Svolta Mercedes: arriva la MGU-H sulle vetture stradali

La MGU-H, elemento spesso criticato della tecnologia di Formula 1, sta per essere adattata ad una vettura stradale, con la Mercedes che ha intenzione di utilizzarla sulla sua prossima generazione di vetture.

Svolta Mercedes: arriva la MGU-H sulle vetture stradali

La MGU-H, ovvero il convertitore dei gas di scarico in energia elettrica, si è dimostrato l'elemento più impegnativo da progettare sulle power unit turbo ibride quando queste sono sbarcate in F1 nel 2014.

I mal di testa generati da questa tecnologia, insieme ai costi annessi per cercare di risolvere i problemi di prestazioni e di affidabilità, hanno portato diversi costruttori a proporre di eliminarla più a lungo termine.

Ma la Mercedes, che ha vinto ognuno dei campionati disputati nell'era ibrida, ha discusso a lungo sui benefici che questa tecnologia avrebbe potuto portare all'industria automobilistica e ora lo sta dimostrando, visto che a breve sarà sulle sue vetture stradale della gamma AMG-Mercedes.

Tobias Moers, presidente del consiglio d'amministrazione di Mercedes-AMG, ha detto: "Abbiamo definito chiaramente i nostri obiettivi per un futuro più elettrificato. Per raggiungerli, ci affidiamo a delle componenti altamente innovative".

"Con questa mossa completiamo la nostra tecnologia modulare e la adattiamo alle nostre esigenze di performance. Questo rappresenta un esempio del trasferimento della tecnologia dalla Formula 1 alla strada, qualcosa con cui porteremo i nostri motori turbo ad un altro livello".

Leggi anche:

L'idea di base della versione stradale della MGU-H non è quella di aumentare le prestazioni attraverso l'erogazione di potenza extra, come accade anche in F1, ma di contribuire a migliorare i tempi di risposta del motore, riducendo il lag del turbo.

L'utilizzo sulla vettura stradale dovrebbe migliorare i tempi di risposta dell'acceleratore e migliorare le sensazioni di guida, garantendo anche una coppia maggiore ai bassi regimi di rotazione del motore.

Negli ultimi anni ci sono stati diversi momenti in cui i motoristi di F1 hanno discusso di eliminare la MGU-H, come tentativo di rendere più semplici le power unit ed attirare nuovi concorrenti.

Tuttavia, la quantità di potenza erogata dalla MGU-H costringerebbe a modificare drasticamente il concetto dei motori a basso consumo utilizzati oggi in Formula 1 nel tentativo di bilanciare questa perdita. Inoltre, significherebbe gettare via tutte le conoscenze e gli investimenti che sono stati fatti in questo settore.

L'anno scorso, il responsabile dei motori della Mercedes, Andy Cowell, ha chiarito che perdere la MGU-H sarebbe stato un passo indietro per la F1.

"La MGU-H è stata incolpata per la mancanza di rumore e per l'elevata complessità" ha detto a Motorsport.com. "Tuttavia, ci sono quattro aziende che lo hanno fatto funzionare".

"Per compensare la differenza di potenza, dovremmo aumentare la portata del carburante e sarebbe un passo indietro. Non sarebbe un progresso. Se si pensa a tutto il lavoro che abbiamo fatto, sarebbe un passo indietro".

Mercedes-AMG electric exhaust

Mercedes-AMG electric exhaust

Photo by: Mercedes AMG

condivisioni
commenti
FIA: in arrivo la App di tracciabilità per il paddock

Articolo precedente

FIA: in arrivo la App di tracciabilità per il paddock

Prossimo Articolo

Ferrari: Leclerc dà la sveglia a Maranello con la SF1000

Ferrari: Leclerc dà la sveglia a Maranello con la SF1000
Carica commenti
Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft" Prime

Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft"

In questo nuovo video, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano quanto visto nel venerdì di prove libere del GP di Francia. Tante sorprese e tante novità tecniche in un tracciato che "in teoria" sarebbe favorevole a Mercedes, eppure...

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo" Prime

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano le prove libere del venerdì del GP di Francia di Formula 1. Red Bull in testa con Verstappen, ma le Mercedes possono cambiare marcia in qualifica. Da tenere d'occhio il prosieguo di weekend dell'Alpine.

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo" Prime

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo"

Torna Debriefing F1, programma podcast di Motorsport.com con cui Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano le prove libere del GP di Francia al Paul Ricard. Buon ascolto!

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede" Prime

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede"

La Formula 1 arriva in Francia, sul tracciato del Paul Ricard. Franco Nugnes e Giorgio Piola, analizzano con la lente d'ingrandimento i primi e nuovi dettagli tecnici presenti sulle monoposto.

Formula 1
17 giu 2021
Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1 Prime

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1

Lo spagnolo ha parlato con Motorsport.com del suo ritorno in Formula 1, smentendo le critiche che lo hanno accompagnato negli ultimi appuntamenti e puntando con decisioni ad un futuro di successi grazie anche alla rivoluzione regolamentare.

Formula 1
17 giu 2021
Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door" Prime

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Mara Sangiorgio, giornalista e pit reporter per la Formula 1 di Sky Sport. Una grande passione per la scrittura che l'accompagna sin da quando era solo una bambina, la conduce alle porte degli studi giornalistici. Dall'Italia a New York, Mara muove i primi passi dentro il mondo dei suoi sogni. Mai avrebbe pensato di raccontare lo sport, fino a quando...

Formula 1
17 giu 2021
Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri” Prime

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri”

Torna l'appuntamento fisso della rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano dell'imminente Gran Premio di Francia di Formula 1, dove il medico andrà a monitorare una nuova serie di parametri non solo dei piloti

Formula 1
16 giu 2021
F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti Prime

F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti

Le monoposto di Formula 1 sono diventate troppo grosse e pesanti e questo si è visto non solo a Monaco, circuito ormai troppo stretto per le moderne monoposto, ma anche a Baku dove i problemi alla gomme sono derivati anche dagli enormi sforzi richiesti alle gomme.

Formula 1
15 giu 2021