Svolta Mercedes: arriva la MGU-H sulle vetture stradali

La MGU-H, elemento spesso criticato della tecnologia di Formula 1, sta per essere adattata ad una vettura stradale, con la Mercedes che ha intenzione di utilizzarla sulla sua prossima generazione di vetture.

Svolta Mercedes: arriva la MGU-H sulle vetture stradali

La MGU-H, ovvero il convertitore dei gas di scarico in energia elettrica, si è dimostrato l'elemento più impegnativo da progettare sulle power unit turbo ibride quando queste sono sbarcate in F1 nel 2014.

I mal di testa generati da questa tecnologia, insieme ai costi annessi per cercare di risolvere i problemi di prestazioni e di affidabilità, hanno portato diversi costruttori a proporre di eliminarla più a lungo termine.

Ma la Mercedes, che ha vinto ognuno dei campionati disputati nell'era ibrida, ha discusso a lungo sui benefici che questa tecnologia avrebbe potuto portare all'industria automobilistica e ora lo sta dimostrando, visto che a breve sarà sulle sue vetture stradale della gamma AMG-Mercedes.

Tobias Moers, presidente del consiglio d'amministrazione di Mercedes-AMG, ha detto: "Abbiamo definito chiaramente i nostri obiettivi per un futuro più elettrificato. Per raggiungerli, ci affidiamo a delle componenti altamente innovative".

"Con questa mossa completiamo la nostra tecnologia modulare e la adattiamo alle nostre esigenze di performance. Questo rappresenta un esempio del trasferimento della tecnologia dalla Formula 1 alla strada, qualcosa con cui porteremo i nostri motori turbo ad un altro livello".

Leggi anche:

L'idea di base della versione stradale della MGU-H non è quella di aumentare le prestazioni attraverso l'erogazione di potenza extra, come accade anche in F1, ma di contribuire a migliorare i tempi di risposta del motore, riducendo il lag del turbo.

L'utilizzo sulla vettura stradale dovrebbe migliorare i tempi di risposta dell'acceleratore e migliorare le sensazioni di guida, garantendo anche una coppia maggiore ai bassi regimi di rotazione del motore.

Negli ultimi anni ci sono stati diversi momenti in cui i motoristi di F1 hanno discusso di eliminare la MGU-H, come tentativo di rendere più semplici le power unit ed attirare nuovi concorrenti.

Tuttavia, la quantità di potenza erogata dalla MGU-H costringerebbe a modificare drasticamente il concetto dei motori a basso consumo utilizzati oggi in Formula 1 nel tentativo di bilanciare questa perdita. Inoltre, significherebbe gettare via tutte le conoscenze e gli investimenti che sono stati fatti in questo settore.

L'anno scorso, il responsabile dei motori della Mercedes, Andy Cowell, ha chiarito che perdere la MGU-H sarebbe stato un passo indietro per la F1.

"La MGU-H è stata incolpata per la mancanza di rumore e per l'elevata complessità" ha detto a Motorsport.com. "Tuttavia, ci sono quattro aziende che lo hanno fatto funzionare".

"Per compensare la differenza di potenza, dovremmo aumentare la portata del carburante e sarebbe un passo indietro. Non sarebbe un progresso. Se si pensa a tutto il lavoro che abbiamo fatto, sarebbe un passo indietro".

Mercedes-AMG electric exhaust

Mercedes-AMG electric exhaust

Photo by: Mercedes AMG

condivisioni
commenti
FIA: in arrivo la App di tracciabilità per il paddock
Articolo precedente

FIA: in arrivo la App di tracciabilità per il paddock

Prossimo Articolo

Ferrari: Leclerc dà la sveglia a Maranello con la SF1000

Ferrari: Leclerc dà la sveglia a Maranello con la SF1000
Carica commenti
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021