Auditel: la F.1 sale su SKY e cala sulla RAI. Cresce bene la MotoGP

Il derby televisivo fra le auto e le moto non è confrontabile per la differenza degli orari, ma i dati Auditel mostrano la tendenza della tv satellitare a crescere, mentre quella generalista non drena la perdita degli ascoltatori.

La Formula 1 è bocciata sulla RAI e promossa su Sky. La MotoGP, invece, cresce sulla piattaforma satellitare di Murdoch. L'apertura concomitante dei due campionati motoristici principali a quattro e due ruote si presta ad un'analisi dei dati Auditel.

Il Gp d'Australia di Formula 1 è stato trasmesso alle 6.00 in diretta esclusiva da Sky Sport F1 HD: il team "capitanato" da Carlo Vanzini, del quale fa parte anche il nostro Roberto Chinchero, ha riscontrato un incremento di ascoltatori del 9% rispetto allo scorso anno.

La corsa caratterizzata dalla doppietta della Mercedes ha totalizzato 396.569 ascoltatori medi, 33 mila in più rispetto al 2015, quando erano stati 363.380. Lo share di Sky nella fascia del mattino è stato del 12,47%.

RAI: il risultato del Gp nel Tg1 rovina la replica?

Le cose sono andate meno bene per la RAI che ha mandato in onda la gara in differita alle 14 su RAI 1: la Tv di Stato, infatti, prosegue nella lenta, ma inesorabile perdita di ascoltatori. Il commento di Gianfranco Mazzoni e Ivan Capelli, ma nel team c'è anche Giorgio Piola, lo specialista di tecnica di Motorsport.com, è stato seguito da 3.627.000 spettatori con uno share del 21,80%.

Si è registrato un calo di 267.000 appassionati rispetto al 2015, quando l'Auditel aveva contato 3.934.000 spettatori, mentre nel 2014, all'avvio del regolamento delle power unit, si erano rilevati 4.030.000 appassionati.

Va detto che la RAI continua a fare autogol, visto che nel telegiornale che precede la corsa viene puntualmente annunciato il vincitore del Gran Premio: i 37 giri condotti in testa dalla Ferrari, quindi, non hanno attratto i tifosi del Cavallino che, evidentemente, hanno perso interesse alla corsa quando hanno saputo che a festeggiare era stata nuovamente la Mercedes per la 46esima doppietta, con Vettel solo terzo.

La MotoGP registra un +6% su Sky

La MotoGP, invece, è andata in onda nel tardo pomeriggio con il Gp del Qatar disputato in notturna: dalle 19,00 si sono collegati 1.119.752 spettatori medi, sommando un +6% rispetto al 2015 con uno share del 5,39%. In totale il team capitanato da Guido Meda ha attratto 1.550.723 spettatori unici.

Interessanti anche gli ascolti delle altre classi: la Moto2 ha raccolto 151.812 spettatori, collezionando un +77% rispetto alla gara del 2015, mentre la Moto3, trasmessa intorno alla 16 sulla piattaforma di Sky ha totalizzato 117.379 spettatori medi che valgono un 13% in più rispetto allo scorso anno. Le moto, insomma, hanno indicatori positivi...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1 , MotoGP
Articolo di tipo Analisi