Michelisz: "Potevo vincere, sono molto incavolato"

Partito benissimo balzando al comando della Main Race, Norbert Michelisz ha dovuto cedere il passo a López, poi il contatto con Muller lo ha privato del prosieguo della lotta con "Pechito".

Norbert Michelisz era riuscito a conquistarsi la partenza dal secondo posto per la Main Race del FIA WTCC in Argentina e il suo unico pensiero era provare a vincere.

Il pilota della Honda è partito benissimo bruciando il poleman José María López, tenendoselo dietro nonostante "Pechito" gli stesse mettendo una pressione incredibile.

L'argentino è poi riuscito a scavalcarlo nel corso del giro 7, ma l'ungherese poco dopo è venuto a contatto con Yvan Muller finendo con la sua Civic WTCC nella via di fuga e rientrando in ottava posizione.

Michelisz, che ha compiuto 32 anni proprio domenica, ha commentato molto amareggiato il suo weekend.

"Nella Opening Race l'obiettivo era guadagnare il massimo dei punti possibili e arrivare sesto dopo essere partito nono tutto sommato è buono. Ma era nella Main Race che puntavo a qualcosa di importante, scattavo dalla prima fila e avevo la possibilità di vincere. Sono stato messo fortemente sotto pressione, è sempre così quando corri e sei in lotta per il podio. Sono molto dispiaciuto di aver perso questa occasione, il contatto fra me e Yvan Muller mi ha fatto finire fuori pista e rientrare ottavo. Sono molto incavolato".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Termas de Rio Hondo
Circuito Autodromo Termas de Rio Hondo
Piloti Norbert Michelisz
Team Honda Racing Team JAS
Articolo di tipo Intervista