Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia

WRC | Neuville: "Ecco perché sono uscito nella PS18 in Croazia"

Neuville è stato autore di un incidente nella PS18 del Rally di Croazia, perdendo così l'opportunità di vincere il secondo evento della stagione. Il belga ha spiegato cosa sia andato storto nel momento decisivo, ma non dà colpe e guarda al futuro.

Thierry Neuville, Hyundai World Rally Team

Foto di: Romain Thuillier / Hyundai Motorsport

Thierry Neuville torna a casa dal Rally di Croazia con una forte delusione interiore, ma non tutto il male viene per nuocere. Dopo aver vinto ben 9 prove su 16 tra venerdì e sabato, e aver chiuso anche la seconda tappa da leader dell'evento, nel corso della PS18 è avvenuto qualcosa che lo ha portato a sbattere contro un albero.

Nell'impatto, la sua Hyundai i20 N Rally1 s'è danneggiata alla carrozzeria sul lato destro ma, cosa molto più importante, ha letteralmente perso l'ala posteriore. L'incidente gli ha fatto perdere la leadership dell'evento, facendolo scivolare al terzo posto. Ma la mancanza dell'ala posteriore gli ha precluso la possibilità di provare a recuperare (Evans era a 1"1 da lui) e mettere una pezza al suo errore.

"Sicuramente c'è un po' di frustrazione, ma d'altra parte siamo stati ben ricompensati ieri dopo la nostra grande guida di venerdì e sabato [per segnare 18 punti]; erano punti importanti e hanno fatto la differenza", ha detto Neuville a Motorsport.com.

"Nonostante non abbiamo ottenuto molti punti oggi siamo stati comunque il terzo miglior risultato, a pari merito con Evans, e abbiamo perso solo un punto nei confronti di Ott [Tanak]. Non possiamo dire che sia stato un disastro".

Thierry Neuville, Martijn Wydaeghe, Hyundai World Rally Team Hyundai i20 N Rally1

Thierry Neuville, Martijn Wydaeghe, Hyundai World Rally Team Hyundai i20 N Rally1

Foto di: McKlein / Motorsport Images

Il belga ha poi raccontato quale sia stato l'errore che lo ha portato a uscire di strada nel corso della PS18. Di fatto si è trattato di un ritardo di Martijn Wydaeghe nel dettare la nota. Quando questa è stata pronunciata, Neuville non aveva più alcuna possibilità di correggere la vettura a sufficienza per evitare l'impatto.

"La tappa [in cui siamo usciti] era davvero difficile, ma quello che è successo, è successo. Ho cercato di fare del mio meglio per evitarlo, ma eravamo troppo in ritardo e quando ho ricevuto la nota ho frenato immediatamente, ma la curva era molto più stretta e non ho potuto fare nulla".

"La macchina era inguidabile senza l'ala posteriore, non potevo aspettarmelo, ma è stato un disastro. Nell'ultima tappa stavo guidando veloce e ho perso 30 secondi".

Al termine della Power Stage, dopo la consueta stretta di mano tra i due, Wydaeghe si è calato la visiera davanti agli occhi, nascondendosi anche con le mani. Un chiaro gesto di disappunto per l'errore commesso nella PS18. Neuville, però, ha subito scagionato il suo navigatore: "Commettono errori i navigatori, commettono errori i piloti. E' successo e non possiamo più cambiare ciò che è già avvenuto. Andiamo avanti".

Pur essendo felice di essere in testa al campionato, Neuville si aspetta una dura battaglia per mantenere il suo vantaggio quando il WRC tornerà sulla terra, a partire dal Portogallo il mese prossimo.

"Sono felice di essere ancora in testa e di mantenere almeno il nostro vantaggio, perché non è un segreto che dal Portogallo in poi sarà dura per noi con diversi rally su ghiaia di seguito", ha aggiunto.

"Senza una pioggia davvero intensa o circostanze diverse, sarà difficile per noi segnare molti punti venerdì e sabato, ma domenica potrebbe essere un po' meglio se avremo una posizione stradale migliore".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Sesks su una Ford Puma Rally1 in 2 eventi del WRC 2024
Prossimo Articolo WRC | FIA: "Niente guerra alle Case". Regole 2025 in bilico

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia