Hamilton: “Gara durissima per me e Red Bull fuori portata”

Lewis Hamilton chiude con un podio di bronzo nella notte di Abu Dhabi. Provato da una condizione fisica non ancora al massimo, ha comunque mantenuto la posizione dall’inizio alla fine del Gran Premio, dietro il compagno di squadra Valtteri Bottas e il vincitore Max Verstappen. “Non stavo bene, è stata una gara dura”.

Hamilton: “Gara durissima per me e Red Bull fuori portata”

Sette titoli mondiali, 165 podi, il settimo negli Emirati Arabi. Lewis Hamilton, il temerario Re Nero ritornato in pista dopo uno stop obbligato, è riuscito a portare in saccoccia l’ennesimo risultato nonostante una forma fisica non ancora al 100%.  

Non si può vincere sempre, considerando le due ultime settimane che ho trascorso credo di poter essere sostanzialmente contento del weekend, non sono al cento per cento, non sono andato bene come mi piacerebbe ma voglio fare le mie congratulazioni a MaxE’ stata una gara durissima per me a livello fisico, tutto l’anno a livello fisico sono stato bene, ma oggi proprio no. Quindi sono contento di essere arrivato – commenta Hamilton - devo ringraziare enormemente il team per il loro continuo sostegno, è comunque un risultato fantastico ottenere un doppio podio nell’ultima gara”. 

Il Covid-19 ha influito enormemente su di me a livello fisico, non ero assolutamente nelle condizioni ideali. Però devo vedere il lato positivo: sono arrivato alla fine, fino alla scorsa settimana non avrei mai pensato di poter essere qui. Sono estremamente contento di aver recuperato la salute e di essere tornato qui e spero di potermi riprendere al cento per cento nelle prossime settimane, per riprendere al pieno la mia forma fisica”. 

Leggi anche:

Un fine settimana non proprio semplice per il britannico: oltre alle difficoltà e l’evidente sottotono, anche una Red Bull incredibilmente vincente e dominante.   

La Red Bull questo weekend erano fuori portata per noi – afferma il campione - non riuscivamo a tenere il loro passo. Hanno fatto un lavoro fantastico, sono contento che Alex fosse lì con noi, per far battaglia nelle prime posizioni. Penso sia questo che necessita la Formula 1 per il 2022, o anche prima, spero che nel 2022 ci siano più vetture che siano in grado di seguire quelle che si trovano davanti. Non so se la gara sia piaciuta, ma posso dire che quando arrivi a tre o quattro secondi dalla macchina che hai davanti cominci a scivolare e non puoi spingere al massimo. Credo che il cambio di regolamento possa fare la differenza però hai bisogno anche di buone gomme”. 

Da queste parole sembra trapelare la certezza di un ennesimo dominio, la possibile conquista dell’ottavo sigillo iridato. Ma, per ora, godiamoci la pausa. Abbiamo altri 98 giorni per pensare ai pronostici del prossimo mondiale. 

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
1/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
2/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, con Max Verstappen, Red Bull Racing, nel Parc Ferme
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, con Max Verstappen, Red Bull Racing, nel Parc Ferme
3/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
4/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
5/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
6/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
7/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, intervistato dopo le Qualifiche
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, intervistato dopo le Qualifiche
8/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
9/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
10/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, ai box
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, ai box
11/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
12/20

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
13/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Lando Norris, McLaren MCL35, Alex Albon, Red Bull Racing RB16 e il resto delle auto alla partenza
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Lando Norris, McLaren MCL35, Alex Albon, Red Bull Racing RB16 e il resto delle auto alla partenza
14/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, e Lando Norris, McLaren MCL35
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, e Lando Norris, McLaren MCL35
15/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, e gli altri piloti sulla griglia prima dell'inizio
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, e gli altri piloti sulla griglia prima dell'inizio
16/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sergio Perez, Racing Point, e Sebastian Vettel, Ferrari, si salutano mentre Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, li guarda
Sergio Perez, Racing Point, e Sebastian Vettel, Ferrari, si salutano mentre Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, li guarda
17/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
18/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
19/20

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
20/20

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Verstappen perfetto: "Quando parti davanti è tutto facile"

Articolo precedente

Verstappen perfetto: "Quando parti davanti è tutto facile"

Prossimo Articolo

Bottas: "L'unica soddisfazione chiudere davanti a Lewis"

Bottas: "L'unica soddisfazione chiudere davanti a Lewis"
Carica commenti
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021