Crash di Alonso: una lezione utile per l'uso di Halo

condivisioni
commenti
Crash di Alonso: una lezione utile per l'uso di Halo
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
22 mar 2016, 08:53

La microcamera FIA della Magneti Marelli montata davanti all'abitacolo della McLaren di Alonso ha registrato il botto con 400 frame al secondo. Le immagini saranno utili per vedere le oscillazioni della testa e capire se si potrà montare il... diadema

Fernando Alonso, McLaren MP4-31 in un enorme incidente
Fernando Alonso, McLaren MP4-31 in un enorme incidente
Fernando Alonso, McLaren MP4-31 in un enorme incidente
Fernando Alonso, McLaren MP4-31 in un enorme incidente
Fernando Alonso, McLaren MP4-31 esce dalla sua auto dopo un enorme incidente
Fernando Alonso, McLaren MP4-31 esce dalla sua auto dopo un enorme incidente
Fernando Alonso, McLaren MP4-31 esce dalla sua auto dopo un enorme incidente
Esteban Gutierrez, Haas F1 Team and Fernando Alonso, McLaren
Fernando Alonso, McLaren
Esteban Gutierrez, Haas F1 Team and Fernando Alonso, McLaren
La McLaren MP4-31 di Fernando Alonso, McLaren dopo l'incidente
Fernando Alonso, McLaren MP4-31

Il pauroso incidente di Fernando Alonso sarà un utile buon banco di prova per comprendere appieno gli eventuali aspetti negativi che potrebbero essere legati all'introduzione dell'Halo in Formula 1.

Gli esperti del Circus, infatti, attendono con grande curiosità i dati che emergeranno dall'analisi delle immagini registrate con la microcamera della Magneti Marelli montata davanti all'abitacolo di tutte le monoposto che è in grado di registrare 400 frame al secondo.

Il pilota della McLaren è uscito illeso dall'incidente nel corso del 18esimo giro del Gran Premio d'Australia: dopo aver urtato la gomma posteriore della Haas di Esteban Gutierrez, mentre era in lotta per la 19° posizione, si è schiantato prima nel muro sulla sinistra e poi ha iniziato una serie di capottamenti non appena è arrivato nella via di fuga in sabbia. Si è fermato a testa in giù contro le barriere in fondo alla via di fuga.

Fernando Alonso è riuscito a districarsi per sgusciare fuori dall'abitacolo della MP4-31 ma lo spagnolo si è interrogato se sarebbe stato altrettanto agevole uscire dal cockpit  senza complicazioni se la sua McLaren avesse montato l'Halo. 

"E' qualcosa che dobbiamo analizzare e indagare, perché io ho avuto un po' di spazio per uscire dall'abitacolo, ma abbiamo bisogno di vedere se sarebbe stato lo stesso con l'Halo. Credo che la stessa operazione sarebbe stata più difficile, per cui è giusto studiare tutti i dati".

L'incidente dello spagnolo, quindi, apre la discussione sulla validità delle protezioni delle testa che, finora, sono state mostrate da Ferrari, in pista a Barcellona, e dalla Red Bull Racing con un rendering al computer. Tanto l'Halo del Cavallino rampante che la soluzione con il parabrezza della squadra di Milton Keynes avrebbero reso più complicata l'uscita di Alonso dalla macchina incidentata.

La telecamera FIA sarà utile

Le indagini sull'incidente di Alonso saranno facilitate dal fatto che si è trattato del primo grosso incidente che è stato registrato dalle nuove telecamere Magneti Marelli che la FIA ha voluto adottare su tutte le F.1.

Pat Symonds ha detto che le informazioni che si potranno trarre dalla microcamera  potranno contribuire a fornire delle risposte più precise sulle implicazioni nell'adozione di un sistema Halo.
"Credo che sia la prima volta che andremo a vedere qualcosa dalle nostre telecamere ad alta velocità: sarà molto interessante, perché le immagini ad alta definizione ci mostreranno frame dopo frame quale era esattamente la posizione della testa di Fernando".

Informazioni aggiuntive di Jonathan Noble

Prossimo articolo Formula 1
Tanti auguri, Ayrton! Ti ricordiamo così

Articolo precedente

Tanti auguri, Ayrton! Ti ricordiamo così

Prossimo Articolo

Qualifiche: non c'è unanimità per il ritorno alle regole 2015

Qualifiche: non c'è unanimità per il ritorno alle regole 2015
Carica commenti