Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
28 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
100 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
107 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
117 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
124 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
138 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
152 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
180 giorni
02 set
Prossimo evento tra
187 giorni
09 set
Prossimo evento tra
194 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
222 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
243 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
279 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
288 giorni

FIA: in arrivo la App di tracciabilità per il paddock

La Formula 1, ma anche altri campionati, sono al lavoro per realizzare una App di tracciabilità su misura per individuare e gestire al meglio eventuali casi di COVID-19 nel paddock.

condivisioni
commenti
FIA: in arrivo la App di tracciabilità per il paddock

Con gli insegnamenti tratti dal Gran Premio d'Australia, quando l'evento è stato annullato a causa della positività al Coronavirus di un membro dello staff della McLaren, la FIA si è messa al lavoro per cercare di gestire meglio la situazione in futuro.

Oltre ad imporre un nuovo "Codice di condotta" a cui tutti dovranno attenersi per ridurre al mimino le possibilità di contagio durante un evento, l'organo di governo della F1 ha rivelato che è in corso d'opera una App per il tracciamento, che è stata creata pensando proprio alle esigenze uniche del mondo delle corse.

Sarà pensata proprio per l'uso da parte del personale che lavora nel motorsport, quindi deve essere molto precisa in termini di vicinanza tra gli individui.

Il direttore della sicurezza della FIA, Adam Baker, ha dichiarato che la Federazione è convinta che l'applicazione rappresenti un passo importante riguardo alla possibilità di isolare immediatamente un contagiato.

Parlando alla eConference 2020 della FIA, Baker ha detto: "Una delle aree chiave per organizzare un evento di successo, e per imparare dalla lezione di Melbourne, è quella di avere una precisa tracciatura dei contatti, e quindi avere una rapida capacità di testare le persone potenzialmente a rischio".

"Queste persone potranno essere messe rapidamente in quarantena e poi sottoposte al test altrettanto rapidamente, venendo subito rilasciate se risultate negative".

Leggi anche:

Le applicazioni di questo tipo, che utilizzano gli smartphone per rilevare chi è stato a stretto contatto con un positivo, sono già state lanciate dai governi di tutto il mondo. Ma la precisione necessaria per il grande pubblico è molto inferiore rispetto a quella richiesta per un evento sportivo.

A causa della natura del motorsport, le persone del paddock hanno un contatto costante con molte persone e spesso in spazi ristretti. La FIA, dunque, si è resa conto di avere bisogno di uno strumento più sofisticato dal punto di vista tecnico.

Baker ha aggiunto: "Abbiamo esaminato ciò che era disponibile a livello di soluzioni per la ricerca dei contatti e siamo giunti alla conclusione che avremmo avuto bisogno di qualcosa che fosse pensato specificamente per il motorsport".

"In particolare, volevamo avere una sensibilità regolabile, cosa che non era disponibile sulle app già esistenti".

"Volevamo anche avere la possibilità di verificare i risultati dei test prima che venissero inseriti nel sistema, per prevenire qualsiasi tipo di uso improprio che potesse causare il confinamento in quarantena di persone che in realtà non erano state in contatto con nessun infetto".

"Poi abbiamo dovuto affrontare anche le preoccupazioni relative alle leggi sulla privacy, cosa che è stata fondamentale nello sviluppo di questa soluzione. Il nostro intento poi è di mettere a disposizione il nostro sistema anche alle federazioni nazionali, in modo da poterlo utilizzare anche nei loro campionati".

Codice di Condotta

La FIA ha chiarito il livello di serietà con cui si sta occupando della ripresa delle corse, introducendo un "Codice di Condotta" per i partecipanti ai weekend di gara.

Il documento, che stabilirà le regole che dovrà seguire chiunque si recherà ad un evento, sarà ratificato al Consiglio Mondiale della FIA di venerdì prossimo e avrà anche delle implicazioni legali. Questo significa che chiunque violi le regole potrebbe incorrere in sanzioni.

"Definisce chiaramente e per iscritto le responsabilità dei partecipanti ad un evento" ha detto Baker. "E ci fornisce un quadro giuridico applicabile che ci permette di facilitare l'azione contro chiunque non applichi le misure richieste".

Il Codice di Condotta sarò un allegato del Codice Sportivo Internazionale della FIA.

La FIA ha già emanato una serie di linee guida per gli organizzatori di gare in tutto il mondo su come affrontare la situazione del Coronavirus una volta che saranno ripresi gli eventi.

