F1: in Stiria AlphaTauri porta novità. Le proverà prima Kvyat

Kvyat e Gasly non si sbilanciano e rimangono vaghi, ma la AT01 avrà novità che dovrebbero permetterle di occupare con più stabilità la zona punti. Le novità debutteranno domani sulla monoposto di Daniil Kvyat.

F1: in Stiria AlphaTauri porta novità. Le proverà prima Kvyat

AlphaTauri è riuscita a esordire nel migliore dei modi nel Mondiale 2020 di F1, ossia con un settimo posto ottenuto da Pierre Gasly al GP d'Austria. Un esordio solo a livello di nome, perché di fatto si tratta del team Toro Rosso, dunque una struttura che ha certezze da diversi anni a livello tecnico, ma anche umano e di procedure.

La AT01, dunque, si è subito fatta valere nella gara che meno di una settimana fa ha rapito gli spettatori per la sua incertezza, riportando tutti indietro di almeno 20 anni, dove guasti e colpi di scena erano certamente più all'ordine del giorno rispetto all'ultima decade fatta di macchine semi-indistruttibili.

Il primo risultato stagionale ha fatto piacere alla squadra faentina, ma in F1 restare fermi a crogiolarsi sugli allori è il peggior errore che si possa commettere. Ecco perché AlphaTauri si ripresenterà al Red Bull Ring, sede del GP di Stiria che andrà in scena questa settimana, con novità per l'AT01.

A svelarlo è stato oggi Pierre Gasly nel corso dell'incontro con i giornalisti. "Sì, avremo aggiornamenti che saranno montati sulla macchina. Credo che Daniel dovrebbe provarli nelle libere di venerdì, poi io li proverò più tardi, ma sempre nel corso del fine settimana. Dovremo essere sicuri che funzionino realmente prima di montarli in Qualifica e gara".

"E' chiaro che l'obiettivo sia avere una monoposto più veloce per essere più vicini alla Top 10 e puntare spesso alla zona punti. Dobbiamo ridurre il gap dai team che sono davanti a noi. Le novità dovrebbero permetterci di fare un passo avanti e darci maggiori chance di lottare per i punti domenica".

"Credo che la situazione in cui dobbiamo migliorare maggiormente sia da ricercare nelle qualifiche. E' lì dove perdiamo di più rispetto ai nostri diretti avversari. Il nostro obiettivo è proprio quello di migliorarci in quell'aspetto. Stiamo spingendo forte con il preciso intento di migliorare in quell'aspetto e ridurre il gap dai nostri avversari. Il primo obiettivo è essere più vicini alla Renault".

Gasly ha lanciato il sasso, ma il suo compagno di squadra Daniil Kvyat ha tirato indietro la mano, nascondendola dietro la schiena. Il russo ha glissato sugli aggiornamenti, limitandosi a confermare che ci saranno e che sarà lui a portarli in pista per primo nelle prove libere di venerdì. Poi, se questi si confermeranno utili per migliorare le prestazioni della monoposto, allora saranno montate anche in gara.

"Sinceramente non so di cosa si tratti, scusate. Proprio non lo so. Non voglio dire qualcosa di sbagliato dandovi notizie sbagliate. Non voglio far danno a voi e al team".

"Di sicuro i pezzi nuovi saranno provati in questo fine settimana. L'obiettivo delle novità è migliorare le prestazioni della macchina. E' ovvio. Vediamo in che direzione ci porteranno questi aggiornamenti per poi capire come progredire. E' chiaro che se ci daranno una mano li monteremo anche per il resto del fine settimana", ha concluso il russo.

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
1/27

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
2/27

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
3/27

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
4/27

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
5/27

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
6/27

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, precede Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, precede Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
7/27

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
8/27

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01 e Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01 e Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
9/27

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
10/27

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
11/27

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
12/27

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
13/27

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
14/27

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
15/27

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
16/27

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Prove di Pit Stop con l'auto di Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Prove di Pit Stop con l'auto di Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
17/27

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
18/27

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
19/27

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
20/27

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, precede Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, precede Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
21/27

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
22/27

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
23/27

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
24/27

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
25/27

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01
26/27

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01, precede Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Daniil Kvyat, AlphaTauri AT01, precede Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
27/27

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Perez conferma: "Lotta serrata con McLaren, Renault e... Ferrari"
Articolo precedente

Perez conferma: "Lotta serrata con McLaren, Renault e... Ferrari"

Prossimo Articolo

Vettel scatenato: "Una proposta Red Bull? La accetterei!"

Vettel scatenato: "Una proposta Red Bull? La accetterei!"
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021