Grande doppietta TCR per la Hyundai alla 24h del Nurburgring

La Elantra N di Oestreich/Basseng/Lauck ha trionfato sul Nordschleife precedendo la i30 N di Still/Engstler/Vernay in Classe TCR, mentre buone cose le ha fatte la nuova i20 N derivata di serie.

Grande doppietta TCR per la Hyundai alla 24h del Nurburgring

E' stato un weekend trionfale quello della 24h del Nürburgring per la Hyundai Motorsport, che sul Nordschleife si era presentata con tre vetture pronte a dare l'assalto al successo di categoria.

In Classe TCR non poteva andare meglio di così, dato che è giunta una fantastica doppietta con le Elantra N e i30 N gestite in collaborazione con Target Competition e Team Engstler.

Dopo l'incidente della Qualification Race (avvenuto per la carambola innescata di proposito con la Cupra di Andy Gulden), la Casa coreana ha silurato Peter Terting sostituendolo con Moritz Oestreich.

Assieme a Marc Basseng e Manuel Lauck, il trio ha condotto al successo la Elantra N #830, precedendo la i30 N #831 dotata del nuovo muso e affidata a Luca Engstler, Hendrik Still e Jean-Karl Vernay.

La Pole Position l'ha conquistata la Elantra, ma al via sono subito state battaglie 'casalinghe' con la i30, sia in condizioni di asciutto che di bagnato.

Successivamente ci si è messa anche la nebbia a complicare le cose, tant'è che la direzione gara ha fermato la corsa per tutta la notte, dando il via solamente alle 11;40 di domenica mattina.

Qui si è verificato un avvicendamento al vertice, con la Honda Civic Type R #172 della Autohaus Fugel Sport/Castrol Honda Racing (Tiago Monteiro/Néstor Girolami/Dominik Fugel/Cedrik Totz) a prendere per un breve periodo il comando delle operazioni, prima che le Hyundai tornassero in vetta, fuggendo via sfruttando una strategia di pit-stop differente.

Il finale è stato una passerella per le auto costruite ad Alzenau e la Elantra N di Lauck è transitata vittoriosa sotto la bandiera a scacchi con 0"240 di margine sulla i30 N di Vernay in parata, rispettivamente 35a e 36a della classifica assoluta e con un giro di vantaggio sulla Honda.

Da segnalare anche l'esordio della nuova i20 N derivata di serie con Marc Ehret/Kai Jordan/Markus Lungstrass/Guido Naumann, che dopo una sosta prolungata per riparare le ammaccature riportate contro una barriera ha terminato l'evento in 97a posizione assoluta.

"La 24 Ore del Nürburgring è uno dei più grandi eventi del calendario delle corse e rimane una delle più grandi sfide sia per la macchina che per il pilota. Nelle ultime tre stagioni siamo saliti sul podio di classe, ma conquistare la vittoria con una doppietta è un risultato enorme al termine di una lunga preparazione e di un duro lavoro, sia in pista che da parte dei nostri ingegneri del reparto Customer Racing", ha detto Andrew Johns, responsabile di Hyundai Motorsport Customer Racing.

"Le formazioni di Elantra N e i30 N sono state eccellenti per tutto l'evento e il doppio podio è quel che meritavano. La prima e seconda piazza in qualifica hanno mostrato le prestazioni pure del telaio, mentre i risultati della gara - per quanto ridotta - hanno dimostrato l'affidabilità e l'equilibrio della vettura che i piloti sono stati in grado di gestire in tutte le condizioni variabili durante il weekend".

Contento anche Till Wartenberg, vicepresidente e responsabile della gestione del marchio N e della sottodivisione Motorsport di Hyundai Motor Company: "Abbiamo vinto la 24 Ore del Nürburgring, e non solo, siamo arrivati primi e secondi nella classe TCR con Elantra N e i30 N. È un risultato incredibile per Hyundai Motorsport, Hyundai, marchio N e per tutte le persone coinvolte nel team - ingegneri, meccanici e naturalmente i piloti".

"Niente di tutto questo sarebbe stato possibile senza di loro. Tutte e tre le auto si sono comportate in modo impeccabile e hanno mostrato ciò di cui siamo capaci come Casa in alcune delle condizioni più difficili su una delle piste più ostiche del mondo. Il team della Hyundai i20 N ha mostrato le eccellenti prestazioni del nostro ultimo progetto di auto stradale, quindi è chiaro che possiamo fare ancora tantissimo".

condivisioni
commenti
24h del Nurburgring: trionfa la Porsche-Manthey di Cairoli
Articolo precedente

24h del Nurburgring: trionfa la Porsche-Manthey di Cairoli

Prossimo Articolo

Cairoli: "Vincere al Nurburgring è qualcosa di memorabile"

Cairoli: "Vincere al Nurburgring è qualcosa di memorabile"
Carica commenti