle implicazioni dovute al Covid-19, questo per noi è un territorio inesplorato”.

“Ma tutto si svolge in un’infrastuttura fissa. Abbiamo due blocchi di paddock permanenti, quindi non si parla di mettere troppi padiglioni o aree fan o altro di simile. Il periodo di quarantena obbligatoria dovrebbe partire l’8 giugno e sarà rivisto ogni tre settimane dal governo”.

Pringle afferma che, mentre spostare la data di una gara a Silverstone permetterebbe di avere un allentamento delle restrizioni dovute alla quarantena, la garanzia di un’esenzione per il personale di Formula 1 sarebbe una soluzione proattiva. “Penso che la Formula 1, come campionato, abbia bisogno di questa esenzione e deve capire dov’è, perché deve pianificare gli eventi.  Si tratta di un’operazione logistica importante, si devono mettere insieme una serie di date ed avere un piano di trasporto che funzioni, bisogna sapere qual è l’impatto del personale. Questo richiede un po’ di chiarezza”.

“Penso che ci sia motivo per essere ottimisti, se si andasse più in là con il calendario, le cose sarebbero più semplici. Ma credo che in realtà da un punto di vista dell’organizzazione ci sia bisogno di sapere al più presto che i team possono fare avanti e indietro per tornare alle loro basi tra le due gare. Per quanto riguarda Silverstone, se si sposta ad agosto potrebbe garantire più certezze. Ma in realtà credo che sia essenziale avere chiarezza sulla situazione della quarantena con un po’ di anticipo”.

Prossimo Articolo
F1 Stories: chi ha vinto più gare a Montecarlo?

Articolo precedente

F1 Stories: chi ha vinto più gare a Montecarlo?

Prossimo Articolo

Modena: "Al GP di Monaco '91 misi Senna in difficoltà"

Modena: "Al GP di Monaco '91 misi Senna in difficoltà"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Luke Smith