Haas: niente evoluzioni finché non è certo il budget

La Haas ha deciso di non portare aggiornamenti sulla sua vettura di Formula 1 fino a quando non avrà delle certezze sulle sue entrate per questa breve stagione 2020.

Haas: niente evoluzioni finché non è certo il budget

La Formula 1 che punta ad iniziare la sua stagione il 5 luglio con il Gran Premio d'Austria, ma rimane grande incertezza riguardo al numero di gare che saranno disputate e quindi sulla quota dei diritti commerciali che otterranno le squadre.

Questa situazione tutt'altro che chiara ha spinto la Haas a mettere in stand-by gli aggiornamenti per la sua vettura, in maniera tale di avere la certezza di disporre del budget per arrivare a fine stagione.

Parlando con alcuni media selezionati, tra cui Motorsport.com, il team principal Gunther Steiner ha detto: "Al momento non stiamo pianificando alcun aggiornamento, almeno fino a quando non sapremo esattamente cosa succederà quest'anno a livello di gare e di budget".

"Non posso spendere soldi che non so se avrò. Non ha senso farlo in questo momento".

"Dobbiamo essere molto cauti su quello che stiamo facendo, perché ovviamente le nostre entrate diminuiranno facendo meno gare e senza spettatori. Quindi, finché le cose non saranno più chiare, voglio essere molto cauto".

Leggi anche:

Se probabilmente mettere in pausa gli aggiornamenti potrebbe mettere la Haas nella condizione di ritrovarsi in coda al gruppo, Steiner pensa che sarebbe molto peggio iniziare a spendere un budget e poi scoprire di non averlo a disposizione più avanti nella stagione.

"Le decisioni vanno prese adesso" ha spiegato. "E la cosa peggiore sarebbe spendere qualcosa di tanto in tanto e poi non avere budget per gli aggiornamenti che servono davvero. Questo non sarebbe d'aiuto".

Lo scorso anno la Haas ha scoperto sulla sua pelle quando sbagliare l'evoluzione della vettura possa far deragliare una stagione. Quest'anno quindi preferiscono ottimizzare il pacchetto attuale prima di iniziare a guardare avanti.

"Abbiamo imparato molto sullo sviluppo" ha aggiunto Steiner. "Pensiamo che possiamo ancora fare molto sulla nostra vettura di base. Quindi, secondo noi, non è necessario avere subito aggiornamenti".

"Ciò di cui abbiamo veramente bisogno è non commettere errori. Questo sarà decisivo. Per questo motivo abbiamo deciso di imboccare questa strada, non rischiando di pianificare qualcosa che poi magari non possiamo permetterci".

"Sarebbe peggio, perché così ci sarebbe il rischio di non andare all'ultimo Gran Premio. E questo vorrebbe dire essere sicuri di non fare dei punti e non portare a casa premi".

"Quindi questo è il solo modo in cui possiamo gestire l'azienda e siamo felici di farlo. Sappiamo quello che stiamo facendo e siamo convinti della nostra decisione".

condivisioni
commenti
Come i team di F1 devono adattarsi ai protocolli COVID-19 ai box

Articolo precedente

Come i team di F1 devono adattarsi ai protocolli COVID-19 ai box

Prossimo Articolo

Sindaco Firenze: "Mugello mai così vicino alla F1"

Sindaco Firenze: "Mugello mai così vicino alla F1"
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021