Questo è stato rivolto principalmente alle gare sprint in circuito, perché c'è ancora un po' di riflessione su cosa fare nei rally e nelle gare endurance.

Baker ha detto: "Per noi, in particolare, la sfida principale è rappresentata dalle gare in cui la stessa vettura è condivisa da più piloti. E speriamo di riuscire a finire questo lavoro e pubblicarlo nelle prossime settimane, entro il 3 luglio".

Tecnica: la Formula 1 prima del... freno allo sviluppo

Articolo precedente

Tecnica: la Formula 1 prima del... freno allo sviluppo

Prossimo Articolo

Svolta Mercedes: arriva la MGU-H sulle vetture stradali

Svolta Mercedes: arriva la MGU-H sulle vetture stradali
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Jonathan Noble
Ricciardo: un triennale con McLaren che sa di scelta obbligata Prime

Ricciardo: un triennale con McLaren che sa di scelta obbligata

Il 2021 rappresenterà la stagione dell'ennesimo cambiamento per Daniel Ricciardo dopo aver concluso una sterile avventura in Renault, ma la scelta della McLaren è stata obbligata per mancanza reale di alternative al vertice?

La storia di... Lewis Hamilton Prime

La storia di... Lewis Hamilton

Con sette titoli iridati, è amato quanto temuto per la sua impeccabile bravura al volante nell'era moderna dei motori mondiali. Lui è Lewis Hamilton, un personaggio figlio del suo tempo, icona e leggenda vivente della Formula 1 e portabandiera di ideali e messaggi positivi. Ripercorriamo la sua storia

Come Albon vuole lottare per uscire dal limbo della Red Bull Prime

Come Albon vuole lottare per uscire dal limbo della Red Bull

Alex Albon ha affrontato i media per la prima volta da quando ha perso il suo sedile in Red Bull alla fine del 2020, costretto così a lasciare la Formula 1. In passato ha già risalito la china dopo una battuta d’arresto, quindi ecco cosa deve fare per ritornare.

Formula 1
24 feb 2021
Red Bull RB16B: il motore Honda sarà una sorpresa Prime

Red Bull RB16B: il motore Honda sarà una sorpresa

Red Bull decide di evolvere i concetti già visti nel corso del 2020 per la sua RB16B, vettura che verrà affidata a Sergio Perez e Max Verstappen per la stagione 2021 di Formula 1. Andiamo a scoprire tutti i dettagli tecnici e sportivi del team di Milton Keynes

Formula 1
24 feb 2021
McLaren stretta un azzardo dopo l'esperienza size zero? Prime

McLaren stretta un azzardo dopo l'esperienza size zero?

Con l'adozione della power unit Mercedes la MCL35 ha potuto beneficiare di un impianto di raffreddamento più efficiente che ha permesso di ridurre le masse radianti e, quindi, le pance. A Woking, però, la storia recente insegna che hanno spesso esagerato con soluzioni estreme che hanno causato problemi di affidabilità. E non è detto che un trapianto di motore su una monoposto esistente risulti facile al primo colpo.

Formula 1
23 feb 2021
Giovinazzi: tutto quello che serve per continuare in Formula 1 Prime

Giovinazzi: tutto quello che serve per continuare in Formula 1

Antonio Giovinazzi si gioca in questa stagione la sua permanenza in Formula 1. Cerchiamo di capire da chi si deve guardare il pilota di Martina Franca, quali possono essere i possibili scenari futuri e come può garantirsi una riconferma per i prossimi anni.

Formula 1
23 feb 2021
Alfa Romeo C41: evoluzione nel segno della continuità Prime

Alfa Romeo C41: evoluzione nel segno della continuità

L'Alfa Romeo C41 non è certamente tra le monoposto più rivoluzionarie della storia della Formula 1. A livello visivo, l'unica vera grande modifica riguarda il muso anteriore, ora più snello anche se non così estremo per concezione. L'ombra della C39 della passata stagione è molto presente sulla monoposto 2021

Formula 1
23 feb 2021
Red Bull: la visione a lungo termine dietro l'accordo con Honda Prime

Red Bull: la visione a lungo termine dietro l'accordo con Honda

L'accordo tra la Red Bull e la Casa giapponese per gestire in autonomia le power unit Honda a partire dal 2022 avrà benefici anche a lungo termine consentendo al team diretto da Horner di giocare allo stesso livello dei costruttori generalisti.

Formula 1
22 feb 2021